Skip to main content

Sony Alpha 1: prezzo, specifiche, data di uscita e funzioni

Sony Alpha 1
(Image credit: Sony)

Sony Alpha 1, più comunemente Sony A1, è stata svelata il 26 gennaio durante l'evento streaming "the one never seen" trasmesso sul canale YouTube ufficiale dell'azienda giapponese.

Si tratta di una fotocamera mirrorless ibrida con sensore full frame da 50MP e alcune specifiche tecniche mai viste prima che ne fanno un sogno per i fotografi sportivi e per chi ama la fotografia faunistica, ma anche per i videomaker.

Nei mesi scorsi si era molto parlato delle fotocamere che sarebbero state presentate prima delle Olimpiadi di Tokyo, posticipate al luglio 2021 a causa della pandemia. Sony è riuscita a mantenere il segreto non rivelando alcun dettaglio che potesse far intuire il lancio di Alpha 1, pur trattandosi palesemente di un modello concepito per la fotografia sportiva presentato (non a caso) a pochi mesi dalle prossime olimpiadi. 

Sony Alpha 1 combina un sensore full frame da 50MP con un'incredibile raffica da 30fps, qualcosa che i fotografi sportivi, fino ad oggi, potevano solo sognare. 

Lo chassis sembra molto simile a quello dell'ammiraglia Sony A9 II, ma Sony A1 presenta alcune caratteristiche che la rendono unica rispetto a qualsiasi altra fotocamera prodotta dall'azienda. 

In questo articolo abbiamo raccolto tutte le informazioni che siamo riusciti a raccogliere, compreso il costo che sarà necessario affrontare per portarsela a casa. 

Immagine 1 di 3

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)
Immagine 2 di 3

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)
Immagine 3 di 3

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)

Sony Alpha 1: data di lancio e prezzo

Sony A1 sarà disponibile per l'acquisto sul mercato europeo dal mese di marzo. L'azienda giapponese non ha indicato la data di uscita per i singoli mercati nazionali, ma a rigor di logica dovrebbe essere disponibile anche da noi entro marzo 2021.

Come potrete immaginare, il prezzo di Alpha 1 è tutt'altro che basso. La fotocamera dovrebbe costare 7,300€ per il solo corpo macchina, quindi nel frattempo se volete prepararvi all'acquisto potete iniziare a cercare un acquirente per la vostra auto.

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)

Sony Alpha 1: funzioni e specifiche 

Sony Alpha 1 è una fotocamera mirrorless full frame da 50.1MP, ma parlare unicamente della risoluzione del sensore sarebbe oltremodo riduttivo. Grazie ai nuovi processori Bionz XR, questa mirrorless ibrida è un portento per la fotografia sportiva e per l'acquisizione di video ad alta risoluzione. 

Combinando i processori di Sony A1 con il sensore CMOS, Sony è riuscita a ottenere una fotocamera in grado di scattare 30 fotografie JPEG al secondo con l'otturatore elettronico, valore impressionante per una full frame con questa risoluzione.

Per fare un confronto, l'ottima Canon EOS R5 raggiunge i 20fps e ha un buffer leggermente più piccolo. Mentre EOS R5 può scattare fino a 350 JPEG o 180 raw in una singola raffica, Sony A1 raggiunge i 400 scatti JPEG e i 238 raw per raffica. 

Anche attivando il sistema tracking AF, Sony A1 è in grado di effettuare 165 scatti in formato JPEG o 155 raw senza interruzioni.

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)

I processori Bionz XR si fanno sentire anche nella messa a fuoco. Sony A1 ha ben 759 punti di messa a fuoco che coprono il 93% del sensore, e dispone di un sistema Real-time Eye AF per il tracciamento dei volatili, qualcosa di mai visto prima su una Alpha che farà certamente gola a chi si occupa di fotografia faunistica.

Il sistema di messa a fuoco di Sony, già da qualche anno, si è dimostrato il migliore tra le fotocamera professionali, e l'aggiunte del sistema Eye AF per gli animali non farà altro che incrementare la sua popolarità. Detto questo, abbiamo già visto una funzione simile su Canon EOS R5 e sarà interessante comparare i due sistemi di messa a fuoco quando potremo mettere le mani su Sony Alpha 1.

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)

Naturalmente il Real-time Eye AF funziona anche su soggetti umani e su gran parte degli animali, come ad esempio cani e gatti. Sony dichiara che Alpha 1 è in grado di effettuare 120 operazioni di calcolo al secondo per messa a fuoco automatica e esposizione automatica, il doppio rispetto a Sony A9 II.

