Skip to main content

Nvidia G-Sync compatibile con GPU AMD, anche PS5 e Xbox Scarlett potrebbero beneficiarne

(Image credit: Shutterstock)

Le schede video AMD, così come PlayStation 5 e Xbox Scarlett, in futuro potrebbero funzionare con i monitor G-Sync di Nvidia

Normalmente solo le schede video Nvidia possono beneficiare della funzione G-Sync, e solo le schede video AMD possono beneficiare della funzione FreeSync. Se qualunque GPU sarà compatibile con entrambe le tecnologie, siamo senza dubbio davanti ad un cambiamento radicale che elimina i confini imposti dalla rivalità tra AMD ed Nvidia.

Questa mossa di Nvidia non è casuale, quest’anno, infatti, Nvidia ha abilitato il supporto della tecnologia VESA VRR (Variable Refresh Rate, frequenza di aggiornamento variabile) sulle proprie GPU, rendendo quindi le schede Nvidia compatibili con la tencologia FreeSync di AMD, presente in alcuni monitor.

Come riportato da TFT Central, Nvidia ha confermato che “i moduli G-Sync in futuro saranno in grado di supportare la sincronizzazione per le frequenze di aggiornamento variabili per il protocollo HDMI e DisplayPort”. Questo significa essenzialmente che i monitor G-Sync saranno utilizzabili in tutto il loro potenziale a prescindere da che scheda grafica si stia utilizzando, in quanto le schede AMD saranno compatibili. 

Benefici anche per le console del futuro

Per quanto l’idea di poter usare una scheda AMD con un monitor G-Sync sfruttando il VRR sia notevole di per sé, c’è la stuzzicante possibilitá che in futuro sia possibile collegare una PlayStation 5 o una Xbox Scarlett ad un monitor G-Sync potendo beneficiare del VRR.

Entrambe le console avranno schede video AMD e probabilmente supporteranno il VRR - come l’Xbox One X.

Il beneficio di utilizzare il VRR sta nella sincronizzazione tra frequenza di aggiornamento del monitor e il framerate del gioco a cui si sta giocando. La frequenza di aggiornamento dei monitor è fissa, mentre il framerate delle applicazioni varia inevitabilmente in base al carico di lavoro computazionale che la scheda grafica e la CPU stanno svolgendo in un determinato momento. L’incongruenza di questi due valori porta ad artefatti spiacevoli ed inevitabili durante l’esperienza di gioco. Sincronizzando la frequenza di aggiornamento del monitor e il framerate del gioco si ottiene un’esperienza di gioco che risulterà molto più fluida ed immersiva, priva di artefatti dovuti ad inconvenienti tecnici.

A quanto pare, ci sono già due monitor in grado di abilitare la compatibilità tra le GPU AMD e la funzione VRR del modulo G-Sync, tramite un aggiornamento del firmware: si tratta dell’Acer Predator X27 e dell’Acer Predator XB273 X.

Comunque, non c’è da aspettarsi che i monitor G-Sync più datati ricevano degli aggiornamenti per supportare questa nuova compatibilità - la funzione verrà invece introdotta nei futuri monitor G-Sync.

Questo è comunque un passo nella giusta direzione, in quanto più gamers saranno in grado di beneficiare della tecnologia G-Sync e Freesync, a prescindere dalla loro appartenenza allo “schieramento” AMD o Nvidia.