Samsung Galaxy Note 10 potrebbe perdere la presa jack e i pulsanti fisici

null
Image credit: TechRadar

Samsung è stata fino ad oggi considerato come uno dei pochi produttori in grado di non cedere alle nuove tendenze del settore (come quella che abolisce i jack audio o la scheda SD). Eppure, se l'ultimo rapporto di Android Policeè corretto, si appresta a fare proprio questo. 

Citando una "fonte a conoscenza dei piani aziendali", il sito ha rivelato che il prossimo Galaxy Note 10 non avrà più il jack audio per collegare gli auricolari, che è ormai scomparso dalla maggior parte dei modelli di fascia alta.

Come non bastasse, lo stesso rapporto indica che potrebbero sparire anche tutti i tasti fisici, compresi quelli di volume e accensione che saranno sostituiti da tasti capacitativi oppure aree sensibili integrate sotto lo schermo che potrebbero o meno essere evidenziate con piccoli rilievi.

Perché?

Insieme ad LG, Samsung è uno dei pochi produttori di smartphone Android che non si è piegato all'eliminazione del jack audio, consuetudine adottata per prima da Apple nel 2016 con iPhone 7. Marchi come Huawei, OnePlus, Google e Motorola hanno infatti eliminato il jack audio dai loro terminali top.

Sono molte le ragioni per le quali Samsung può aver deciso di accodarsi alla concorrenza ed eliminare il jack audio, prima di tutto per avere più spazio per la batteria e poi per riuscire a realizzare terminali più sottili.  

Detto questo, l'ultimo motivo ci sembra improbabile visto che dovrà comunque esserci spazio per la S Pen, che è ben più spessa dei 3.5mm richiesti dalla porta audio.

E comunque non si tratta del primo rumor su una scelta di questo tipo, già in Ottobre il sito di tecnologia della Corea del Sud ET News aveva citato questa possibilità e poi a marzo aveva accennato a una possibile rimozione dei tasti fisici.

Al momento invece non si sa se questo trend continuerà con il prossimo Samsung Galaxy S11.