Skip to main content

Xboxs Series S: l'SSD da 512GB non sarà un problema se questa idea funziona

Xbox Series X vs Xbox Series S price
(Immagine:: Microsoft)

Xbox Series S costa solo 299 euro, davvero poco per una console di nuova generazione. Sono cento euro in meno rispetto alla PS5 Digital Edition, ma ci sono alcuni limiti da tenere in considerazione: è meno potente e ha un SSD da 512GB, che almeno secondo qualcuno sono troppo pochi. 

In effetti, con giochi che arrivano a pesare anche più di 50GB l'SSD dell'Xbox Series S potrebbe rivelarsi troppo piccolo per chi desidera avere una vasta libreria di giochi installati. Xbox Series X, in confronto, ha un SSD da 1TB, oltre al lettore ottico per usare i giochi su blu-ray (ammesso che la cosa abbia ancora un senso nel 2020). 

La dimensione dell'SSD tuttavia potrebbe essere un falso problema, o almeno un problema meno grave di quanto sembri oggi. Jason Ronald di Microsoft infatti ha spiegato che i giochi per Xbox Series S saranno circa il 30% più piccoli rispetto alla versione per Series X. Questo perché, proprio perché Series S è meno potente, i vari elementi dei giochi possono essere ridotti. Per esempio, non servono texture a risoluzione 4K. 

Ronald ha spiegato anche che questo aspetto dipende dagli sviluppatori. In altre parole, per Series S non servono elementi ad alta risoluzione, ma la scelta di inserire dati più leggeri dipende dagli sviluppatori. Che potrebbero anche decidere di fare lo stesso gioco per entrambe le console, ignorando questo possibile vantaggio.

Potenzialmente, quindi, il fatto che Xbox Series S abbia un SSD più piccolo potrebbe non essere un problema. Ma Microsoft si affida alla buona volontà degli sviluppatori, e non è detto che la cosa funzioni.

Fonte: IGN (Si apre in una nuova scheda)

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.