Skip to main content

Thor: Love and Thunder, spiegazione del finale e del post-credit

Thor and Jane Foster's Mighty Thor stand next to each other on a green field in Thor: Love and Thunder
Thor 4, spiegazione del finale e della scena post-credit (Image credit: Marvel Studios)

Attenzione, in questo articolo ci sono spoiler di Thor: Love and Thunder. Siete avvisati

Thor 4 si può vedere al cinema, mentre bisogna aspettare ancora un po' per vedere Thor Love and Thunder su Disney+. Se avete già visto il film, magari avete qualche domanda sul finale e sulla scena post-credit.

Thor 4 si inserisce nella fase 4, il momento più recente nell'ordine dei film Marvel. Per ora ci sono ancora molte cose da scoprire, e il destino di molti personaggi è ancora da definire. La fase 4, tra l'altro, rappresenta anche una svolta crossmediale, vista la grande importanza delle serie TV Disney+ all'interno della narrazione. 

Nelle prossime righe parleremo del finale di Thor 4 e della scena post-credit, cercando di spiegare le cose meno ovvie. Dunque, le prossime righe sono piene di spoiler. Se non volete vederli, smettete di leggere ora.

Thor: Love and Thunder, finale spiegato e il piano di Gorr

Gorr takes off his hood in an unknown location in Thor: Love and Thunder

Il piano di Gorr svelato, una pessima notizia per l'MCU (Image credit: Marvel Studios)

Nel tentativo di fermare Gorr il Macellatore di Dei, Thor e i suoi compagni vanno a
Omnipotence City. Qui ha sede un consesso di divinità, le quali decidono di discutere  la nuova minaccia.  

Thor, Jane (alias The Mighty Thor), Valchiria e Korg chiedono a Zeus, comandante di Omnipotence City, di aiutarli. Zeus però rifiuta, affermando che i dei sono al sicuro nella loro cittadella, e che gli dei già caduti vittima di Gorr sono un sacrificio giustificato. 

Zeus inoltre racconta a Thor quello che, secondo lui, è il piano di Gorr: raggiungere i Cancelli dell'Eternità, luogo di residenza di Eternità, una delle entità cosmiche dell'MCU. Nei fumetti, Eternità è il capo di un gruppo di creature astratte note come i Poteri Cosmici; i poteri di Eternità non hanno limiti, ma in Thor: Love and Thunder  a Gorr ne interessa uno in particolare: il poter di alterare l'universo come vuole, se qualcuno lo desidera. 

Se Gorr raggiunge Eternità, allora potrà desiderare qualsiasi cosa, e prevedibilmente vuole eliminare ogni dio esistente. A peggiorare le cose, Zeus vuole impedire al quartetto di andarsene, perché permetterebbero a Gorr di trovare Omnipotence City, scoprire dove si trova Eternità e poi portare a termine il suo piano. 

Thor così accusa Zeus di essere un codardo, e lui si infuria: nella rissa che ne consegue il fulmine di Zeus colpisce Korg, devastandolo. 

Jane Foster's Mighty Thor fires multiple Mjolnir pieces at Zeus' guards in Thor: Love and Thunder

Mighty Thor combatte Zeus insieme ai suoi alleati in Thor: Love and Thunder. (Image credit: Marvel Studios)

Thor, consumato dal dolore e dalla rabbia, si sfoga su Zeus, afferra il suo fulmine e glielo rilancia contro, trafiggendogli il cuore. Dal suo corpo morente, Zeus prende l'arma che potrebbe sconfiggere Gorr. Thor, Jan, Valchiria e Korg - che sorprendentemente è ancora vivo - riescono a fuggire. 

Il gruppo si reca al Regno delle Ombre, per salvare i figli di Nuova Asgard, che Gorr aveva rapito in precedenza. Si tratta però di una trappola. Jane trova un testo, da cui si capisce che Gorr ha bisogno di Stormbreaker, l'ascia di Thor, per attivare il Bifrost e aprire il passaggio verso Eternità. Così Mighty Thor prende Stormbreaker e la lanca lontano, appena prima di essere catturata da Gorr, insieme a Thor e Valchiria. 

