Skip to main content

Sony supera Canon e Nikon nel mercato mirrorless full-frame

(Image credit: Future)

Risale al 2018 l’annuncio di Sony relativo all’investimento di circa 9 miliardi di dollari in tre anni per il settore dei sensori ottici, nel tentativo di conquistare il mercato della fotografia digitale. Il CEO Kenichiro Yoshida dichiarò all’epoca che lo scopo dell’azienda era diventare il marchio di fotocamere n.1 al mondo entro il 2021 e, a quanto pare, l’investimento sta dando i suoi frutti.

Secondo le ultime analisi di mercato dell’agenzia giapponese BCN, Sony ha scalzato Canon dal primo posto per le vendite di fotocamere mirrorless rispetto agli anni precedenti.

Secondo la classifica 2019 di BCN, basata sui dati relativi al periodo novembre 2018 – ottobre 2019, la quota di mercato di Sony è balzata dal 31,6% dell’anno precedente al 38%. Le vendite di Canon, invece, sono calate al 36% rispetto al 37,8% dell’anno scorso.

Si tratta senz’altro di dati positivi per Sony, tuttavia le fotocamere mirrorless full-frame rappresentano una minima parte delle vendite complessive di fotocamere digitali. E, in questo senso, Canon domina ancora il mercato, anche a fronte di un calo nelle vendite. In ogni caso, Sony ha conquistato il secondo posto nelle vendite totali ai danni di Nikon che è scesa in terza posizione.

 Centrare l’obiettivo 

 Il mercato delle fotocamere mirrorless full-frame è prossimo alla saturazione: oltre a Sony, Canon e Nikon, infatti, è entrata sul mercato anche Panasonic. Tuttavia, Sony è operativa da molto più tempo, mentre le altre aziende si sono avvicinate alle mirrorless full-frame solo l’anno scorso.

Se è vero che Canon ha offerto al consumatore medio l’opzione più economica con il modello EOS RP, non molti sono rimasti soddisfatti dalla modalità video 4K che costringe al crop forzato quando si effettuano riprese a 24 fps.. Nikon, invece, ha offerto soluzioni eccellenti con i modelli Z6 e Z7, ma nessuno dei due è in grado di competere con l’eccezionale sistema di autofocus offerto da Sony.

Gli aggiornamenti firmware hanno migliorato le prestazioni di questa funzione sia per Canon che per Nikon, tuttavia è venuto meno il piacere di estrarre la fotocamera della confezione e sfruttare immediatamente il pieno potenziale dell’autofocus.

Anche gli obiettivi hanno un ruolo importante: Sony è rinomata per la qualità delle ottiche delle sue fotocamere, mentre le altre aziende si sforzano di restare al passo, offrendo però solo alcuni obiettivi nativi per i nuovi supporti disponibili nei prodotti in commercio.

Nel tempo, comunque, i dati di vendita potrebbero cambiare, una volta che aumenterà il numero di obiettivi nativi disponibili per ogni sistema e ciò potrebbe rendere Canon o Nikon un’opzione più appetibile per alcuni utenti, in particolare se i prezzi si dimostreranno abbastanza competitivi.

Resta da vedere se Sony riuscirà a mantenere il proprio vantaggio, ma è innegabile che l’azienda abbia alcune delle migliori fotocamere mirrorless full-frame sul mercato.