Skip to main content

I migliori droni del 2022: DJI, Parrot e non solo

PRICE
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
Uno dei migliori droni al mondo, il DJI Air 2S, su sfondo rosa
(Immagine:: Future)

Scegliendo uno dei migliori droni, avrete la possibilità di fotografare il mondo da un punto di vista totalmente differente e sperimentare il brivido del volo (seppur in modo indiretto). D'altronde, l'uomo ha sempre sognato di volare e osservare il mondo dall'alto. E con la visuale in prima persona garantita dalla fotocamera di un drone, questo è decisamente un modo per sentirsi capaci di librarsi per aria.

I droni sono sempre più presenti nella nostra vita quotidiana: la popolarità di questi dispositivi è in costante crescita e possiamo vederli sfrecciare (quasi) ovunque. Non è difficile comprendere il motivo della diffusione esponenziale di tale fenomeno, poiché i droni consentono di registrare video mozzafiato dall'altro, oltre a far divertire chi li pilota da terra.

Tuttavia, eleggere il miglior drone del 2021 non è un’impresa semplice: ai giorni nostri l’utente è alla continua ricerca del “drone ideale”, che sia in grado di registrare video in risoluzione 4K, sappia garantire una lunga autonomia, offra il massimo grado di portabilità (in modo da poter riporre il drone comodamente in uno zaino) e presenti un sistema di controllo che non risulti troppo ostico per un utente alle prime armi.

I droni più leggeri non necessitano di essere registrati e pertanto sono più pratici per i piloti occasionali, tuttavia sono anche più difficili da controllare se c'è vento. D'altro canto, i droni più pesanti sono in grado di offrire una maggiore stabilità e più funzionalità, ma la burocrazia necessaria per farli volare aumenta, e così il loro prezzo.

Secondo noi, il miglior drone al momento sia DJI Air 2S, un fantastico drone tuttofare. Combina una qualità dell'immagine eccezionale, un pratico design pieghevole compatto e diverse modalità di volo adatte ai principianti.

Sebbene sia probabilmente la miglior scelta per la maggior parte dei piloti in erba, se siete piloti esperti potreste puntare su DJI Phantom 4 Pro V2.0, perfetto per effettuare riprese aree di qualità professionale.

E dato che i droni di DJI hanno un costo abbastanza elevato, abbiamo deciso di stilare una guida all’acquisto con le alternative di maggior rilievo che il 2021 può offrire, in base alla fascia di prezzo e al target di pubblico di destinazione.

AGGIORNAMENTO: ultimamente, i droni sono stati additati come dispositivi “invasivi” per quanto riguarda la privacy dei cittadini. Per questo, il produttore DJI ha annunciato che sarà presto disponibile un'app per smartphone gratuita (previa approvazione delle autorità) che consentirà a chiunque di tenere traccia e monitorare informazioni rilevanti sui droni che si troveranno entro una distanza pari a un chilometro.

L'idea è di limitare i timori che molte persone hanno nei confronti di droni non rintracciabili e di dubbia provenienza, in modo da fornire ai cittadini la possibilità di denunciare alla polizia locale i droni che violano il Regolamento ENAC o sorvolano aree vietate.

I migliori droni del 2022:

DJI Mini 3 Pro in volo davanti a un muro di mattoni

(Image credit: Future)

1. DJI Mini 3 Pro

Il miglior drone compatto di fascia alta

Specifiche

Peso: 249 g
Controller:
Risoluzione fotocamera: 12.1 MP
Autonomia: 34 minuti
Portata: 8-12 km

Pro

+
Prestazioni incredibili con poca luce
+
Modalità di volo automatico utili
+
Sensori per il rilevamento degli ostacoli

Contro

-
Costoso per un drone compatto

DJI Mini 3 Pro è il drone compatto più potente e, per noi, il migliore della categoria. Certo, questo si rispecchia anche nel prezzo, ma il Mini 3 Pro è un grosso passo avanti rispetto al Mini 2 (presente qui sotto), sempre che riusciate a digerire l'aumento di prezzo. In ogni caso, la fotocamera è di livello superiore, inoltre troverete i sensori per il rilevamento degli ostacoli e molte funzioni di solito offerte solo dai droni più grandi.

