Skip to main content
Immagine: TechRadar
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Con performance esemplari, un display dai colori vivaci, un design moderno e una fotocamera riuscita, l’Honor 20 ha molti vantaggi dal punto di vista dell’hardware, ma rimane qualche dubbio riguardante Huawei per la parte software.

Pro

  • Ottime prestazioni
  • Buoni risultati con la fotocamera
  • Ottime specifiche per il suo prezzo

Contro

  • Brutta interfaccia Magic UI
  • Troppe applicazioni inutili
  • I problemi di Huaweu sollevano dei dubbi sugli aggiornamenti futuri

Aggiornamento: dopo che Google ha sospeso il futuro accesso di Huawei al Play Store Android e agli aggiornamenti di sicurezza, ci sono molti seri dubbi riguardo il futuro degli smartphone Huawei e Honor.

Google, Huawei e Honor hanno confermato il supporto agli smartphone momentaneamente sul mercato, ma non è chiaro per quanto tempo riceveranno gli aggiornamenti Android e l’accesso al Google Play Store, il che comprometterebbe gravemente la loro utilità se comparati alla concorrenza. 

L’Honor 20 è l’esempio perfetto della strana posizione in cui si trova la sottomarca di Huawei in questo momento. Si tratta di uno smartphone potente, quasi un top di gamma, ed è acquistabile ad un prezzo incredibilmente competitivo. Il problema è il tanto pubblicizzato problema politico, che mette il brand in una brutta posizione.

Non sappiamo come si evolverà questo problema tra gli USA e Huawei (nel momento in cui scriviamo, sembra che ci saranno risvolti positivi per l’azienda cinese). Quello che sappiamo è che l’Honor 20 sarà un candidato molto convincente per la fascia media quando la situazione sarà più tranquilla.

L’Honor 20 Lite offriva tutto il necessario per un principiante, mentre l’Honor 20 ha molto in comune con l’Honor 20 Pro. Ha lo stesso display, lo stesso processore e un design molto simile.

Per di più, anche se la fotocamera non è flessibile o avanzata come quella dell’Honor 20 Pro, permette comunque di scattare bellissime foto in condizioni ordinarie.

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

(Image credit: Future)

Honor 20: data di uscita e prezzo 

  • Disponibile in Italia
  • Prezzo di partenza: 499,00€

La cosa migliore dell’Honor 20 è che si tratta di un dispositivo funzionale di fascia alta alla metà del prezzo di un top di gamma. Quando è uscito in Italia il 28 giugno era disponibile al prezzo di soli 499 euro.

Si tratta dello stesso prezzo del Google Pixel 3a, che promette di offrire componenti da top di gamma a un prezzo molto più basso. A differenza dello smartphone Google però l’Honor 20 ha performance davvero incredibili, prendendosi alcune concessioni per quanto riguarda la fotocamera.

Anche il prezzo è un punto a favore dell’Honor 20, contro il costo di smartphone di fascia alta che sono disponibili a un prezzo scontato negli ultimi mesi come il Nokia 9 PureView e lo Xiaomi Mi 9

Funzioni principali

  • Ottimo sensore laterale per le impronte digitali
  • Buone componenti a un ottimo prezzo
  • Quadrupla fotocamera

Sul sito ufficiale Honor c’è scritto che il brand considera la quadrupla fotocamera dell’Honor 20 il fiore all’occhiello del dispositivo.

Questa proposizione onestamente è usata per tutti i prodotti sottomarca di Huawei, e noi dubitiamo che sia vera per tutti i dispositivi. Questo però non priva l’Honor 20 del suo valore aggiunto.

Per una cifra onesta potete avere praticamente le stesse performance del Huawei P30 Pro. In più ha lo stesso display da 6.26’’ del più costoso Honor 20 Pro. E, certamente, avrete anche la tanto pubblicizzata quadrupla fotocamera.

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

(Image credit: Future)

Comunque, una delle nostre funzioni preferite dell’Honor 20 è qualcosa che inizialmente potrebbe sembrare un eccentrico abbassamento di livello rispetto ai top di gamma rivali. Come l’Honor 20 Pro, anche l’Honor 20 ha il sensore per le impronte digitali integrato nel pulsante di accensione.

