Skip to main content

Recensione Panasonic Lumix S5

Lumix S5 è una delle migliori ibride tuttofare sul mercato

Panasonic Lumix S5
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Panasonic sembra aver recepito le critiche mosse alle sue precedenti fotocamere mirrorless di fascia alta. La Panasonic Lumix S5 combina un sensore full frame con un corpo piccolo ma ergonomico, e grazie a una buona gamma di specifiche video ha realizzato una fotocamera capace di attirare un'ampia varietà di videomaker. In definitiva, è una fantastica ibrida che non possiamo che raccomandare.

Pro

  • Dimensioni e peso ridotti
  • Buona gamma di controlli
  • Ottime specifiche video

Contro

  • Niente HDMI standard
  • Obiettivi lunghi e pesanti mal si sposano al corpo compatto
  • Autofocus non tra i migliori della categoria

Recensione veloce

Panasonic Lumix S5 è un modello più compatto dell’ammiraglia Lumix S1, la fotocamera mirrorless di punta dell’azienda. Lanciata a un prezzo iniziale inferiore, ha anche un corpo molto più piccolo e leggero rispetto al resto della gamma S1. In effetti è ancora più piccola della Panasonic Lumix GH5, che monta un sensore Micro Quattro Terzi.

Il cuore della Panasonic S5 è lo stesso sensore full frame da 24,2 MP che abbiamo già visto nella S1, quindi sappiamo già che è in grado di produrre immagini fantastiche. Posizionarlo in un corpo che è più simile a una fotocamera Micro Quattro Terzi è un’operazione interessante perché fornisce prestazioni di fascia alta in un formato più compatto. Ma riuscirà a mantenere le promesse? La risposta è sì, ma rimane ancora qualcosa da fare.

Con il lancio della Lumix S5, Panasonic tenta di contrastare le critiche mosse alle precedenti fotocamere della gamma S, ovvero del fatto che fossero grandi, pesanti e costose, e anche dotate di un autofocus poco brillante.

L’azienda sembra essere partita proprio da quelle critiche, per la realizzazione del nuovo modello, e sembra aver fatto un buon lavoro. Il corpo più piccolo e leggero è ottimo da maneggiare e, se utilizzata con l'obiettivo del kit da 20-60 mm, è un'ottima fotocamera da viaggio o per l’uso quotidiano.

L'unico inconveniente è che se l'obiettivo da 20-60 mm possiede delle dimensioni accettabili, gli altri obiettivi con innesto L di Panasonic sono molto più grandi, e in termini di dimensioni complessive del sistema, l’utilizzo non è così pratico.

Nonostante ciò, il prezzo è allineato ad altri modelli full frame sul mercato. E anche le prestazioni dell'autofocus sono notevolmente migliorate.

Ovviamente sono stati fatti alcuni compromessi per via del corpo più piccolo ed economico. Il mirino elettronico, pur offrendo la discreta risoluzione di 2,36 milioni di punti, non si compara con quello da 5,76 milioni di punti degli altri modelli della casa. Ha anche un frame rate massimo limitato a 7 fps e, sebbene abbia la possibilità di scattare foto 6K / 4K a 30 fps, è improbabile che riesca ad attrarre i fotografi sportivi.

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

La S5 potrebbe però piacere ai vlogger, ma soprattutto ai videomaker, grazie alla possibilità di effettuare riprese 4K / 30p non ritagliate e time lapse, al supporto V-Log, alla compatibilità con il formato 4K anamorfico e altro ancora. Anche il doppio slot per schede di memoria e lo schermo articolato sono caratteristiche adatte alla registrazione video. Anche l'obiettivo grandangolare da 20-60 mm è un vantaggio, in questo senso. 

Nel complesso, si tratta di una fotocamera capace di soddisfare un gran numero di utenti grazie al sensore full frame inserito in un corpo compatto ed ergonomico dotato di fantastiche specifiche video e molto altro ancora. Questa fotocamera potrebbe segnare un nuovo corso della serie S di Panasonic, e speriamo di vedere altri modelli in futuro seguire questa filosofia.

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

Prezzi e data lancio

  • La Lumix S5 è stata annunciata il 2 settembre 2020.
  • Il prezzo di lancio della S5 è stato di € 1999
  • Viene venduta anche in kit con l’obiettivo 20-60mm f/3.5-5.6 a € 2299

La Panasonic S5 è stata annunciata all'inizio di settembre 2020, e messa in vendita alla fine dello stesso mese.