Nei nostri test, il sensore da 12,1 MP/1,32 del Mini 3 Pro ha prodotto immagini eccelse, con una gestione impressionante degli ISO elevati. La rumorosità è ridottissima anche a ISO 6400 (il massimo su questo modello), mentre l'insieme di una lente luminosa f/1.7 e la tecnologia nativa a ISO doppia rende le prestazioni in condizione di luce scarsa altrettanto impressionanti, considerando anche il formato compatto di questo drone. Il sistema tridimensionale di aggiramento degli ostacoli si è rivelato efficace durante le nostre prove, e abbiamo apprezzato in particolare la capacità di scattare in modalità verticale senza ritagli. Se potete permettervi anche il nuovo controller DJI, vi troverete il miglior prodotto compatto per i vostri video e foto in volo.  


DJI Mavic 3

(Image credit: Future)

2. DJI Mavic 3

Il drone compatto più potente (e costoso) al mondo

Specifiche

Peso: 895 gr (Maciv 3 Cine 899 gr)
Controller:
Risoluzione fotocamera: 20 MP
Autonomia di volo: 46 minuti
Portata: 15 km (FCC), 12 km (CE)

Pro

+
Eccezionale fotocamera da due terzi
+
Diaframma regolabile
+
Teleobiettivo

Contro

-
Più costoso della concorrenza
-
Alcune funzioni mancanti al lancio

DJI Mavic 3 è un drone potente e dalla fotocamera strepitosa, dal formato compatto e leggero.

Anche la durata della batteria è notevole rispetto al predecessore, con 46 minuti dichiarati dall'azienda (che però si traducono in circa 30 minuti di volo effettivo). 

Potrete girare video in 5K/50p o filmati in slow motion in 4K/120p. Il bundle Cine offre 1 TB di archiviazione interna, l'ottimo controller DJI RC Pro e la possibilità di girare in formato Apple ProRes 422 HQ.

Purtroppo c'è qualche neo, come l'assenza, al lancio, di funzioni come ActiveTrack 5.0, prevista a gennaio 2022 sotto forma di aggiornamento firmware. Inoltre prezzo potrebbe scoraggiare gli amatori.

Detto questo, si tratta di uno dei droni migliori in commercio.

Leggete la nostra recensione del DJI Mavic 3


migliori droni

(Image credit: Future)

3. DJI Air 2S

Un fantastico drone adatto a tutti

Specifiche

Peso: 595 g
Controller:
Risoluzione della fotocamera: 20 MP
Autonomia: 31 minuti
Portata: 8 km

Pro

+
Grande sensore da 1 pollice
+
Piccolo e leggero

Contro

-
Focale fissa
-
Controller non pieghevole

Air 2S è un superbo drone che combina le migliori caratteristiche dei droni DJI di scorsa generazione, tra i quali Mavic Air 2 e Mavic 2 Pro. In particolare, eredita il design compatto e pieghevole del primo, e il sensore da 1 pollice con 20 MP del secondo. L'unione di queste caratteristiche rende il DJI Air 2S un drone fantastico e la scelta migliore per hobbisti e professionisti che necessitano di un piccolo drone da portare ovunque.

DJI Mavic Air 2 rimane un'ottima scelta per chi ha un budget limitato, mentre DJI Air 2S offre alcuni vantaggi pratici che lo rendono un drone migliore, ma più costoso. Ha infatti la possibilità di girare video 5.4K a 30 fps, offrendo una maggiore flessibilità creativa. Inoltre supporta un'utile opzione di zoom digitale, anche sconsigliamo di superare i 2x, oltre la possibilità di girare in 1080p a 120 fps. Inoltre, le prestazioni ad elevati ISO sono notevoli, permettendo a questo drone di eccellere a tutto tondo, elevandolo sopra i suoi rivali di fascia media.


