Skip to main content

Schede video, prezzi in calo nel 2022

Nvidia geforce rtx 3050
(Image credit: Future)

Qualcuno di voi starà già sogghignando, ma noi vogliamo dirlo lo stesso: siamo cautamente ottimisti riguardo i prezzi delle schede video nel 2022. Sì, la situazione è ancora abbastanza seria, ma è anche vero che non potrà che migliorare. E ci sono già dei segnali di speranza all'orizzonte.

Come molti di voi, anche qui in redazione ci sono gamer PC abbastanza frustrati dalla situazione disponibilità delle GPU. Alcuni colleghi usano ancora una AMD RX 480 dal 2016, e più di uno di noi ha visto il lancio della Nvidia RTX 3050 chiedendoci se fosse la volta buona.

Al netto di un collega fortunato - ovvero chi vi scrive- che è riuscito a mettere le mani su una RTX 3070 praticamente alla sua uscita, chi ha provato a ordinare la nuova 3050 ha visto sfumare via l'occasione entro pochi secondi, con le fatidiche parole "Sold Out" a emergere quasi beffarde sullo schermo. Ciononostante, qualcuno ha avuto abbastanza fortuna da accaparrarsi una scheda al suo prezzo consigliato e questa da se è un'ottima notizia. Che sia la volta buona in cui potremo dire no grazie a schede usate o nuove a prezzi da sciacallaggio?

Ma ancora meglio, più di un sito segnala una stabilizzazione del mercato GPU, più o meno marcata. E visti anche i recenti sviluppi del mercato delle criptovalute, i segnali positivi ci sono tutti. E noi vogliamo per una volta crederci

Insomma, le prove ci sono: fra poco sarà possibile acquistare un PC da gaming senza impegnare un rene o accendere un mutuo.

Disponibilità e il costo crescente dei chip

Dettagli di un miner Ethereum

(Image credit: Manuel Medir/Getty Images)

Per correttezza, è giusto indicare alcuni punti in contrasto con quanto abbiamo suggerito sopra.

In primo luogo, Nvidia, AMD e Intel hanno subito un certo aumento nei costi di produzione. TMSC, produttore di semiconduttori con sede in Taiwan, nonché fornitore principale dei giganti tecnologici sopracitati, ha aumentato i propri preventivi dal 10 al 20%, in base al processo.

E diciamolo subito, la notizia non promette affatto bene per i prezzi delle schede video nel 2022. Infatti, rivenditori e fornitori hanno un'altra scusa per aumentare i prezzi ancor prima che le GPU arrivino nelle mani dei bagarini, e le evidenze sulle anomalie dei prezzi negli ultimi anni sono ben documentate.

Ad esempio, il canale YouTube TechLens in un post di ottobre 2021, ha riscontrato che, anche calcolando la maggiorazione dei costi di produzione, importazione e spedizione, i prezzi risultavano comunque gonfiati. Dunque, come abbiamo già potuto constatare con le PS5, anche i negozianti e i rivenditori hanno avuto la loro parte nell'aumento ingiustificato dei prezzi delle GPU.

Tolti i costi di produzione, vale la pena sottolineare che i prezzi delle GPU erano calati l'anno scorso, per poi rialzarsi bruscamente in relazione agli sviluppi nel mondo delle cripto. I prezzi hanno raggiunto il picco a maggio, sono crollati a giugno, ma poi si sono rialzati costantemente fino tutto novembre, dopodiché si sono registrati nuovi, timidi, segnali di ribasso. Dunque un vero e proprio ottovolante commerciale che, a un certo punto, è diventato del tutto imprevedibile.

Analisi: il lancio della RTX 3050

Nvidia geforce rtx 3050

(Image credit: Future)

Tornando nello specifico al lancio della RTX 3050, abbiamo visto prezzi abbastanza altalenanti, da 250 a 440 dollari statunitensi, fino ai quasi 490 dollari per la ASUS ROG Strix GeForce RTX 3050, secondo Tom's Hardware

Nulla di sorprendente: tutte le schede sono andate sold out entro poche ore, se non minuti. Ovviamente, quelle a sparire prima sono state le più performanti, ma in generale la sparizione è stata molto veloce.

