Skip to main content

AMD: Q3 2020 da record grazie alle CPU Ryzen e Epyc, ancora male le GPU

Ryzen 7 3800XT
(Image credit: Future)

AMD has appena svelato i risultati del Q3 2020, periodo caratterizzato (come prevedibile) da un deciso incremento delle vendite per le CPU Ryzen.

In totale il solo comparto Computing and Graphics di AMD (CPU e GPU) ha generato profitti per 1.67 miliardi di Dollari, facendo registrare un ottimo +31% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e un +22% rispetto al Q2 2020. 

L’azienda ha dichiarato che: “I profitti sono cresciuti di anno in anno grazie a un significativo aumento delle vendite di processori Ryzen, parzialmente compensato dal minore successo del settore GPU.”

Questo vuol dire che, pur essendoci stato un considerevole incremento nelle vendite dei processori, lo stesso non si può dire per le schede video. AMD ha poi chiarito che il trend negativo delle GPU è dovuto a errori legati alle tempistiche di produzione e al conseguente abbassamento del prezzo di vendita.

In altri termini, il fatto che AMD stia per lanciare la nuova serie di schede video RX 6000, con la presentazione delle GPU Big Navi che si terrà in giornata, ha comportato una riduzione dei prezzi per le GPU della serie 5000 nell’ultimo trimestre generando un calo nel fatturato. Del resto, soprattutto in questo settore, il tempismo è fondamentale.

Un successo “epyco” 

In totale i profitti di AMD per il Q3 2020 ammontano a 2.8 miliardi di Dollari, con un profitto netto pari a $390 milioni. L’azienda sostiene che la crescita dei profitti non è  dovuta unicamente alle vendite delle CPU Ryzen, ma anche al successo dei chip Epyc, sempre più diffusi nei server, oltre che ai prodotti custom come le componenti hardware presenti nelle console next-gen.  

Il CEO Lisa Su ha poi aggiunto: “Il nostro volume d’affari è cresciuto nel Q3 grazie a un aumento della domanda di componenti per PC, gaming e data facendo segnare un nuovo record.”

“Abbiamo i numeri per continuare a crescere ed estendere la nostra leadership nel settore incrementando il nostro portfolio con il lancio dei nuovi prodotti Ryzen, Radeon e dei processori Epyc.” 

Sembra chiaro che AMD non sia intenzionata a sedersi sugli allori, e di recente abbiamo sentito alcune indiscrezioni che ipotizzano una possibile acquisizione di Xilinix, azienda specializzata nella produzione di semiconduttori, con un’offerta da 35 miliardi di Dollari. 

Abbiamo già speso molte parole sulle capacità dei processori AMD Ryzen 5000 che verranno presentati il 5 novembre prossimo, e ci aspettiamo grandi cose delle nuove GPU RX 6000, che hanno portato Nvidia a preoccuparsi tanto da proporre una scheda video di fascia media per alzare l’asticella della competizione.

Se AMD riuscisse a garantire uno stock di schede video 'Big Navi' sufficiente a soddisfare la domanda, cosa in cui Nvidia ha fallito con la serie RTX 3000, l’azienda di Santa Clara potrebbe iniziare a recuperare terreno anche in ambito GPU.

Fonte: Neowin