Se siete già in possesso di obiettivi a innesto L di Panasonic, vi interesserà sapere che il corpo macchina della S5 costa €1999, anche se l’attuale street price parte da poco più di €1600. Se invece la S5 sarà la vostra prima Panasonic, allora potete acquistarla in kit con l’obiettivo 20-60mm f/3.5-5.6 a partire da €2100.

Non solo la S5 kit è la fotocamera Panasonic S più economica fino ad oggi, ma il suo prezzo la mette in competizione diretta con altre mirrorless full-frame, tra cui Nikon Z6, Canon EOS RP e Sony A7 III.

Immagine 1 di 3

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 3

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 3

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

Design ed ergonomia

  • Sensore full frame in un corpo più compatto della Panasonic GH5
  • Schermo touch da 1,84 Mp completamente articolato 
  • Molti pulsanti e ghiere di accesso diretto

Una delle critiche principali rivolte alle fotocamere Panasonic Lumix S1 e Lumix S1R erano le dimensioni grandi ed il peso molto elevato. Panasonic ha affrontato il problema realizzando la S5, una versione tanto ridotta della full frame S1 che è addirittura più piccola della Lumix GH5, un’altro modello che però monta un sensore Micro Quattro Terzi.

Panasonic avrebbe potuto decidere di lanciare la serie S sotto queste sembianze, mantenendo il formato precedente e aumentando le dimensioni del sensore all’interno del corpo, ma non lo ha fatto.

A questo punto vale la pena menzionare anche l'obiettivo da 20-60 mm, incluso nel kit S5. Si tratta di un obiettivo piccolo e ben fatto, il partner ideale per la S5. Il problema più grosso è che gli altri obiettivi L Mount non sono altrettanto piccoli, specialmente quelli realizzati da Panasonic. Tuttavia, la presenza di una nuova fotocamera più compatta potrebbe significare che l’azienda realizzerà degli obiettivi più piccoli da accoppiare con i corpi ridotti. Far parte dell'alleanza L Mount permette anche di utilizzare la S5 con gli obiettivi Sigma e Leica, per una maggiore possibilità di scelta.

La Lumix S5 assomiglia e funziona similmente a qualsiasi altra fotocamera Lumix, anche se ciò non la rende certamente la fotocamera più elegante sul mercato, ma è comunque estremamente funzionale. L'impugnatura robusta la rende davvero comoda da usare, grazie anche al supporto modellato sul retro della fotocamera che permette al pollice di posizionarsi in maniera ergonomica.

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

Nonostante Panasonic abbia ridotto le dimensioni, non significa che manchi buona gamma di pulsanti e ghiere per l’accesso diretto alle funzionalità principali. La più grande è il selettore della modalità, che si trova a destra del mirino elettronico (EVF). La ghiera offre le classiche modalità di esposizione (incluse P / A / S / M) più un trio di configurazioni personalizzabili, che probabilmente piaceranno a chi scatta in condizioni particolari.

A sinistra del mirino c'è un’altra ghiera per impostare la modalità di scatto. Da qui si può impostare lo scatto singolo, la raffica, il timer dell’autoscatto, e l’intervallometro. Ci sono due posizioni di raffica, a cui è possibile assegnare una velocità tra quelle possibili (H,M,S) o anche la ripresa 6K di Panasonic, di cui parleremo più avanti.

Una serie di controlli a doppia ghiera si trova vicini al punto appoggio di indice e pollice, e consente di regolare la velocità dell'otturatore e l'apertura, a seconda della modalità di scatto in cui si sta lavorando. Nel menu principale è possibile impostare diverse configurazioni per il funzionamento di ciascuna ghiera e, se si desidera, anche invertire la loro direzione.

Sul lato superiore della fotocamera si trova anche un gruppo di tre pulsanti, utili per accedere direttamente alle impostazioni di bilanciamento del bianco, ISO e compensazione dell'esposizione. C'è anche un pulsante rosso per attivare la registrazione video: un segnale che fa capire a chi è destinata veramente questa fotocamera.

