Skip to main content

Recensione OnePlus 7T

Un'alternativa per molti preferibile al 7 Pro

Che cos'è una recensione hands-on?
OnePlus 7T
(Image: © Future)

Prime impressioni

OnePlus 7T rappresenta un passo avanti rispetto all'ultimo modello di punta dell'azienda cinese. Troviamo una frequenza di aggiornamento pari a 90Hz e alcuni miglioramenti per quanto riguarda il comparto fotografico. Nel complesso si tratta di un eccellente modello di punta a un prezzo ragionevole.

Pro

  • Schermo a 90Hz
  • Interfaccia fluida e veloce
  • Prestazioni eccellenti
  • Android 10 di fabbrica
  • Fotocamera impressionante

Contro

  • Niente ricarica wireless
  • Niente jack per le cuffie
  • Fotocamera molto sporgente

All'inizio OnePlus produceva un solo modello all'anno, ma nel tempo l'azienda si è evoluta, e ora i modelli sono di più. 

Il nuovo OnePlus 7T infatti è il quarto modello della serie attuale, a cui stavolta si aggiunge anche una serie di televisori. 

Lo OnePlus 7T è un aggiornamento notevole rispetto a OnePlus 7, ed è simile per molti versi allo OnePlus 7 Pro, in un formato più piccolo e senza vetro curvato ai lati. Chi avrebbe voluto un 7 Pro ma in versione più compatta, ha ora una risposta ai suoi desideri. E anche il prezzo è più basso. 

Rispetto allo OnePlus 7, invece, il nuovo OnePlus 7 Plus ha due miglioramenti importanti: schermo e fotocamera. Ha la maneggevolezza dello OnePlus 7, ma si distingue subito per il design della parte posteriore. La ricarica è più veloce e le prestazioni sono maggiori grazie allo Snapdragon 855. 

Abbiamo dato 4 stelle su 5 al OnePlus 7 per il suo ottimo rapporto qualità-prezzo. Ma ora il 7T verrà venduto a un prezzo più alto, vediamo se ne vale la pena. 

OnePlus 7T, tripla fotocamera

OnePlus 7T, tripla fotocamera

(Image credit: Future)

OnePlus 7T prezzo e disponibilità

Lo OnePlus 7T non è ancora ufficialmente disponibile ma l'azienda ha già comunicato i prezzi di listino. Al cambio si tratta di circa €600 per la versione 8/128GB (€489 al cambio più eventuali imposte). Noi in realtà speriamo che costerà €559, cioè quanto costa oggi OnePlus 7. Ci sarà anche una versione 8/256GB, che però potrebbe non arrivare ufficialmente in Europa. 

È lo stesso prezzo che aveva OnePlus 7 al lancio, che però ha il doppio dello spazio di archiviazione. 

I prezzi ufficiali per l'Europa, in ogni caso, saranno noti dal prossimo 10 ottobre. 

Design

  • Vetro smerigliato e opaco, dietro, come su OnePlus 7 Pro 
  • Due colori disponibili: Frosted Silver and Glacier Blue 
  • Nuova fotocamera e un notch il 32% più piccolo

Lo OnePlus 7T ha un design molto simile allo OnePlus 7. Dietro c'è una leggera curvatura e lo schermo è interrotto da un piccolo notch a goccia, nella parte superiore. A differenza dei modelli "T" del passato, però, non sarà difficile distinguere il 7 dal 7T, per via della fotocamera circolare che, secondo l'azienda, vuole richiamare le fotocamere tradizionali. 

Forse OnePlus si è ispirata a quanto fatto da Motorola o Nokia, o forse no, ma di certo il nuovo smartphone ricorda almeno un po' i prodotti di questi marchi.

L'impatto estetico è una questione di gusti personali, ma è chiaro che OnePlus ha preso una direzione diversa rispetto alla propria tradizione minimalista, quanto a design. Esteticamente la scelta non ci entusiasma, per ora, ma forse è questione di abitudine. 