Mentre altri smartphone come il Samsung Galaxy S10 e il Huawei P30 Pro optano per l’impressionante (ma meno efficiente) tecnologia del lettore di impronte digitali integrato nel display, l’Honor 20 predilige un’alternativa meno tecnologica, ma più efficiente e veloce.

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

(Image credit: Future)

Sbloccare lo smartphone con il pollice o con un dito semplicemente premendo un pulsante laterale è una sensazione sorprendentemente naturale. Molto più naturale rispetto a una soluzione montata sulla scocca o nella parte frontale del dispositivo.

È possibile accedere allo smartphone anche quando è appoggiato da qualche parte, cosa impossibile con un sensore montato sulla scocca. In più, il dispositivo non necessita di una cornice importante nella parte inferiore dello schermo per un sensore montato frontalmente.

Apprezziamo particolarmente il fatto che il pulsante di accensione e autenticazione sia in una posizione leggermente rientrante, molto utile nel caso non riusciate a trovarlo all’istante.

Ci piace che lo smartphone si accenda e sblocchi con un tocco leggero, senza bisogno di premere il tasto fino in fondo. L’operazione di sbloccaggio è estremamente veloce e affidabile.

Design

  • Bel design con foro sul display
  • Una calamita per le impronte digitali

L’Honor 20 ha molte caratteristiche da top di gamma, come ad esempiole cornici in metallo, mentre  la scocca e la parte frontale sono di vetro.

Nella parte frontale c’è un display che va da bordo e bordo molto moderno, con un foro nell’angolo in alto a sinistra. Il retro ha un aspetto molto costoso con una finitura riflettente.

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

(Image credit: Future)

Una cosa da sottolineare è che i segni delle impronte digitali risaltano molto sulla finitura in vetro, che per di più rende il dispositivo piuttosto scivoloso. Meglio non appoggiarlo su superfici completamente piatte o scivolose, perchè il dispositivo tende a slittare via al minimo tocco.

I bordi del dispositivo sono curvi, in metallo opaco, e rendono la piacevole la presa, nonostante le superfici in vetro la rendano più precaria di quanto vorremmo. Per fortuna il pulsante di accensione e riconoscimento minimizza il bisogno di rigirare il telefono da una parte e dall’altra quando tenuto con una mano sola.

Sopra il pulsante di accensione ci sono i pulsanti per il volume, un po’ più difficili da raggiungere, ma non si tratta di un problema grave.

Sfortunatamente non c’è il jack audio da 3.5 mm. È abbastanza fastidioso che Honor non abbia approfittato di questa omissione per aggiungere la protezione contro gli schizzi, o addirittura contro l’immersione.

Display

  • Display LCD da 6.26'' dai colori vivaci
  • Risoluzione 1080 x 2340

 Siamo piuttosto soddisfatti del grande display dell’Honor 20. È grande abbastanza con i suoi 6.26’’, e la risoluzione 1080 x 2340 è molto buona.

Non ci sono tanti pixel come nei display QHD dei modelli più costosi, ma talvolta una risoluzione del genere può essere esagerata.

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar

(Image credit: Future)

Le immagini risultano piacevolmente bilanciate, con colori vibranti e bianchi nitidi. Sembra che perda buona parte della sua vividezza all’esterno, il che suggerisce che non raggiunge il livello di luminosità dei migliori schermi sul mercato.

C’è sempre il solito problema con il foro sul display: la maggior parte dei contenuti multimediali (Netflix, Amazon Video) fingono che non esista e il fatto che venga ignorato rende il dispositivo curiosamente asimmetrico. I contenuti di YouTube possono essere zoomati per riempire il display, ma generalmente si perde una parte dell’immagine facendo così.

La maggior parte dei giochi più recenti si adatta alle proporzioni 19.5:9 piuttosto bene, coprendo l’intera superficie dello schermo. L’effetto di conseguenza è molto coinvolgente.