Skip to main content

Xiaomi, torna il chip Surge sui prossimi dispositivi?

Xiaomi Surge S1
(Image credit: Xiaomi)

È in programma un importante evento dedicato ai dispositivi mobili. In questa occasione, Xiaomi dovrebbe svelare i propri Mi 11 Ultra, Mi 11 Pro e forse un nuovo Mi Mix. E ora l'azienda ha lasciato intendere l'arrivo di un'altra novità, ovvero un SoC personalizzato.

In base ai post sul social media cinese Weibo di Xiaomi e dei suoi dirigenti (come segnalato da Android Authority e altri), un nuovo "chip sviluppato internamente" sarebbe in arrivo e nei post si fa riferimento al termine "surging", che richiama alla mente il primo SoC dell'azienda, chiamato Surge S1.

Il chip del 2017 a oggi non ha un successore, nonostante si vociferi da tempo di una sua nuova iterazione. E ora sembra che Xiaomi sia pronta a riprovarci, con un prodotto che potrebbe appunto chiamarsi Surge S2.

Al momento, non è chiaro in quali dispositivi potremo vedere il nuovo chipset: potrebbe essere installato nei prossimi smartphone Xiaomi, ma potrebbe essere destinato anche a dispositivi meno potenti come i gadget per smart home.

Il grande lancio

L'evento del 29 marzo di Xiaomi avrà sicuramente un programma molto denso e, grazie alle meraviglie dell'Internet, sarà disponibile a chiunque voglia parteciparvi. Ecco la nostra guida per capire come guardarlo, con tutti gli orari e le modalità di connessione.

E considerate tutte le indiscrezioni che circolano e gli indizi disseminati da Xiaomi, le novità potrebbero essere tante. Una di queste potrebbe essere un veicolo elettrico frutto della collaborazione fra Xiaomi e Great Wall Motors.

Xiaomi stessa ha suggerito l'arrivo di un nuovo tipo di fotocamera "liquid-lens" a cui sta lavorando, probabilmente per il prossimo Mi Mix. Potrebbe includere un teleobiettivo e funzionalità macro in un'unica lente.

Non è la prima volta che sentiamo di un possibile ritorno al SoC da parte di Xiaomi e ne sapremo di più a breve. Come sempre, vi terremo aggiornati su tutte le novità e gli annunci, pertanto continuate a leggerci.