Il mirino elettronico di Sony Alpha 1 è molto simile a quello presente su Sony A7S III di cui ci siamo innamorati durante le nostre prove. Questo vanta una risoluzione da 9.44-millioni di punti con un fattore di ingrandimento di 0.90x e una frequenza di aggiornamento di 240fps, un'altra chicca per i fotografi sportivi.

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)

Anche il sistema di stabilizzazione integrata (IBIS) è lo stesso da 5.5 stop di compensazione visto su Sony A9 II. L'unica caratteristica di Sony A1che potremmo definire poco innovativa è il display touchscreen che, anche questa volta, non è completamente articolabile come su altri modelli proposti dalla concorrenza.

Alpha 1 dispone degli stessi menù rivisitati visti sulla recente Sony A7S III. Come se non bastasse, Alpha A1 combina delle caratteristiche fotografiche al top della sua categoria a delle funzioni video davvero impressionanti, come potete osservare nel video qui sotto. 

Sony Alpha 1: funzioni video 

Oltre a poter effettuare riprese in 8K, Sony A1 introduce alcune funzioni mai viste prima sulle mirrorless di casa Sony.

La fotocamera può filmare in 8K/30p sfruttando l'intera dimensione del sensore (in altri termini, senza dover utilizzare espedienti come il pixel binning) e garantisce un impressionante intervallo di ripresa di 30 minuti. 

Questo è consentito da un ottimo sistema di dissipazione del calore, simile a quello visto su Sony A7S III, anche se per quest'ultima la risoluzione si ferma a 4K. Ovviamente avremo bisogno di testarla personalmente per confermare quanto dichiarato da Sony, ma sulla carta sembra avere delle caratteristiche leggermente migliori rispetto a Canon EOS R5, limitata a 20 minuti nelle riprese 8K/30p.

Sony A1 può effettuare riprese 8K in formato 10-bit 4:2:0 bit e 4K 10-bit 4:2:2, e include una modalità slow motion 120p. I filmer professionisti saranno contenti di sapere che dispone anche di un uscita video HDMI in grado di trasmettere video raw in formato 16-bit.

Qui sotto trovate il video mostrato da Sony durante la presentazione di Alpha 1, che ovviamente consigliamo di guardare da uno schermo 4K (o 8K, se ne avete uno). 

Sony A1 dispone di due slot sd card CFExpress Type A (compatibili anche con schede UHS-II SD) oltre a una nuova velocissima modalità di trasferimento wireless pensata per i giornalisti e per tutti coloro che hanno bisogno di trasmettere i propri scatti in tempo reale. 

Non mancano le connessioni Ethernet e Wi-Fi dual-band che supportano dei trasferimenti FTP 3.5 volte più veloci rispetto a Sony A9 II. Come detto in apertura non c'è dubbio, questa fotocamera è stata concepita ad hoc per le olimpiadi di Tokyo.

Prime impressioni

Durante la presentazione di Alpha 1 siamo rimasti impressionati dalle sue specifiche video e fotografiche. Ovviamente a impressionare è anche il prezzo, ma del resto non si tratta di una fotocamera dedicata ai fotoamatori, bensì di un modello studiato per fotografi professionisti che operano in ambito sportivo. 

Del resto si tratta di un modello che introduce alcune caratteristiche mai viste prima e alza l'asticella superando i competitor diretti sotto diversi punti di vista.

Sony Alpha A1

(Image credit: Sony)

La funzione più interessante per i fotografi sportivi è senza dubbio la possibilità di scattare a 30 fotogrammi al secondo a una risoluzione di 50MP con tracciamenteo AF/AE. Sony A1 farà gola anche a chi ama la fotografia faunistica e i safari grazie all'eccellente sistema Real-time Eye AF.

Le opzioni video sono impressionanti, e includono una modalità 4K/120p che manca su Sony A9 II, oltre alla modalità 8K/30p ottima per il cropping. 

Ad impressionare maggiormente però è la capacità che Sony Alpha 1 ha di combinare delle caratteristiche eccellenti in entrambi gli ambiti in un corpo da appena 737g. Non vediamo l'ora di poterla provare per dirvi di più, nel frattempo attendiamo qualche scatto dalle olimpiadi di Tokyo, dove siamo certi che un buon numero di fotografi sfoggeranno alcune tra le prime Alpha 1 in circolazione.