OnePlus ha creato una fotocamera davvero molto sporgente

OnePlus ha creato una fotocamera davvero molto sporgente

(Image credit: Future)

Lo OnePlus 7T ha una finitura in vetro smerigliato come il 7 Pro, diversa da quella liscia e lucida dello OnePlus 7. Le dimensioni sono leggermente diverse: il 7T misura 160.94 x 74.44 x 8.13mm e pesa 190g, quindi è un po' più piccolo e leggero di OnePlus 7 Pro, e un po' più grande di OnePlus 7. 

Il formato più compatto lo rende un po' più maneggevole rispetto al 7 Pro. È facile da usare con una mano e ci sta comodamente in tasca, ma in ogni caso raccomandiamo di usare una custodia perché la copertura in vetro è leggermente scivolosa. E inoltre c'è un sacco di vetro da rompere, in caso di caduta. 

OnePlus 7 vs 7T vs 7Pro

OnePlus 7 vs 7T vs 7Pro

(Image credit: Future)

Abbiamo provato la versione Glacier Blue di OnePlus 7T, e siamo curiosi di vedere quella Frosted Silver. Alla vista, sembra un tonalità più leggera del 7 Pro Nebula Blue, che per i nostri gusti è preferibile. In ogni caso, non ci sono colorazioni davvero nuove. 

La distribuzione di porte e pulsanti sul 7T è identica a quella del 7 Pro. Ci piace come sono posizionati lo slider che controlla gli allarmi e il pulsante di attivazione, a destra. Si trovano facilmente con il pollice, e si può muovere lo slider molto comodamente. 

OnePlus 7T, niente jack da 3,5 mm. 

OnePlus 7T, niente jack da 3,5 mm. 

(Image credit: Future)

A sinistra c'è invece il pulsante per il volume, dove va a posizionarsi l'indice. Sotto troviamo porta USB-C, cassettino per la SIM e altoparlante. 

Rispetto al 7T Pro, invece, non ci sono il vetro curvato e la fotocamera frontale a scomparsa (pop-up). Lo schermo è piatto come sullo OnePlus 7 (e tanti altri smartphone), e c'è un piccolo notch a goccia che, secondo l'azienda, è circa il 30% più piccolo rispetto a quello di OnePlus 7. 

OnePlus 7T Schermo

  • Schermo AMOLED da 6,55" FHD+
  • Frequenza di 90Hz
  • HDR10+

Lo schermo dello OnePlus 7T è un notevole passo avanti rispetto allo OnePlus 7. Sulla carta, infatti, si confronta direttamente con quello del 7 Pro, anche se ci sono alcune differenza che vale la pena tenere a mente. 

Si tratta di uno schermo da 6,55" AMOLED con risoluzione FullHD+, con cornici molto sottili, HDR10+ e frequenza a 90Hz. Lo OnePlus 7 Pro arriva a 6,67" QHD, mentre lo OnePlus 7 a 6,41" FHD+. 

A prima vista potrebbe essere difficile distinguere tra uno schermo a 60Hz e uno a 90Hz. Ma quando si usa per un po' il secondo e ci si abitua, allora si nota subito. La maggiore frequenza, essenzialmente, significa che lo schermo si aggiorna più spesso (90 volte al secondo invece di 60), e il telefono sembra effettivamente più veloce e più fluido. 

La differenza è evidente quando si naviga nell'interfaccia o si gioca, mentre la compatibilità HDR10+ permette di godersi meglio film e video che usano questa soluzione tecnica. 

Il notch del 7T è stato ridotto del 30%. 

Il notch del 7T è stato ridotto del 30%. 

(Image credit: Future)

Lo schermo dello OnePlus 7T poi sfrutta anche un nuovo materiale E3 per ridurre del 42% l'emissione di luce blu, sena però alterare i colori. Il software si occupa di rendere i colori e il contrasto più intensi quando si riproduce un video. 

Tecnicismi a parte, abbiamo trovato questo schermo impressionante. Non è al livello del 7 Pro, che è più grande e con maggiore risoluzione, e soprattutto è curvato ai lati in modo tale da far sparire del tutto le cornici. 