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

Anche nella parte posteriore della fotocamera è presente buon numero di controlli. La maggior parte di questi si trova sul lato destro, e ciò ne semplifica l'utilizzo con una sola mano.

È anche presente un pulsante "Q" che permette un rapido accesso alle impostazioni utilizzate frequentemente, che possono anche essere personalizzate a piacere. Poco sopra si trova un joystick, utile a spostare il punto di messa a fuoco nel fotogramma, nonché per navigare nei sistemi di menu e nelle immagini durante la visione.

Come altre fotocamere della serie S di Panasonic, l'S5 ha due slot per schede SD ma solo uno è compatibile con le più veloci schede SD UHS-II. Nel menu principale è possibile impostare la funzione del secondo slot, che può essere usato per salvare le foto quando la prima scheda è piena, oppure per il backup o ancora per memorizzare file differenti rispetto a quelli salvati primo slot. Altri brand hanno adottato soluzioni molto simili per il salvataggio delle immagini e questo basta per confermare la bontà della scelta.

Sul lato sinistro sono presenti diverse porte di connessione, tra cui una per microfono e cuffie e una USB-C, che si può anche utilizzare per caricare la batteria nella fotocamera. C'è anche una porta micro HDMI, anche se alcuni videomaker potrebbero rimanere delusi nel vedere che non è una porta di dimensioni standard, scelta fatta per contenere le dimensioni della fotocamera.

Un particolare deludente delle fotocamere della serie S consiste nello schermo, che può aprirsi lateralmente e ruotare, ma non ribaltarsi in avanti. Questo dettaglio è particolarmente fastidioso per i videomaker o per i vlogger che desiderano riprendere se stessi. La S5 risolve il problema con uno schermo completamente articolato.

Specifiche e caratteristiche

  • Ottimo sensore full frame da 24,2 MP
  • Registrazione video interna 4K a 10 bit
  • Il mirino elettronico OLED ha 2,36 Mp e ingrandimento 0,74x

Essendo un modello relativamente più economico, la Lumix S5 ha subito qualche taglio qua e là, a fronte però di qualche aggiornamento. Uno dei punti in cui è stata penalizzata è il mirino elettronico. La S1 ​monta un mirino da 5,76 Mp, una delle risoluzioni più alte in circolazione; per contro la S5 ha un mirino OLED meno sofisticato, da soli 2,36, Mp e con un ingrandimento 0,74x.

Anche se ha perso parte della sua definizione, rimane un ottimo mirino e permette una buona visione della scena, oltre a essere molto sfruttabile. Pertanto, a meno che non facciate un confronto diretto con una Panasonic S1 o S1R, è improbabile che possiate rimanere delusi.

Un'altra critica alle precedenti fotocamere della serie S era relativa alla messa a fuoco automatica, che si comporta talvolta in maniera 'lenta e imprevedibile”. Panasonic afferma di aver riscritto l'algoritmo dell’autofocus. Tuttavia, continua ad utilizzare un sistema a rilevamento di contrasto, supportato dalla tecnologia DFD (profondità dal defocus). Le rivali al contrario, si avvalgono di sistemi autofocus a rilevamento di fase o dei diffusi sistemi ibridi.

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

Panasonic è sempre stata un nome chiave nel settore delle riprese video e l'S5 sembra fatta appositamente per attirare vlogger e chiunque sia alla ricerca di una fotocamera ibrida, capace nell’ambito foto-video ma più piccola della S1 e della S1H. Per questa ragione la S5 dispone di una serie di specifiche video di rilievo.

Può riprendere in 4K a 60p con ritaglio o a 30p senza, ed è anche possibile sfruttare l’intero sensore. Internamente può registrare a 10 bit, una caratteristica che che ha contribuito a creare il fascino della Panasonic Lumix GH5.

Se la vostra necessità è quella di riprendere molti video 4K a 10 bit, non possiamo non farvi notare che esiste un limite al tempo di registrazione continua di 30 minuti, ma perlomeno è possibile ricominciare a registrare subito dopo lo stop, senza alcun tempo di fermo. Passando alla qualità 8 bit invece non esiste alcun limite di tempo.

La S5 offre anche la registrazione V-Log che permette 14 stop di gamma dinamica, la cattura di time-lapse, una doppia sensibilità ISO nativa e il 4K anamorfico. È probabile che lo schermo LCD completamente snodato piaccia ai vlogger e ai videomaker, e anche la stabilizzazione dell'immagine integrata (IBIS) è una funzionalità che può tornare molto utile.