migliori droni

DJI Mini 2 è uno dei migliori droni di piccole dimensioni (Image credit: Future)

4. DJI Mini 2

Il miglior drone per principianti, ora è anche 4K

Specifiche

Peso: 249 g
Controller:
Risoluzione fotocamera: 12 MP
Capacità della batteria: 2.250 mAh
Portata: 5,8 GHz 10 km (FCC); 6 km (SRRC)

Pro

+
Dimensioni incredibilmente compatte
+
Impressionante durata della batteria
+
Controlli e app semplici

Contro

-
Nessuna modalità “seguimi”
-
Più costoso del precedente Mavic Mini

Una delle nostre, poche lamentele sul DJI Mavic Mini era riferita all'incapacità di girare video 4K. DJI Mavic Mini 2 è il modello successivo e da la possibilità di girare video ad altissima risoluzione, alla quale si aggiungono alcuni interessanti extra nel processo. Lo stesso design ultracompatto di prima, che fa di lui il drone più piccolo della gamma DJI.

Mini 2 è dotato anche di un nuovo controller che ne aumenta la portata (grazie alla connettività Ocusync 2.0) e offre un'esperienza di volo più raffinata. Come il precedente Mavic Mini, è dotato di un'ampia selezione di modalità QuickShot per principianti, che permettono al drone eseguire mosse pre-programmate.

Ma il Mini 2 offre di più anche per i fotografi professionisti, grazie all’aggiunta della modalità RAW, mentre il video 4K gode di un bit-rate potenziato a 100 Mbps. Mini 2 non è certamente una grandissima evoluzione rispetto al Mavic Mini, ma è senza dubbio il miglior drone compatto che si può acquistare in questo momento.

Leggi la nostra recensione: DJI Mini 2 (Si apre in una nuova scheda)


Autel Evo Lite+

(Image credit: Future)

5. Autel Evo Lite+

Un rivale versatile del DJI Air 2S

Specifiche

Peso: 853 g
Controller:
Risoluzione della fotocamera: 20MP
Autonomia: 40 minuti
Portata: 12 Km

Pro

+
Sensore da 1" con apertura regolabile
+
40 minuti di autonomia

Contro

-
Più costoso dell'Air 2S
-
Niente profilo D-Log

Questo è il drone di punta di Autel, ed è il rivale diretto di DJI Air 2S. Gira video in 5.4K a 30 fps grazie al sensore da 1 pollice, ma il resto delle specifiche non è da meno. Inoltre, batte sia l'Air 2S che il Mavic Pro 2 per via della sua autonomia di 40 minuti in volo e l'apertura regolabile (da f/2.8 a f/11). Il modello Lite+ non offre la stabilizzazione su 4 assi presente sul modello Evo Lite, ma i pixel più grandi sul sensore offrono scatti migliori in condizioni di luce scarsa. 

I videomaker professionisti dovrebbero valutare, però, l'assenza dei video a 10 bit e del profilo D-Log, mentre l'assenza dei sensori laterali per aggirare gli ostacoli è davvero un peccato. Ma in altri aspetti, il Lite+ è davvero impressionante per la versatilità. Il sensore da 20 MP è probabilmente il migliore sul mercato e consente a questo drone di competere davvero con l'Air 2S.

La nostra recensione: Autel Evo Lite+


migliori droni

DJI Mavic Air 2 è uno dei migliori droni di sempre (Image credit: Future)

6. DJI Mavic Air 2

Il miglior drone per (quasi) tutti

Specifiche

Peso: 570 g
Controller:
Risoluzione della fotocamera: 12MP
Capacità della batteria: 3.950 mAh
Autonomia: 10km

Pro

+
Molto facile da pilotare 
+
Riprese video 4K / 60p eccezionali
+
Durata della batteria di 34 minuti 

Contro

-
La fotocamera talvolta va a scatti
-
Niente schermo sul controller

Mavic Air 2 è il miglior drone tuttofare per principianti ed hobbisti, nonchè un grosso aggiornamento rispetto all'originale Mavic Air. In pratica è una versione mini di Mavic 2 Pro e combina la capacità di girare fantastici video 4K / 60p ad una vasta gamma di funzioni di scatto ed un eccellente tempo di volo di 34 minuti.