Gorr ordina a Thor di richiamare Stormbreaker, minacciando di uccidere Jane e Valchiria. Thor accetta, ma usa l'ascia per liberare il trio. Segue un combattimento, ma Gorr è troppo forte, e Valchiria ne esce gravemente ferita. Cercano di fuggire usando il Bifrost ma Gorr riesce a strappare Stormbreaker dalle mani di Thor all'ultimo momento. I tre riescono a mettersi in alvo, ma il loro avversario si accinge a completare il suo piano. 

Thor: Love and Thunder, spiegazione del finale

Thor calls down his lightning powers while Drax looks on in Thor: Love and Thunder

Thor ha un nuovo, potente partner (Image credit: Marvel Studios)

Tornato sulla Terra e senza Stormbreaker, le cattive notizie per Thor non finiscono. Viene a sapere che Mjolnir sta uccidendo Jane più in fretta del previsto. Ogni volta che usa il martello, infatti, assorbe la sua energia vitale, impedendole di combattere contro il cancro di cui è malata. Thor così proibisce a Jane di usare ancora Mjolnir e, dopo aver preso il fulmine di Zeus da Valchiria, pare alla ricerca di Gorr, con l'intenzione di affrontarlo da solo. 

Trova l'avversario già intento a usare Stormbreaker per sfondare i cancelli di Eternità. Salva i bambini di Nuova Asgard, e chiede loro di armarsi, con la classica frase "se sono meritevoli, avranno il potere di Thor". 

I ragazzi, ovviamente, ottengono il potere e aiutano il dio norreno ad affrontare i mostri evocati da Gorr. Ma Thor ancora non è abbastanza forte per affrontare il nemico e la su Necrospada. 

Sulla Terra, intanto, Jane percepisce ogni colpo subito da Thor, perché i due sono connessi tramite Mjolnir. Il martello la chiama, per aiutare il suo precedente padrone. Thor decide di rispondere al richiamo, e raggiunge Thor usando il Bifrost.

Mentre Jane affronta il Macellatore di Dei, Thor recupera Stormbreaker; poi i due uniscono le forze per spezzare Necrosword, e poi usano i frammenti di Mjolinir per intrappolare la lama spezzata. Jane richiama un'ultima volta il potere del fulmine, distrugge la Necrospada e libera Gorr dalla maledizione. 

Ma è troppo tardi. Stormbreaker e il Bifrost hanno aperto i cancelli, e Gorr è entrato e ha espresso il desiderio di distruggere tutti gli dei dell'MCU. 

Thor and Jane Foster stand face to face in another realm in Thor: Love and Thunder

Il viaggio di Thor e Jane sembra giungere al termine (Image credit: Marvel Studios)

Thor e Jane seguono Gorr attraverso il cancello e lo implorano di fermarsi, cercando di convincerlo che in realtà non desidera vendicarsi contro gli dei. Thor insiste, dicendo che Gorr sta cercando l'amore che ha perso con la morte di sua figlia, vista nella scena di apertura. 

Poi Thor si avvicina a Jane, che sembra sul punto di morire per il troppo sforzo. Gorr si irrita perché Thor gli volta le spalle, solo per sentirsi rispondere da Thor che preferisce stare con con la donna che ama e affrontare la morte, insieme a tutti gli altri dei. Ma fa un ultimo tentativo, dicendo a Gorr che può usare il suo desiderio per riportare in vita sua figlia, invece di vendicarsi su tutti gli dei esistenti. 

Gorr risponde che se riportasse in vita sua figlia, lei sarebbe sola, perché lui è condannato a morire, senza la Necrospada. Thor e Jane ribattono che no, non sarà sola perché loro potranno occuparsi di lei. E ciò permette a Gorr di capire il suo errore. 

Questo porta al passaggio finale, quando Gorr chiede a Eternità di riportare in vita la figlia. Eternità esaudisce il desiderio, e assistiamo a un momento emozionante in cui Gorr si riunisce a lei, per un momento. Poi Gorr muore, dopo essersi fatto promettere da Thor che proteggerà la ragazza. 

C'è un momento triste anche per Thor e Jane, perché lei muore, ormai stremata, e il suo corpo diventa polvere d'oro così come era accaduto a Odino in Thor: Ragnarok.

Nella scena successiva, siamo a un epilogo. È passato del tempo, e a Nuova Asgard c'è una statua che rappresenta Mighty Thor. Il corpo di Korg è ricresciuto, e si è innamorato di un altro Kronano. 