Il più grande compromesso in termini di produttività video, se escludiamo il limite sulla registrazione continua a 10 bit, consiste nella scelta di utilizzare un connettore Micro HDMI, piuttosto che uno di dimensioni standard. I cavi micro HDMI sono molto più delicati di quelli standard, per non parlare della porta della fotocamera stessa.

Prestazioni

  • Raffica di soli 7 fps (ma si possono estrarre foto 4K/6K partendo dai video) 
  • Autofocus migliorato nel software rispetto al resto della serie S
  • Durata della batteria discreta

Se volete scattare foto sportive, di azione o naturalistiche, la Lumix S5 non è la fotocamera che fa per voi. Offre una a raffica mediocre da soli 7 fps, che fa il suo lavoro onestamente ma le prestazioni rimangono ben distanti da quelle dei modelli più performanti sul mercato. Nonostante ciò, la S5 compensa questa mancanza permettendo di estrarre degli scatti video da 18 MP da una raffica a 30 fps, grazie alla funzione 4K / 6K di Panasonic.

Si tratta di una funzionalità utile ma che potrebbe far perdere più tempo del necessario per rintracciare i frame corretti. D’altro canto potrebbe venire comoda in certe situazioni e difficilmente possiamo criticare una caratteristica aggiuntiva. La S5 meriterebbe una raffica più veloce, che la porterebbe ad essere maggiormente in linea con ciò che offre la concorrenza.

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

Riguardo all’autofocus, abbiamo notato un notevole miglioramento rispetto ad S1 ed S1R. La fotocamera ora si rivela molto efficace nella maggior parte delle situazioni, con un numero limitato di tentativi di messa a fuoco. Affronta bene i soggetti che si muovono secondo uno schema prevedibile e anche la capacità di riconoscere soggetti, teste o occhi è utile per effettuare dei ritratti e foto di persone. Panasonic ha anche rilasciato un aggiornamento del firmware per le S1, S1R ed S1H, che migliora le loro capacità di messa a fuoco automatica, mettendole alla pari della S5.

L’autonomia dichiarata della S5 è di 440 scatti, realizzati sfruttando il monitor posteriore, o di 470 scatti tramite l'EVF. È inoltre possibile abilitare una modalità di risparmio energetico che permette di arrivare a scattare 1.500 foto con una singola carica.

Nell’utilizzo pratico, la S5 dovrebbe riuscire a resistere lontano dal caricatore per un'intera giornata di uso moderato, specialmente se vengono attuati accorgimenti di risparmio energetico, come spegnere la fotocamera tra uno scatto e l'altro.

Se desiderate girare molte clip 4K potrebbe valere la pena acquistare almeno una seconda batteria, ma potete anche caricare la S5 on the road tramite la presa USB usando un powerbank ad alta capacità.

Qualità di foto e video

  • La S5 ha una gamma ISO di 100-51200 (espandibile a ISO 50 e ISO 204800)
  • Il sensore è collaudato e offre immagini eccellenti
  • In condizioni di bassa luminosità ha ottime prestazioni

Non ci aspettavamo sorprese dalla S5 in termini di qualità dell'immagine, poiché abbiamo già visto il suo sensore in azione su altri modelli della serie. In effetti offre prestazioni fotografiche eccellenti: è in grado di produrre scatti molto dettagliati con colori caldi e vibranti in un'ampia varietà di situazioni.

In pratica è una full frame in un corpo Micro Quattro Terzi. Permette grandi prestazioni, in particolare se siete fotografi in movimento e non accettate compromessi in termini di qualità. Inoltre, ci sono buone notizie anche per coloro che scattano spesso in condizioni di scarsa illuminazione.

A ISO 6400, non c'è quasi nessun rumore visibile e la levigatura dell'immagine è tenuta sotto controllo abbastanza bene. Rimangono alcune aree leggermente spalmate se esamina attentamente al 100%, ma per il resto l'impressione generale è ottima.

