Skip to main content

Zhaoxin KX-6000, la CPU x86 fatta in Cina che compete con l’Intel Core i5-7400

(Image credit: Shutterstock.com)

Alla fine dello scorso anno, il progettista cinese di semiconduttori Zhaoxin (di proprietà congiunta del governo e di VIA Technologies, un'altra società di semiconduttori) ha promesso che le sue prossime CPU octa-core basate sul nodo a 16 nm di TSMC sarebbero state in grado di competere con i processori Intel quad-core i5, e oggi è quel giorno: le nuove CPU KX-6000, annunciate di recente, offrono prestazioni paragonabili a quelle del Core i5-7400, ma si suppone che siano a soli 3 GHz. E sono compatibili con  Windows. Anche se questo livello di prestazioni non sembra molto impressionante, in realtà si tratta di uno sviluppo molto significativo per alcune ragioni.

Aziende come VIA e Zhaoxin sono ansiose di poter competere con colossi come Intel, AMD e IBM visto che la Cina vuole i propri processori, non solo per competere all'interno dei propri confini, ma anche per competere all'estero e ridurre l'esposizione del paese all'influenza esterna. La scena internazionale delle CPU è dominata da aziende statunitensi  come Intel, AMD e IBM, tra gli altri. Sia per ragioni politiche che economiche, la prospettiva che la Cina produca ed esporti processori redditizi e potenti è allettante.

È  anche un risultato tecnologico significativo per Zhaoxin. Qualsiasi tipo di CPU che possa  competere con Intel è impressionante, poiché Intel è al vertice della gerarchia sia per dimensioni che per tecnologia. La tradizionale AMD e IBM, più incentrata sui server e sulle funzioni specialistiche, hanno rappresentato finora l'unica vera concorrenza di Intel: questi attuali equilibri potrebbero smuoversi se Zhaoxin riuscirà a mettere in campo processori competitivi per il mercato x86. 

Il Core i5-7400 non è in alcun modo la CPU desktop più veloce di Intel (nemmeno quando fu lanciato nel 2017), ma è una delle CPU desktop più veloci realizzate da qualsiasi azienda oggi. Anche le CPU Ryzen di prima generazione di AMD hanno lottato contro di essa per ciò che riguarda le prestazioni su carichi di lavoro su singolo thread.

Lenovo utilizza già processori Zhoaxin di generazione precedente in alcuni notebook (non venduti in Italia), e i parametri di riferimento sono già presenti in database pubblici, il che significa che i chip sono più di un sogno irrealizzabile. Zhaoxin sta anche pianificando di lanciare CPU server competitivi (la serie KH-40000), ma sul nodo a 7 nm di TSMC con supporto PCIe 4.0 e DDR5. Zhaoxin non ha rivelato esattamente quando arriveranno sul mercato queste CPU, ma ci vorrà un po' di tempo, visto che utilizzeranno le prossime memorie DDR5.