Thor sta facendo da padre adottivo alla figlia di Gorr, che è la vera figlia di Chris Hemsworth, India. Cerca di convincerla a mangiare dei pancake che ha fatto lui stesso, senza successo, poi decidono di lasciare la loro nuova casa. Ciò ci permette di scoprire che sono su un'astronave, e che stanno per entrare in nuovo mondo; i cui abitanti sono sotto attacco. 

Thor passa Stormbreaker alla ragazza, che sembra avere la sua dose di superpoteri, oltre a un paio di occhi viola. Sembra che la sua rinascita, operata da Eternità, abbia avuto qualche effetto collaterale, ma potrebbe persino trattarsi di una forma fisica della stessa Eternità. 

Thor invece afferra Mjolnir, e i due si lanciano in battaglia. La voce di Korg, fuori campo, ci informa del fatto che la la nuova coppia di eroi sarà chiamata "Love (che potrebbe essere il nome dato alla ragazza dallo stesso Thor) and Thunder". Che è appunto il titolo del film Love and Tunder. Mica male, eh?

Thor: Love and Thunder, scena mid-credit. Arriva Ercole

Thor looks concerned as he stares at a giant dead creature in Thor: Love and Thunder teaser trailer

Thor ha ancora un sacco di guai da gestire (Image credit: Marvel Studios)

Pare proprio che Thor non potrà starsene tranquillo ancora per parecchio, e che ci sia un'altra galassia da salvare.

Nella prima scena post-credit di Love and Thunder, infatti, scopriamo che Zeus è ancora vivo (è notoriamente difficile uccidere gli dei, giusto?), ma è incosciente e sembra che le sue ferie non stiano guarendo. Non è chiaro se abbia qualche speranza. 

Ma ha ancora le forze per chiamare suo figlio e mandarlo a cercare e uccidere Thor. L'inquadratura quindi si sposta su Ercole, interpretato da Brett Goldstein. E questa è una cosa che non ci aspettavamo. 

Che cosa significa questo per l'MCU? Visto che ci sarà almeno un altro film di Thor, probabilmente vedremo il personaggio affrontare Ercole, in nuova sfida che potrebbe intitolarsi Thor 5: Scontro fra Titani. Non male, vero? 

Thor: Love and Thunder, scena post-credit spiegata

Jane Foster's Mighty Thor stands in New Asgard's throne room as she holds Mjolnir in Thor: Love and Thunder

Benvenuta nel Valhalla, Jane Foster. (Image credit: Marvel Studios)

Arriviamo così all'ultima ultima scena, il classico post-credit dei film Marvel. Abbiamo visto Jane morire alla fine del film, ma qui viene da pensare che magari potremmo vederla di nuovo, in futuro. 

Jane compare in un luogo meraviglioso, e in abiti asgardiani. Appare scioccata dal fatto di essere viva, e viene accolta da Heimdall - personaggio morto anche lui, all'inizio di Infinity War  - che le dà il benvenuto nel Valhalla. 

Quindi sì, sono entrambi morti. Ma forse i Marvel Studios stanno pensando alla possibilità di far tornare Mighty Thor, un giorno? Si è parlat, in effetti, di un film dedicato al personaggio, o una serie TV. Sicuramente non c'è nulla di già deciso in modo definitivo, quindi mai dire mai, giusto?

Tom Power
Tom Power

As TechRadar's entertainment reporter, Tom covers all of the latest movies, TV shows, and streaming service news that you need to know about. You'll regularly find him writing about the Marvel Cinematic Universe, Star Wars, Netflix, Prime Video, Disney Plus, and many other topics of interest.


An NCTJ-accredited journalist, Tom also writes reviews, analytical articles, opinion pieces, and interview-led features on the biggest franchises, actors, directors and other industry leaders. You may see his quotes pop up in the odd official Marvel Studios video, too, such as this Moon Knight TV spot (opens in new tab).


Away from work, Tom can be found checking out the latest video games, immersing himself in his favorite sporting pastime of football, reading the many unread books on his shelf, staying fit at the gym, and petting every dog he comes across.

Got a scoop, interesting story, or an intriguing angle on the latest news in entertainment? Feel free to drop him a line.

With contributions from