Skip to main content

Windows 10, Microsoft rende obbligatorio l'account. Ecco come fare senza.

(Image credit: Shutterstock)

Secondo quanto riferito, Windows 10 ha rimosso la possibilità di scegliere di installare il sistema operativo con un account locale predefinito in diversi Paesi del mondo.

Attualmente, la modifica interessa gli utenti statunitensi, che si vedono obbligati a configurare Windows 10 con un account Microsoft (collegando l'installazione del sistema operativo ai propri account, password e dati).

Tuttavia, questa novità potrebbe interessare anche altri Paesi. Secondo il sito tecnologico tedesco Dr Windows, i processi di installazione di Windows 10 in Germania starebbero obbligando gli utenti con connessione Internet attiva a configurare un account Microsoft.

Per evitare la configurazione di un account Microsoft, la soluzione è quella di procedere con l’installazione del sistema operativo senza essere connessi a internet. Se il PC non è connesso alla rete durante l'installazione, potete continuare a usare un account locale per terminare il processo.

Come riporta Dr Windows, se siete connessi a Internet bisogna necessariamente creare un account Microsoft, sebbene il programma di installazione di Windows 10 riporti che l'account può essere rimosso dopo l'installazione, il che risulterebbe abbastanza fastidioso per l’utente.

Si pensa che questa modifica sia stata testata negli Stati Uniti e potrebbe presto essere implementata in tutto il mondo. Tuttavia, non possiamo ancora esserne certi.

Problemi di sincronizzazione 

Anche se può risultare fastidioso, configurare Windows 10 con un account Microsoft porta alcuni vantaggi, come la sincronizzazione automatica delle impostazioni e delle preferenze su diversi dispositivi, quindi sicuramente non si tratta di una scelta senza senso.

Il punto però è che non saremmo più liberi di scegliere, dato che alcune persone si sentono più a loro agio utilizzando un account locale. In passato ci sono state situazioni in cui diversi utenti di Windows 8.1, che collegavano il proprio sistema operativo a un account Microsoft, non sono stati poi più in grado di avviare il proprio PC. Prospettive del genere sono parecchio preoccupanti.

Via Softpedia