Skip to main content

Bethesda ci parla di potenzialità e vantaggi di Xbox Game Pass

Elder Scrolls Online
(Image credit: Bethesda)

Il director di Bethesda, Todd Howard, ha parlato del futuro di Xbox Game Pass e di come i servizi di abbonamento per giocare potrebbero avere lo stesso impatto di Netflix sull'industria dell'intrattenimento.

Paragoni del genere erano già stati fatti in passato, infatti Game Pass spesso è stato paragonato a un "Netflix per i gamer". La differenza sta nel fatto che Netflix è una piattaforma per lo streaming, mentre Game Pass permette di effettuare il download dei giochi, anche per incentivare l'acquisto di determinati titoli prima che questi vengano rimossi dal servizio.

Howard ha parlato di come potrebbe aumentare in linea generale la qualità dei giochi, alleggerendo la pressione sugli sviluppatori riguardo la quantità di titoli venditi.

Howard afferma che "gli abbonamenti si sono presi la loro fetta di mercato, e il pubblico può vedere il salto di qualità nelle serie TV drammatiche e nelle fiction storiche. Questo è il punto dove possono arrivare i creatori, per dare agli spettatori quello che vogliono, riuscendo sia a coprire i costi che ad accontentare il pubblico. Lo stesso sta succedendo nel mondo del gaming grazie a cose come il Game Pass".

Howard continua dicendo che ci sono titoli, come quelli di avventura, che "non hanno senso di esistere se venduti a 60$ o anche 30$, se il tempo di gioco si riduce a 5-6 ore. Con un sistema del genere, invece, le cose sono diverse. In molti saranno contenti di avere avuto la possibilità di provare questi giochi, sapendo che a un altro prezzo e con un sistema differente non lo avrebbero mai fatto. E gli sviluppatori possono creare giochi simili senza preoccuparsi del successo del videogioco, per paura di non rientrare nei costi".

Howard conclude affermando di essere "estremamente ottimista riguardo quello che potrebbe portare Game Pass, non solo ai gamer ma anche ai creatori, che potrebbero permettersi di progettare nuovi giochi senza nessun limite".

Un futuro incerto

Questi commenti sono arrivati a seguito della notizia riguardo l'intenzione di Microsoft di acquisire Zenimax, concludendo l'affare nel 2021. 

Questo naturalmente ha portato a una serie di speculazioni riguardo i franchise Bethesda. È praticamente certo che Fallout, Doom ed Elder Scrolls diventeranno contenuti fissi all'interno di Game Pass, insieme ai nuovi giochi first-party. E non possiamo neanche fare a meno di chiederci se i nuovi titoli saranno esclusive Xbox Series X / Xbox Series S.  

Sappiamo che The Elder Scrolls 6 è in arrivo insieme a Starfield, e che probabilmente Fallout 5 è attualmente in fase di sviluppo e arriverà poco dopo. 

Purtroppo non c'è ancora nessuna conferma ufficiale, ma ci aspettiamo che questi titoli siano almeno esclusive parziali Xbox quando usciranno.