Lo schermo è molto luminoso, ben visibile anche all'esterno

Lo schermo è molto luminoso, ben visibile anche all'esterno

(Image credit: Future)

Lo schermo piatto comunque ha i suoi vantaggi. Per esempio genera meno riflessi, ed è più raro che si diano dei comandi involontari. A meno che non siate di quelli che guardano (da vicino) i singoli pixel, lo amerete. 

La calibrazione dello schermo sullo OnePlus 7T è simile a quella dello OnePlus 7Pro, ma i colori sul 7 Pro ci sono sembrati più freddi mettendo i telefoni uno accanto all'altro. Il cielo, per esempio, sembra avere un blu più intenso. 

Lo schermo dello OnePlus 7T è eccellente per guardare film e serie TV, e anche per i videogiochi. Sullo OnePlus 7T Pro avevamo amato molto lo schermo ad alta frequenza, e avevamo detto che "ogni telefono dovrebbe averlo". Siamo ancora della stessa opinione. Con una luminosità massima di ben 1000 nit, inoltre, questo schermo è leggibile anche sotto il sole diretto. 

C'è anche una nuova modalità lettura che permette di visualizzare il contento a colori o in bianco e nero, a vostra scelta (prima era solo B//N). Può effettivamente stancare meno gli occhi, ma non l'abbiamo usato abbastanza a lungo per dirvi se è davvero utile.

OnePlus 7T, sensore d'impronte sotto lo schermo

OnePlus 7T, sensore d'impronte sotto lo schermo

(Image credit: Future)

Lo OnePlus 6T fu il primo smartphone di questa marca ad avere il sensore di impronte digitali integrato nello schermo, e al tempo ci era sembrato molto veloce. 

OnePlus sostiene che lo sblocco è anche più veloce rispetto a OnePlus 7: secondo le dichiarazioni dell'azienda, lo hanno ridotto da 0,40 secondi a 0,21 sec. Non possiamo misurare con tanta precisione, ma possiamo dirvi che è senz'altro molto veloce e affidabile. E possiamo affermare anche che è più veloce rispetto a quello sul Galaxy Note 10 Plus.  

Specifiche e prestazioni

  • Qualcomm Snapdragon 855+, leggermente più veloce 
  • 8GB RAM con 128GB o 256GB di archiviazione

Lo OnePlus 7T monta il processore Qualcomm Snapdragon 855+, un piccolo aggiornamento rispetto allo Snapdragon 855 che troviamo su OnePlus 7 e 7 Pro. Sulla carta il 7T ha punteggi, nei benchmark, migliori del 10-15% rispetto a OnePlus 7. 

Ci sono poi 8GB di RAM e 128 GB di archiviazione. Esiste anche la versione da 256GB,  che abbiamo testato. Le prestazioni dovrebbero essere le stesse, al netto di differenze davvero molto piccole. 

Come i modelli precedenti, lo OnePlus 7T gestisce qualsiasi sfida senza fare una piega. Durante il nostro test, non abbiamo notato nessun tipo di problema, dal punto di vista delle prestazioni. 

Non ci sono molti giochi ottimizzati per gli schermi a 90Hz, al momento. Abbiamo provato PUBG Mobile (ottimizzato fino a 60fps), giocando per un periodo prolungato ogni giorno, e possiamo dire che i giocatori non si pentiranno di aver comprato questo telefono. La GPU Adreno 640 può giocare qualsiasi gioco sul Play Store. 

Ovviamente, se uno smartphone può gestire così bene i videogiochi, è perfettamente in grado di fare anche le altre cose, che non pesano altrettanto sull'hardware. La navigazione web ci è sembrata perfetta, e così tutto il resto. Se volete uno smartphone ad alte prestazioni, lo OnePlus 7T vi piacerà. 

(Image credit: Future)

OnePlus 7T batteria

  • Warp Charge 30T carica da 0 a 100% in circa un'ora
  • Dura una giornata piena senza difficoltà
  • In generale un'autonomia nella media, senza gloria né infamia

L'autonomia dello OnePlus 7 e ci aveva impressionato. Lo OnePlus 7T ha una batteria da 3800mAh, un po' più grande rispetto al suo predecessore. Nonostante lo schermo consumi di più, l'impatto sull'autonomia è minimo. 