E se questa non è di certo una buona notizia per chiunque speri di trovare una benedetta scheda, resta il fatto che in molti hanno potuto acquistare una GPU all'onestissimo prezzo di 249 dollari. Un bel segnale per il 2022, tuttavia ci sono indicatori ben più evidenti di questa tendenza positiva.

Un barlume di speranza

Finalmente abbiamo una nuova scheda video così brutta che nemmeno gli sciacalli si stanno prendendo il disturbo di farne piazza pulita.

Ora, sebbene, come previsto, la RTX 3050 sia letteralmente evaporata dagli scaffali nel giro di pochi giorni, c'è un segnale ancora più chiaro circa la direzione intrapresa dal mercato, ovvero la AMD Radeon RX 6500 XT.

E prima che diciate: "Ma TechRadar, quella scheda fa schifo", lasciateci dire che è verissimo. Le prestazioni sono paragonabili alle schede mid-range del 2016-2017 e hanno letteralmente lo stesso prezzo di lancio. Tuttavia, questo significa che le trovate ancora in stock.

E sì! Finalmente abbiamo una nuova scheda video così brutta che nemmeno gli sciacalli si stanno prendendo il disturbo di farne piazza pulita. Al netto dell'iperbole, però, in oltre un anno si tratta del primo lancio di una GPU senza grossi scossoni e i gamer dovrebbero vederlo come un cambiamento positivo per il 2022. La scheda è pessima, sì, ma ne abbiamo viste di peggiori e ben più vecchie vendute a prezzi molto più alti nel mercato dell'usato

E poi c'è il mercato delle cripto, che di sicuro andrà incontro a grossi cambiamenti nel 2022. Mentre vi scriviamo, i valori di Bitcoin e Ethereum stanno calando notevolmente. Il mondo delle criptovalute probabilmente cambierà, in particolare per Ethereum ma di certo non andrà a sparire tanto presto, in ogni caso il fatto che una delle valute più ambite dai miner si stia spostando verso un'infrastruttura in cui le GPU non saranno più centrali non potrà che farci tirare un grosso respiro di sollievo.

E anche le tanto attese GPU Intel Arc sono in arrivo quest'anno: saranno la panacea a tutti i mali? Diciamoci la verità: è parecchio improbabile, ma una maggiore competizione non fa mai male, anzi.

Verdetto: andrà meglio, ma ci vorrà tempo

AMD Radeon RX 6800 XT

(Image credit: Future)

Una previsione ottimistica, ma con i piedi per terra, per il 2022 è che non pagheremo più il doppio o il triplo per una scheda, attestandoci al 30% in più entro la fine dell'anno.

Dunque, dove vogliamo arrivare? La cruda verità per i prezzi delle GPU nel 2022 è che la domanda si stabilizzerà, i prezzi in generale caleranno, ma non avremo la stessa scelta che avevamo prima del 2020. Basti pensare al lancio della RX 6500 XT e della RTX 3050, nonché alla stabilizzazione dei prezzi delle schede video osservate da siti noti come Tom's Hardware, TechSpot e 3D Center.

In particolare, l'articolo di Tom's Hardware evidenzia un aspetto molto interessante: non solo le schede video iniziano a essere meno costose su eBay, ma le transazioni stanno calando. Se la domanda scende, scenderanno presto anche i prezzi.

Una previsione ottimistica, ma con i piedi per terra, per il 2022 è che non pagheremo più il doppio o il triplo per una scheda, attestandoci al 30% in più entro la fine dell'anno. Abbiamo già visto rincari fino al 59% per alcune schede AMD di fascia alta nuove, pertanto non è così assurdo immaginarsi questo scenario allo stabilizzarsi della domanda. 

Certo, è triste definire ottimistica questa previsione, ma questo è lo stato delle cose: ci avviciniamo a uno scenario "distopico" dell'era post-cripto, almeno per i giocatori. In ogni caso, temiamo che non vivremo più i fasti di qualche anno fa, quando potevate acquistare una GTX 1060 o una RX 580 a meno di €300 al lancio. Ma sognare non fa mai male, no?