Il nuovo sensore da 1/2 pollice garantisce prestazioni ISO migliori rispetto al suo predecessore e supporta video slo-mo 1080p fino a 240 fps. Il nuovo controller del Mavic Air 2 aggiunge la connettività Ocusync 2.0 che ne aumenta la portata fino a 10 km e migliora la stabilità del suo segnale verso l’app DJI Fly. Grazie al rilevamento del soggetto e alle familiari modalità automatizzate Quickshot, si posiziona tra il più essenziale DJI Mavic Mini e il più costoso serie Mavic 2.

Leggi la nostra recensione: DJI Mavic Air 2


Autel EVO Nano+

Autel EVO Nano+ (Image credit: Mark Pickavance)

7. Autel EVO Nano+

Un ottimo drone compatto, eccezionale con poca luce

Specifiche

Peso: 249 g
Controller:
Risoluzione della Fotocamera: 12,5 MP
Capacità della Batteria: 2250 mAh
Portata: 16,8 km

Pro

+
Sensore grande e lenti performanti
+
Rilevamento collisioni
+
Video e immagini incredibili

Contro

-
Fragile
-
Ancora niente tracking oggetti

Il DJI Mini 3 Pro rimane la nostra prima scelta nella categoria dei droni al di sotto dei 250 grammi, tuttavia il coloratissimo Evo Nano+ non dista troppo. Nei test, abbiamo riscontrato un sensore superiore rispetto al DJI Mini 2, in particolare in condizioni di luce scarsa, senza contare la grande capacità di resistenza al vento, considerando il formato ridotto.

Ma come il DJI Mini 2, anche qui manca, purtroppo, il tracciamento dei soggetti e il supporto API per la compatibilità con app di terzi. Detto questo, l'Evo Nano+ è un fantastico drone compatto, in particolare se ne cercate uno dal di sotto del limite di peso che potrebbe imporvi grosse limitazioni di volo.

I video 4K/30p e le immagini ci hanno stupito, e Autel Fly è migliorata sensibilmente dalla nostra prima prova. Se cercate un drone piccolo in alternativa a DJI, l'Evo Nano+ è una delle prime opzioni che dovreste valutare.

La nostra recensione: Autel Evo Nano+


migliori droni

Ryze Tello è uno dei migliori droni all'infuori della famiglia DJI (Image credit: Future)

8. Ryze Tello

Un piccolo drone semplice, conveniente e divertente

Specifiche

Peso: 80 g
Controller: opzionale
Risoluzione della fotocamera: 5MP
Tempo di volo: 13 minuti
Portata: 100 m

Pro

+
Comandi di volo reattivi 
+
Leggero e compatto

Contro

-
Trasmissione video scattosa
-
Instabile con il vento

Semplice, leggero ed economico, il Ryze Tello è un drone adatto per i principianti ed è divertente da usare. Nonostante il prezzo economico, Tello è capace di offrire molto: la batteria dura per 13 minuti, mentre i sensori luminosi rivolti verso il basso consentono al Tello di rimanere sospeso sul posto ed eseguire diversi trick automatizzati.

La qualità della fotocamera da 5 MP montata davanti è meno entusiasmante, con una gamma dinamica limitata ed evidenti artefatti di compressione durante lo streaming di video HD 720p. Poiché il video viene trasmesso direttamente allo smartphone, la frequenza dei fotogrammi è influenzata da qualsiasi calo di segnale nella connessione.

A parte questo, l'app è piacevolmente semplice e permette di pilotare il Tello facilmente, grazie ad una configurazione a doppia levetta estremamente reattiva. La portata teorica è di 100 m, ma 30-40 m è il massimo raggiungibile effettivamente, dato che è piccolo e molto sensibile alle folate di vento.