Partendo con la batteria carica, abbiamo usato lo OnePlus 7T dalle 09:00 alle 17:00, arrivando ala fine con il 40% di carica residua, uscendo dall'ufficio. Abbiamo poi fatto un test in condizioni più estreme, facendo molte fotografie e usando molto i videogiochi; in questo caso ha retto più di sei ore, che è più o meno quanto ci aspettavamo. 

Abbiamo poi guardato streaming (da Netflix) per 45 minuti, con volume e luminosità al massimo, su rete 4G. Lo smartphone ha perso il 9% di carica, mentre 20 minuti di navigazione web hanno consumato il 7%. 

Lo OnePlus 7T ha un nuovo sistema di ricarica, ancora più veloce. L'azienda lo chiama Warp Charge 30T, e sostiene che è il 18% più veloce rispetto ai modelli precedenti. Ufficialmente può caricare il 50% in 20 minuti, e arrivare al 100% in un'ora. 

Abbiamo potuto confermare le affermazioni di OnePlus: il nostro 7T infatti si è caricato dal 7% al 100% in 56 minuti.

Inoltre OnePlus ha rivisto il sistema di ricarica per evitare surriscaldamenti, persino se lo usate per giocare quando il cavo è collegato. Non abbiamo avuto modo di provare questa specifica situazione, per ora.  

(Image credit: Future)

Fotografia

La fotocamera posteriore dello OnePlus 7T ha un grandangolo da 48MP ed f/1.6, un ultragrandangolo da 16MP e un teleobiettivo da 12MP. Il teleobiettivo è l'unica differenza rilevante rispetto allo OnePlus 7 Pro. Frontalmente abbiamo un sensore da 16MP, all'interno del notch a goccia.

La fotocamera del 7 Pro non era fenomenale in rapporto al suo prezzo, ma con lo OnePlus 7 la situazione è migliore. La fotocamera è migliore rispetto allo OnePlus 7, e ci sono alcuni automatismi software molto interessanti.

Immagine 1 di 4

(Image credit: Future)

Shot using macro mode

Immagine 2 di 4

(Image credit: Future)

Shot using macro mode

Immagine 3 di 4

(Image credit: Future)

Shot using macro mode

Immagine 4 di 4

(Image credit: Future)

C'è anche una modalità macro e una modalità notturna con l'ultragrandangolo. La prima permette di fotografare soggetti molto vicini all'obiettivo; non la userete molto spesso, ma di tanto in tanto può essere utile e divertente. 

Immagine 1 di 4

(Image credit: Future)

Nightscape mode

Immagine 2 di 4

(Image credit: Future)

Nightscape mode

Immagine 3 di 4

(Image credit: Future)

Nightscape mode

Immagine 4 di 4

(Image credit: Future)

Nightscape mode

La modalità notturna è molto migliorata, sopratutto per la nitidezza dei dettagli. Lo abbiamo notato in soggetti come edifici, alberi e persino persone. Inoltre l'azienda sembra aver risolto quel problema per cui si vedevano i cieli notturni con colori slavati o del tutto bruciati, quando si usava la modalità notturna sul 7Pro. Ci sono senz'altro telefoni ancora migliori di notte, come il Pixel 3a, ma questo OnePlus 7T ci si avvicina.

Immagine 1 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 4 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 5 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 6 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 7 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 8 di 9

(Image credit: Future)
Immagine 9 di 9

(Image credit: Future)

Con una buona illuminazione, di giorno, le immagini hanno colori intensi e molti dettagli. Ma d'altra parte tutte le fotocamere se le cavano benissimo quando c'è molta luce. 

I risultati sono molto buoni anche quando si usa lo zoom 10x, che potete vedere in azione della prima immagine qui sopra. 

Immagine 1 di 2

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 2

(Image credit: Future)

Anche i ritratti ci sono piaciuti. L'effetto di profondità sembra più naturale, e si riesce a usare questa funzione anche con soggetti in movimento.. almeno un po' meglio di prima. Abbiamo provato con un cane che giocava, e il risultato ci sembra impressionante. Ogni tanto c'è qualche problema nella gestione dell'esposizione. 

