Skip to main content

Recensione Fujifilm GFX 100

Medio formato, a tutto gas

Fujifilm GFX 100
Editor's Choice
(Image: © Future)

Verdetto 

Fujifilm GFX 100 è una fotocamera che punta a impressionare su più fronti e riesce al meglio nel suo intento. Del resto è quello che ci aspettiamo da un modello da 5 cifre (solo per il corpo macchina),e anche se le alternative della concorrenza hanno un prezzo più alto, Fujifilm si merita ancora una volta un applauso per aver portato un livello di dettaglio e dell’immagine così alto ad un costo più accessibile..

Il fascino della GFX 100 va oltre le specifiche e il sensore principale. I fattori wow sono molti: è la prima volta che una medio formato possiede la stabilizzazione basata sul sensore, un mirino molto grande e chiaro che può essere facilmente rimosso quando non è necessario, un alto grado di personalizzazione unito a numerose soluzioni tecnologiche, un rilevamento del viso e degli occhi molto efficace che la rende perfetta in ambito ritrattistico, un'ottima messa a fuoco per un modello medio formato e una costruzione resistente e con la massima tropicalizzazione. Quale altra fotocamera di medio formato, a qualsiasi costo, può soddisfare  questo tipo di richieste da parte degli utenti?

I problemi principali di GFX 100 non dipendono dalle sue prestazioni, bensì sono legati al design complessivo. Una fotocamera di queste dimensioni e peso sarà sempre meno comoda da maneggiare e da utilizzare rispetto ad un modello full-frame di fascia alta, in particolare se si considerano gli obiettivi. I difetti riguardanti il peso e le dimensioni sono difficili da correggere, ma le lacune riguardo le impugnature, i rivestimenti e la leva AF andavano gestite diversamente.

Anche l’EVF risulta un po’ scomodo, tralasciando le sue prestazioni, è molto ingombrante e ostacola visivamente e fisicamente l’utilizzo del display LCD se lo si vuole inclinare o guardare da delle prospettive più inusuali.

Per ovviare a questo problema si può solo: togliere l’EVF, comprare un adattatore che lo inclina (accessorio costoso) oppure si può acquistare il mirino della GFX 50R, anche se nettamente meno definito e meno prestante (accessorio anch’esso molto costoso).

Vale la pena ricordare che se state cercando una fotocamera con una risoluzione molto alta, alcune fotocamere mirrorless più moderne sono in grado di scattare immagini con questo tipo di risoluzione (o superiore),anche se spesso presentano limitazioni in termini di movimento del soggetto, uso del treppiede e così via. Sebbene abbia un buon prezzo in base a ciò che offre, Fujifilm GFX 100 risulta ancora un cospicuo investimento, anche senza considerare il costo di qualsiasi obiettivo. Tuttavia è riuscita a colmare il vuoto presente nel mercato delle medio formato, introducendo una macchina molto valida e competitiva ad un prezzo veramente basso, se si pensa alle sue rivali.

Rivali

Immagine 1 di 3

(Image credit: Hasselblad)

Hasselblad H6D 100c

Hasselblad H6D 100c

Con il suo sensore medio formato da 100 MP, i 15 EV di gamma dinamica garantiti dalla casa e l'opzione video 4K, Hasselblad H6D 100c è una rivale perfetta della GFX 100. Tuttavia, il costo del solo corpo è di ben € 34,680, più del triplo del prezzo della GFX 100, qualcosa che è ancora più difficile da digerire se si considera che la GFX 100 è migliore sotto alcuni aspetti come:portabilità, velocità d’utilizzo, corpo e peso.

Immagine 2 di 3

(Image credit: Future)

Phase One XF IQ4

Phase One XF IQ4

Se pensavate che il sensore di Fujifilm GFX 100 fosse impressionante, che ne pensate di questo? XF IQ4 vanta un sensore retroilluminato ancora più grande da ben 53,4 x 40 cm che raggiunge un totale di 151 MP e scatta immagini da 150 MP. 

La Phase One monta un sensore impressionante, proprio come il suo prezzo, che si attesta dai €45.000 ai €50.000, per il corpo, una lente e un supporto.

Immagine 3 di 3

(Image credit: Future)

Panasonic Lumix S1

Panasonic Lumix S1

Panasonic Lumix S1 monta un sensore full frame da 24 MP, al contrario della GFX 100 e il suo medio formato, ma con la modalità ad alta risoluzione è in grado di produrre immagini fino ad un massimo di 96 MP. 

Con la GFX 100 condivide la stabilizzazione basata sul sensore, un mirino da 5,76 milioni di punti e un corpo impermeabile, sebbene la durata della batteria sia di soli 380 scatti per carica. Tuttavia il suo costo è meno della metà rispetto a quello della  GFX 100.

Recensione Panasonic S1R