Ryze Tello è fondamentalmente un drone divertente da volare in una giornata tranquilla, facendolo sfrecciare velocemente, mentre reagisce agilmente agli input forniti. La portata è limitata, ma va benissimo per imparare a pilotare droni più complessi e costosi.

Leggi la nostra recensione: Ryze Tello (Si apre in una nuova scheda)


migliori droni

DJI Phantom 4 Pro V2.0, uno dei migliori droni per professionisti (Image credit: Future)

9. DJI Phantom 4 Pro V2.0

Un quadricottero robusto e potente per professionisti

Specifiche

Peso: 1375 g
Controller:
Risoluzione della fotocamera: 20MP
Capacità della batteria: 6000 mAh
Portata: 8 km

Pro

+
Ampio sensore da 1 pollice e 20 MP
+
Drone robusto e veloce
+
Riprende video 4K / 60p a 100 Mbps

Contro

-
Grande e ingombrante
-
Più costoso di Mavic 2 Pro
-
Più complesso dei pieghevoli

La gamma Phantom di DJI ha portato i droni dell’azienda a nuovi livelli. Sebbene il Phantom 4 Pro V2.0 non sia il modello più recente della classifica, rimane una buona scelta per i professionisti che hanno bisogno di un modello robusto e affidabile anche durante le giornate ventose.

Lanciato nel 2018, il Phantom 4 Pro V2.0 è un importante aggiornamento del precedente Phantom 4 e offre una capacità di evitare gli ostacoli notevolmente migliorata, oltre che modalità di volo intelligenti come la ActiveTrack.

Il suo sensore da 1 pollice da 20 MP può realizzare scatti in RAW e video 4K / 60p con una banda fino a 100 Mbps, usando il profilo colore D-log. Ovviamente, le dimensioni del Phantom 4 Pro V2.0, che pesa 1.375 g, lo rendo molto meno portatile del Mavic 2 Pro, anche lui dotato di sensore da 1 pollice e 20 MP.

In questo caso però è presente un otturatore meccanico per evitare l’effetto rolling shutter durante le riprese video, e il frame rate 4K è più elevato rispetto al suo fratello minore. Con una maneggevolezza eccellente e 30 minuti di volo, vale sicuramente la pena considerarlo se si necessita di riprendere foto aeree e video di alta qualità. È in grado di lavorare in condizioni meteorologiche più difficili rispetto alle capacità del Mavic 2 Pro.

Leggi la nostra recensione: DJI Phantom 4 Pro V2.0 (Si apre in una nuova scheda)


migliori droni

PowerVision PowerEgg X è uno dei migliori droni tropicalizzati (Image credit: Future)

10. PowerVision PowerEgg X

Un drone “all season” che si trasforma in una fotocamera portatile

Specifiche

Peso: 522 g
Controller:
Risoluzione della fotocamera: 12MP
Capacità della batteria: 3.800 mAh
Portata: 6 km

Pro

+
Può volare sotto la pioggia e atterrare sull'acqua
+
Si converte in una fotocamera portatile

Contro

-
La qualità dell'immagine inferiore ai rivali
-
Manca la modalità video Raw

PowerEgg X sembra il nome di un accessorio da cucina, ma è un valido drone dalle caratteristiche molto interessanti. In un mercato dominato dai droni sensibili all’acqua, la questo modello di PowerVision si distingue per la sua capacità di volare sotto la pioggia e atterrare sui laghi (bisogna ordinarlo con il pacchetto “Wizard”).

La qualità dell'immagine è influenzata dall'alloggiamento in plastica impermeabile, ma essere in grado di operare e galleggiare sul bagnato apre a un'ampia serie di possibilità creative. Lo stesso vale per il versatile design modulare. PowerEgg X può anche essere utilizzato come fotocamera gimbal portatile e fotocamera AI autonoma, che può essere montata su un treppiede e controllata con i gesti delle mani. Il rovescio della medaglia della configurazione flessibile è che richiede più tempo per essere preparato al volo.