Vale la pena notare che ora la Modalità Ritratto si può usare anche con il grandangolo. 

La fotocamera frontale genera dei selfie rispettabili quando c'è molta luce, ma la qualità scende parecchio in condizioni di scarsa illuminazione. 

In termini di prestazioni, la fotocamera ha una messa a fuoco veloce e sfrutta tutte e tre le lenti a ogni scatto. Il tempo di elaborazione è ridotto e il riconoscimento della scena è migliore rispetto al passato. È evidente che OnePlus si è impegnata a fondo per migliorare il proprio software fotografico. 

Software

  • Il primo smartphone nato con Android 10
  • Interfaccia Android più accattivante sul mercato
  • Nuovi gesti che rendono più semplice la navigazione

Lo OnePlus 7T è il primo smartphone nato con Android 10. L’interfaccia è la nuova 10.0 di OxygenOS, unita all’ultima versione del sistema operativo Google. L’interfaccia è esteticamente diversa dalla versione Android base, ma segue gli stessi principi. È leggera, pulita e bella da vedere.

Rimane la nostra interfaccia Android preferita per la fluidità che offre durante la navigazione. L’azienda si è concentrata sull’ottimizzazione dello scorrimento, delle animazioni e delle transizioni per un funzionamento fluido, e si vede.

Con Android 10 è possibile scorrere dal lato destro o sinistro per tornare indietro e si può accedere a una barra di navigazione posizionata in basso per scegliere tra le app usate di recente. Anche se non siamo abituati a questi nuovi gesti su Android, questi sembrano velocizzare la navigazione dopo un po’.

Nuove funzioni per la personalizzazione vi permettono di scegliere la forma delle icone tra tonde, quadrate, a goccia o rettangolari. Sotto la voce Messaggi c’è un’impostazione che vi permette di inserire parole chiave specifiche per bloccare SMS di spam.

Quello che ci piace di OxygenOS è che non ci sono applicazioni non necessarie che creano disordine, e nonostante questo c’è largo spazio per personalizzare l’interfaccia e rendere il vostro smartphone meno impersonale.

Ci sono alcune piccole aggiunte utili e sappiamo che presto riceverà un aggiornamento con una nuova app Galleria, album Smart e altro ancora. Aggiorneremo questa recensione quando queste nuove funzioni saranno disponibili per Lo OnePlus 7T.

(Image credit: Future)

Verdetto 

Con OnePlus 7T l’azienda ha effettivamente reso lo OnePlus 7 Pro più accessibile ai consumatori. Si tratta del perfezionamento ‘T’ della serie OnePlus migliore che si possa trovare, ed è sicuramente uno smartphone appetibile per chi trova lo OnePlus 7 Pro troppo ingombrante.

Il display è eccellente e le prestazioni sono buone quasi tanto quanto quelle del 7 Pro, mentre la ricarica rapida è ancora più veloce. L’unico svantaggio se comparato al 7 Pro è la mancanza del meraviglioso display curvo QHD+ e della fotocamera frontale a scomparsa.

Per chi è?

Si tratta della soluzione ideale per chi vuole avere le novità presenti nel OnePlus 7 Pro a un prezzo inferiori e con dimensioni più compatte. Se non tenete così tanto allo schermo ricurvo e alla fotocamera mobile si tratta di un'ottima scelta. 

Per chi cerca lo smartphone migliore per giocare invece il ROG Phone II di Asus rimane la scelta migliore.

Che cos'è una recensione hands-on?

Le recensioni "Hands on" sono le prime impressioni di un giornalista, basate su un utilizzo dell'oggetto per breve tempo. Potrebbe trattarsi di pochi momenti o qualche ora. La cosa imporante è che abbiamo potuto usarlo personalmente e possiamo raccontarti ciò che ci è sembrato, anche se è solo un giudizio embrionale. Per saperne di più leggi Garanzia delle recensioni TechRadar.