Immagine 1 di 10

Panasonic Lumix S5

C'è un buon numero di obiettivi compatibili che è possibile montare sulla S5, inclusi molti realizzati della stessa Panasonic. Questa foto è stata scattata con l'obiettivo 50 mm (f/1.4 a 1/800s, ISO 100). Ma esistono anche diversi obiettivi di Sigma e Leica (L Mount Alliance). (Image credit: Future)
Immagine 2 di 10

Panasonic Lumix S5

In questa foto scattare con un'elevata sensibilità a ISO 6400 ha prodotto comunque un'immagine con poco rumore e ben dettagliata (f/8 a 1/640s, ISO 6400, utilizzando l’obiettivo Lumix S 20-60mm f/3.5-5.6 a 60 mm). (Image credit: Future)
Immagine 3 di 10

Panasonic Lumix S5

Un'altra immagine scattata a ISO elevati mostra prestazioni di alta qualità in condizioni di scarsa illuminazione, oltre ad una riuscita l'impostazione del bilanciamento del bianco automatico (f/3.5 a 1/50s, ISO 6400, utilizzando l'obiettivo Lumix S 20-60 mm f/3.5-5.6 a 20 mm). (Image credit: Future)
Immagine 4 di 10

Panasonic Lumix S5

L'obiettivo del kit da 20-60 mm combinato con le dimensioni ridotte dell'S5 rende la fotocamera un’ottima compagna di viaggio (f/5.6 a 1/640s, ISO 100, con Lumix S 20-60mm f/3.5-5.6 a 60mm). (Image credit: Future)
Immagine 5 di 10

Panasonic Lumix S5

Zoomando si nota chiaramente con quanta precisione il sensore dell'S5 registra i dettagli. Qui si possono vedere degli ottimi dettagli della pelliccia del cane (f/5.6 a 1/500s, ISO 100, usando l'obiettivo Lumix S 20-60mm f/3.5-5.6 a 30 mm). (Image credit: Future)
Immagine 6 di 10

Panasonic Lumix S5

La S5 riesce a catturare i colori molto bene. Sono vibranti ma mai esagerati nella saturazione (f/3.5 a 1/60s, ISO 640, con obiettivo Lumix S 20-60mm f/3.5-5.6 a 20 mm). (Image credit: Future)
Immagine 7 di 10

Panasonic Lumix S5

Il sensore della S5 riproduce molto bene i dettagli, lasciando un po’ di spazio per ritagliare i dettagli, se necessario. (f/8 a 1/250s, ISO 100, Obiettivo Lumix S 20-60 mm f/3.5-5.6 a 47mm). (Image credit: Future)
Immagine 8 di 10

Panasonic Lumix S5

Un altro esempio di quanto sia pratica la focale da 20 mm dell'obiettivo 20-60 mm (f/5.6 a 1/800s, ISO 100, l'obiettivo Lumix S 20-60 mm f/3.5-5.6 a 20 mm). (Image credit: Future)
Immagine 9 di 10

Panasonic Lumix S5

La focale di 20 mm dell'obiettivo del kit 20-60 mm è ideale per riprendere determinati soggetti come il paesaggio e l'architettura, oltre ad essere utile per il video blogging (f/5.0 a 1/250s, ISO 100, obiettivo Lumix S 20-60mm f/3.5-5.6 a 20mm). (Image credit: Future)
Immagine 10 di 10

Panasonic Lumix S5

Il sistema di misurazione della fotocamera permette di scattare foto generalmente ben bilanciate, sebbene possa trovare alcune difficoltà in situazioni di contrasto molto elevato. I file sono piuttosto flessibili e permettono di apportare modifiche in post produzione (f/5.6 a 1/800s, ISO 100, obiettivo Lumix S 20-60mm f/3.5-5.6 a 60mm). (Image credit: Future)

Come si può immaginare, se si superano gli ISO 51200 tramite le impostazioni di espansione, il rumore nell’immagine aumenta notevolmente e così la perdita di dettaglio, pertanto è meglio utilizzarle solo per i casi di emergenza.

Nel complesso, l'impostazione di misurazione per tutti gli usi dell'S5 fa un buon lavoro nel mantenere le immagini ben bilanciate, ma può faticare un po' con situazioni ad alto contrasto. Detto questo, i dettagli possono essere estratti bene dai file in post-produzione, quindi se sei pronto a fare un po' di lavoro non è un problema.