È leggero, ma la rimozione dell'involucro protettivo dal corpo, l'aggiunta dei bracci dell'elica e l'impostazione del controller richiede alcuni minuti. Nemmeno la qualità dell'immagine è ai vertici della categoria. Il PowerEgg X produce discreti filmati 4K. Sono abbastanza dettagliati in condizioni luminose, ma il sensore CMOS da 12 MP 1 / 2,8 pollici a fuoco fisso e ad apertura fissa non può competere con quello dei droni Mavic di DJI. Inoltre, non è possibile registrare nei formati video Raw. Tuttavia, per sequenze video brevi e nitide in condizioni di maltempo, PowerEgg X è una delle migliori scelte possibili.

Leggi la nostra recensione: PowerVision PowerEgg X (Si apre in una nuova scheda)


DJI FPV

(Image credit: Future)

11. DJI FPV

Una divertente introduzione al volo in prima persona

Specifiche

Peso: 795 g
Controller:
Risoluzione della fotocamera: 12 MP
Capacità batteria: 2000 mAh
Portata: 10 km (FCC), 6 km altrove

Pro

+
Facile da pilotare per un drone FPV
+
Il display offre un'ottima qualità dell'immagine
+
Ottima connessione con il drone

Contro

-
Eliche visibili nel filmato
-
Modalità di cattura limitate
-
Ulteriori restrizioni di volo

DJI FPV è un drone unico, che permette di imparare il volo con visuale in prima persona. Simile ad una combinazione tra un drone da corsa e uno della serie Mavic di DJI, è molto divertente da far volare grazie all'ottimo visore, che da vi darà la sensazione di potervi librare come aquile. In ogni caso soffre anche di alcune restrizioni in più rispetto agli altri droni di DJI, in particolare per via delle leggi del volo relative ai droni FPV, che nella maggioranza dei paesi richiedono di avere un compagno "osservatore" accanto a voi mentre volate. Indossare i DJI Goggles V2 non permette di avere una visuale diretta con il drone.

Se però questa limitazione non vi crea problemi e avete a disposizione un compagno di volo, troverete il DJI FPV un fantastico drone con volo in prima persona adatto anche ai principianti. Grazie ad una velocità massima di 140 Km/h, è più veloce e agile di qualsiasi altro drone DJI, inoltre possiede anche tre diverse modalità di volo (Normale, Sport e Manuale), per adattarsi a qualsiasi tipo di pilota. A differenza della maggior parte dei droni FPV, è inoltre in grado di girare eccellenti video 4K.

Il gimbal è solo ad asse singolo, a differenza del tipo a tre assi che si trova su modelli come DJI Mavic Air 2, ma la stabilizzazione elettronica dell'immagine garantisce che il filmato sia sempre fluido. Inoltre, è anche possibile girare a 1080p a 120 fps, per creare effetti di moviola.

Tuttavia, se preferite il volo automatizzato sarà meglio scegliere un modello tra DJI Mavic Air 2 o DJI Mavic 2 Pro: questo drone è incentrato sull'esperienza di volo FPV, con l'ulteriore vantaggio di girare video 4K e scattare foto da 12 MP. Lo fa molto bene, ma la curva di apprendimento ripida e le restrizioni legali limitanti, lo rendono abbastanza di nicchia rispetto agli altri droni di DJI, per cui l'abbiamo relegato nella parte più bassa della nostra classifica.

Leggi la nostra recensione: DJI FPV (Si apre in una nuova scheda)


Drone FIMI X8 Mini in volo

(Image credit: Future)
Un'alternativa in 4K più economica di DJI Mini 2

Specifiche

Peso: 258 g
Controller:
Risoluzione della Fotocamera: 12 MP
Capacità della Batteria: 3500 mAh
Portata: 8 km

Pro

+
Facile da pilotare
+
Autonomia eccellente
+
Qualità immagine accettabile

Contro

-
Niente sensori di collisione frontali
-
Meno rifinito di DJI Mini 2

Sebbene riteniamo che DJI Mini 2 sia migliore nel complesso, FIMI X8 Mini resta un'alternativa impressionante e accessibile, soprattutto se consideriamo il prezzo del Mini 2. Gira video in 4K di alta qualità e molto dettagliati, sebbene la gamma dinamica abbia dei limiti, comprensibili dato il sensore relativamente piccolo. L'app ha marginu di miglioramento, ma è stabile e offre diverse modalità di volo automatizzato.

