Skip to main content

Realme GT 2 Pro, lo zoom 40x è un vero e proprio microscopio

Realme GT 2 Pro
(Image credit: Future / TechRadar)

Il MWC (Mobile World Congress) è in corso da una settimane e abbiamo già visto molti prodotti interessanti in ambito smartphone e tablet. 

Tra questi, uno dei più impressionanti è senza dubbio Realme GT 2 Pro, e in particolare la fotocamera macro di cui dispone.

Il primo top di gamma presentato dal produttore cinese si pone l'obiettivo di rivaleggiare con i più blasonati smartphone dei brand più conosciuti come Samsung Galaxy S22 e iPhone 13, offrendo ai suoi utenti una qualità video eccellente e alcune funzioni premium a un prezzo molto più accessibile rispetto alla concorrenza. 

Anche se in termini di prestazioni GT 2 Pro è molto simile a tanti top di gamma Android, questo smartphone nasconde un asso nella manica che potrebbe fare la differenza.

Si tratta di un sensore simile all'obiettivo macro visto su Xiaomi Mi 11 e Oppo Find X3 Pro; la lente microscopica 40x di Realme GT 2 Pro permette agli utenti di scattare fotografie ravvicinate mostrando dei dettagli impercettibili a occhio nudo. Certo, per alcuni potrebbe essere una funzione superflua, ma la sua presenza su uno smartphone fa ben capire quanto i comparti fotografici si siano evoluti negli ultimi anni.

Di seguito, abbiamo raccolto una lista di immagini che mostrano la potenza della fotocamera di Realme GT 2 Pro.

Immagine 1 di 2

Picture of a pair of jeans taken using the Realme GT 2 Pro

Un paio di jeans visti da vicino (Image credit: Future / TechRadar)
Immagine 2 di 2

Microscopic picture of a pair of jeans taken using the Realme GT 2 Pro

Lo stesso paio di jeans con ingrandimento 40x (Image credit: Future / TechRadar)

Inizieremo con oggetto piuttosto comune, ovvero un semplice paio di jeans.

A prima vista questo indumento sembra piuttosto comune, ma diventa molto più interessante quando si nota che le fibre di cotone che lo compongono sono caratterizzata da un'alternanza di tonalità di blu e bianco.

Immagine 1 di 3

Picture of bread taken using the Realme GT 2 Pro

Una fetta di pan bauletto (Image credit: Future / TechRadar)
Immagine 2 di 3

Microscopic picture of bread taken using the Realme GT 2 Pro

La stessa fetta di pane ingrandita a 40x (Image credit: Future / TechRadar)
Immagine 3 di 3

Microscopic picture of bread taken using the Realme GT 2 Pro

A slice of bread at 40x magnification (Image credit: Future / TechRadar)

Non siamo certi che ingrandendo una fetta di pan bauletto a 40x questa risulti più appetibile, anzi, ma siamo rimasti scioccati nel vedere da vicino le sostanze che lo compongono e quanto esse siano...appiccicose.

Immagine 1 di 2

Picture of a teabag taken using the Realme GT 2 Pro

Una bustina di te (Image credit: Future / TechRadar)
Immagine 2 di 2

Microscopic picture of a teabag taken using the Realme GT 2 Pro

La stessa bustina ingrandita 40x (Image credit: Future / TechRadar)

Incredibile come una bustina di The ingrandita sia molto simile a una ragnatela...

Immagine 1 di 2

Picture of the pavement taken using the Realme GT 2 Pro

Una semplice piastrella (Image credit: Future / TechRadar)
Immagine 2 di 2

Microscopic picture of the pavement taken using the Realme GT 2 Pro

La stessa piastrella ingrandita 40x (Image credit: Future / TechRadar)

Anche una pistrella può risultare interessante se la si guarda da molto vicino. La superficie che a occhi nudo sembra piatta diventa molto meno regolare se si ingrandisce l'immagine.

Immagine 1 di 2

Picture of a magazine taken using the Realme GT 2 Pro

Una rivista lucida a prima vista (Image credit: Future / TechRadar)
Immagine 2 di 2

Microscopic picture of a magazine taken using the Realme GT 2 Pro

Ma che in realtà è composta da un pattern fittissimo (Image credit: Future / TechRadar)

Questa non ce l'aspettavamo proprio. Ad occhio nudo, la superficie di questa rivista risulta liscia e lucida, ma come si può vedere dall'immagine zoomata dell'occhio di Salah, in realtà è ricopoerta da migliaia di minuscole macchie di inchiostro.

Marco Silvestri
Marco Silvestri