Skip to main content

Windows 7, anche da morto non sfugge agli aggiornamenti buggati

(Image credit: Shutterstock)

Windows 7 è entrato nella fase di fine vita il 14 gennaio 2020 con Microsoft che ha rilasciato un aggiornamento finale per il sistema operativo ormai “morto” ma sembra che un bug piuttosto fastidioso si sia fatto strada in diversi sistemi.

Come riportato da Windows Latest, un certo numero di utenti si è rivolto a Reddit e ai forum di supporto di Microsoft per lamentarsi del fatto che l'aggiornamento finale di Windows 7, KB4534310, introduce un nuovo e seccante bug che sostituisce lo sfondo del desktop esistente con una schermata nera.

Anche una volta ripristinata l'immagine del desktop originaria al riavvio successivo lo sfondo nero si ripresenta. Tutto molto noioso.

Si ipotizza che questo errore sia causato dal server di attivazione di Microsoft che pensa che Windows 7 non sia attivato o che si stia utilizzando un codice Product Key illegale. In passato, se si utilizzava questo sistema operativo, non era possibile modificare lo sfondo del desktop, fino a quando non era stata completata l'attivazione del software ufficiale.

Quindi potrebbero essere i server di Microsoft ad avere dei problemi ed è probabile che si tratti di un vero errore e non di un modo subdolo per fare in modo che gli utenti che utilizzano ancora Windows 7 si decidano ad eseguire l'aggiornamento a Windows 10.

In effetti, alcune persone che hanno eseguito l'aggiornamento all'ultima versione del sistema operativo segnalano tuttora questo problema.

Come risolvere il problema

Sembra che l'unico modo per risolvere questo problema per ora sia disinstallare l'aggiornamento: il KB4534310 o quello della sicurezza KB4534314.

Per fare ciò, bisogna aprire il menu Start e andare su Programmi > Programmi e funzionalità > Visualizza aggiornamenti installati. Dovreste vedere quei due aggiornamenti. Fare clic su uno dei due, quindi selezionare "Disinstalla".

C'è qualcosa di quasi paradossale e divertente nel fatto che l'ultimo aggiornamento di Microsoft per Windows 7 contenga un bug, dato che recentemente quasi tutti gli utenti che eseguono Windows 10 hanno il timore ad installare un nuovo aggiornamento, poiché potrebbe introdurre nuovi bug e problemi mentre cerca di correggere quelli più vecchi.

Certo, non è una cosa su cui ridere perché sono molte le persone che sono affette da questo problema, ma per fortuna è solamente qualcosa di irritante e non  pericoloso.

Tuttavia, speriamo che Microsoft lo risolva al più presto, piuttosto che lasciare Windows 7 “morire” con un “canto del cigno” piuttosto imbarazzante.