X8 Mini, inoltre, è ricaricabile tramite USB-C e include un controller molto più solido del drone stesso. Se volete una connessione diretta con lo smartphone, potete utilizzare la modalità Wi-Fi a 5,8 Ghz (con una portata massima di 100 m). In generale, FIMI X8 Mini offre un buon rapporto qualità/prezzo e rappresenta una valida alternativa ai DJI.

La nostra recensione: FIMI X8 Mini


Come scegliere il drone più adatto a voi

Dunque, come scegliere il drone più adatto a voi? Innanzitutto, va considerato il budget. Questa guida si focalizza su droni con fotocamere adatte a scattare foto e girare video all'alto, dunque i prezzi sono più alti dei droni più orientati al mero piacere del volo.

Se volete girare video in 4K, preparatevi a spendere non meno di €400, ma se cercate qualcosa di più economico per imparare a volare meglio, anziché focalizzarvi su immagini spettacolari, potreste optare per il Ryze Tello, il cui costo si aggira intorno ai €100.

Quali sono le funzioni che vi servono? Se cercate un drone in grado di seguirvi in automatico senza controllo diretto, assicuratevi che abbia la funzione "Follow me" o "Seguimi". Per fare qualche esempio, potreste considerare droni come DJI Air 2S e DJI Mavic Air 2.

I principianti dovrebbero assicurarsi di avere a disposizione le modalità di volo automatizzate, come le funzioni smart di DJI, in grado di offrire manove predefinite che chiunque può eseguire. La maggior parte dei droni sfrutta lo smartphone come controller, collegandolo al pad in dotazione, e di solito sono supportati sia gli smartphone Android che gli iPhone, ma è sempre consigliabile verificare che il drone che volete acquistare sia in effetti compatibile con il vostro dispositivo.

Un altro aspetto da valutare è la normativa vigente in materia di droni della vostra area geografica. In alcuni luoghi, non occorre registrare i droni al di sotto dei 250 gr presso le autorità aeronautiche, con un po' di risparmio sui costo complessivi. La maggior parte delle leggi impone di mantenere il drone lungo la propria linea visiva, pertanto potreste non poter sfruttarne la portata completa.

Chi si occupa di fotografia, invece, dovrebbe verificare il supporto delle foto raw. Si tratta di un aspetto meno diffuso sui droni, ma sta diventando uno standard sui modelli più recenti, come il DJI Mini 2, a differenza del suo predecessore 

Come testiamo i droni

Laddove è la fotocamera l'aspetto principale nei droni che testiamo, valutiamo comunque anche le prestazioni in volo e la facilità con cui è possibile pilotarli. Verifichiamo la stabilizzazione, la reattività e le velocità massime. Ma, ancora più importante, analizziamo la capacità di evitare gli ostacoli, un aspetto fondamentale se vi serve un drone capace di tracciare e seguire automaticamente un soggetto.

Dopo aver messo alla prova l'autonomia dichiarata dai produttori, passiamo dunque alle fotocamere. Giriamo vari filmati a diverse risoluzioni e frame rate, incluse scene a elevato contrasto, portando la gamma dinamica al limite, senza dimenticare gli scatti in condizioni di luce scarsa. Proviamo anche le modalità di volo automatizzate, per vedere quanto valga la pena usarle.

I video vengono valutati su un monitor calibrato, insieme alle foto scattate dal drone (alla massima risoluzione, in formato JPEG e raw, con varie ISO). A proposito di qualità delle immagini, osserviamo dettagli, messa a fuoco e gestione della rumorosità con ISO elevate, per valutare le condizioni d'uso reali. Alla fine, mettiamo insieme tutti i risultati e aggiungiamo le nostre impressioni su design, funzioni e rapporto qualità/prezzo per formulare il nostro giudizio finale.