Skip to main content

Netflix, ecco come classifica gli spettatori

Big Mouth: Season 3
(Image credit: Netflix)

Vi siete mai chiesti come servizi di streaming del calibro di Netflix traccino le vostre abitudini? Netflix ha dato al pubblico una visione migliore sull'utilizzo dei dati degli spettatori e sul modo in cui influenzano le decisioni riguardanti la programmazione.

Netflix classifica il suo pubblico in tre categorie: "principianti", "osservatori" e "completatori". I primi sono il genere di persone che inizia episodi di serie TV o film ma non si spinge oltre i primi due minuti. Questo chiarisce a Netflix quali sono i contenuti che catturano l'attenzione all'inizio per poi calare velocemente.

I secondi, gli osservatori, sono quelli che hanno guardato almeno il 70% di un contenuto e possono essere ritenuti significativamente coinvolti dall'offerta. I completatori invece sono quelli che hanno guardato almeno il 90% di un contenuto.

Naturalmente non c'è nessuna conseguenza per i telespettatori e per la loro dedizione ai contenuti Netflix, ma questo cosa significa per le serie TV che vengono solo iniziate piuttosto che guardate (quasi) fino alla fine?

E quindi?

Questa informazione arriva in risposta alla Commissione del Parlamento Inglese che sta indagando sulle piattaforme per lo streaming on-demand. Netflix ha risposto descrivendo le procedure interne e come sta cercando di migliorare i rapporti con gli autori.

''La trasparenza per noi è fondamentale e vogliamo aiutare gli autori a capire come vengono accolti dal pubblico i titoli originali in uscita. Per questo motivo di recente abbiamo iniziato a condividere le informazioni con più costanza con registi e produttori''.

Netflix ha commissionato molti film e serie TV in passato, di conseguenza ora deve comportarsi in maniera spietata nel decidere quali serie TV rinnovare e quali cancellare in base ai numeri e al livello di engagement.

Via The Verge