L'obiettivo del kit da 20-60 mm è un buon obiettivo tutto fare ed è anche un ottimo obiettivo da viaggio. La focale da 20 mm è ampia a sufficienza per produrre scatti di paesaggistica, ma anche per i vlogger che fanno riprese in movimento. Dato che le riprese della S5 a 4K/30p non sono ritagliate, questo la pone in vantaggio sulla Nikon Z5, che invece applica un ritaglio abbastanza pesante a 4K.

Parlando di prestazioni video, anche qui produce risultati molto buoni, come ci si aspetta da una fotocamera Panasonic. La stabilizzazione dell'immagine è efficace nel mantenere gli scatti belli e fluidi, mentre l'impostazione AF-C ci manteneva a fuoco mentre camminavamo spostandoci nell’inquadratura.

La qualità del suono è buona, ma i microfoni incorporati soffrono in qualche modo della presenza di vento anche quando ce n’è poco, come si può notare nei video qui sopra. Se avete intenzione di registrare molti video all'esterno, vale sicuramente la pena investire in un buon microfono esterno.

Dovrei comprare la Panasonic Lumix S5?

Panasonic Lumix S5

(Image credit: Future)

Compratela se...

Desiderate una fotocamera ibrida a tutto tondo per video e foto

Panasonic è un marchio noto nel settore della produzione video e la S5 è una fantastica fotocamera ibrida per chi desidera scattare ed effettuare riprese video a seconda delle necessità. Non ha le stesse capacità video della S1H, ma per essere così compatta fa un eccellente lavoro. La capacità di registrare video 4K / 30p non ritagliato la mette al di sopra di molte rivali, mentre specifiche come la registrazione V-Log e Dual-Native ISO la rendono attraente per coloro che effettuano riprese video.

Volete una fotocamera full frame compatta e adatta ai viaggi

Una delle critiche rivolte alle fotocamere della serie S di Panasonic consisteva nel loro peso elevato e nelle dimensioni fin troppo abbondanti. Ciò non ha fatto molto onore ad un'azienda che ha contribuito a lanciare le piccole fotocamere in formato Micro Quattro Terzi. Tuttavia la S5 è stata progettata con un occhio di riguardo in questo senso, con specifiche di livello e un corpo davvero molto compatto. Grazie all'obiettivo del kit da 20-60 mm la S5 è una piccola fotocamera ideale per i viaggi e le riprese di tutti i giorni.

Siete fan della serie S e avete bisogno di una seconda fotocamera più piccola

Se avete già investito nella serie S di Panasonic, la S5 è un buon corpo aggiuntivo da inserire nel vostro corredo. È perfetta per effettuare riprese video mentre siete in viaggio, o per creare materiale video o videoblog improvvisati, o per registrare da un secondo punto di vista, rispetto alla vostra fotocamera principale.

Non compratela se...

Volete fotografare scene d’azione

La velocità di scatto abbastanza modesta della S5, pari a 7 fps, non fa di lei la fotocamera ideale per le foto in situazioni dove l’azione è veloce e per fotografare la fauna selvatica. Sebbene sia possibile utilizzare la fantastica modalità Foto 6K di Panasonic per acquisire 30 fps ed estrarre foto da 18 MP, non è esattamente come lavorare con file RAW di grandi dimensioni. Inoltre scorrere le clip per estrarre le foto necessarie potrebbe essere un’attività molto dispersiva in termini di tempo.

Siete videografi professionisti a tempo pieno

La S5 è uno strumento fantastico per realizzare video, ma è più adatta per lavori leggeri e vlogging e pensiamo che potrebbe non riuscire a soddisfare pienamente le esigenze di un professionista del settore. Fortunatamente, Panasonic ha fotocamere anche per l’utilizzo professionale, come ad esempio la Lumix S1H, adatta a coloro che necessitano di registrare video full frame 6K a 10 bit.

Volete un sistema foto video piccolo ed estremamente portatile

La S5 è una fotocamera molto compatta ed altrettanto possiamo dire dell’obiettivo del kit da 20-60 mm, tuttavia gli altri obiettivi della serie S sono piuttosto grandi e non si accoppiano così bene con un corpo molto ridotto per via delle loro dimensioni abbondanti. La “L Mount Alliance” offre obiettivi più ridotti, ma se non volete mettere nella valigia una serie di ottiche più il corpo della fotocamera, probabilmente fareste meglio a valutare una delle migliori bridge