iPhone 14 può essere davvero Pro solo con USB-C

iPhone 13 Pro Max
(Immagine:: TechRadar)

Il nuovo iPhone 14 sarà senz'altro un dispositivo potente, e i modelli Pro saranno i top di gamma della serie.

iPhone 14 Pro e Pro Max dovrebbero avere fotocamere migliori e un nuovo processore, oltre a un display dotato delle migliori tecnologie. iPhone 14 e iPhone 14 Max, invece, dovrebbero avere lo stesso chipset di iPhone 13 e fotocamere meno potenti.

Secondo le ultime indiscrezioni (Si apre in una nuova scheda), iPhone 14 Pro e Pro Max avranno la stessa porta Lightning potenziata che aveva debuttato sull'iPad Pro originale, che utilizza la tecnologia USB 3.0 per garantire maggiore velocità rispetto alle porte USB 2.0 che troviamo ora sugli iPhone.

Questa è un'ottima notizia, in quanto garantisce trasferimenti di dati fino a 10 volte più veloci, ma siamo ancora ben lontani dalle prestazioni offerte dallo standard USB-C che troviamo sull'ultimo iPad Pro (2021) e iPad Air 5.

Per gli iPhone, Apple ha sempre mantenuto il connettore Lightning sin dal 2012, anche se per seguire la normativa europea prima o poi dovrà adeguarsi allo standard USB-C. Tuttavia, non sappiamo con precisione quando succederà.

Questo perchè Apple ha costruito un ecosistema di compatibilità che le è conveniente. Innanzitutto, c'è un ritorno economico non indifferente nel vendere la licenza ai produttori per la produzione di accessori compatibili con le porte Lightning. E poi, per Apple è conveniente anche utilizzare accessori diversi per iPad e iPhone.

iPhone 13 Pro Max

(Image credit: TechRadar)

Problemi Pro(fondi)

Naturalmente, questa riluttanza nell'unificare lo standard dei connettori non piacerà certo agli utenti.

Come accennato, sembra molto probabile che quest'anno gli iPhone monteranno chipset diversi, probabilmente per differenziare ancora di più l'offerta Pro dai modelli standard.

Questo non è un problema, anzi, si può dire che abbia senso. La serie Pro, dal punto di vista delle prestazioni, è sempre stata molto vicina ai modelli base. Solo le prestazioni della fotocamera e un quantitativo maggiore di RAM hanno costituito una differenza cruciale negli ultimi anni.

Per creare iPhone costosi, di fascia alta, che siano potenti al punto da essere desiderabili per professionisti e creativi, è essenziale creare uno "scalino" prestazionale che iPhone 14 non può scavalcare.

Però, se le indiscrezioni si riveleranno vere e Apple sceglierà di mantenere la porta Lightning, si rinuncerà a un vero passo avanti che potrebbe essere cruciale in questa differenziazione. La connessione USB-C garantisce velocità nettamente superiori per chi ne necessita dal punto di vista professionale, e sicuramente non scontenterebbe neanche l'utente medio.

Testando iPhone 13 Pro Max (con connettore Lightning) e iPad Air 2022 (con connettore USB-C), le differenze saltano subito all'occhio.

Connettendoli a una porta USB-C sul notebook, il primo permette il trasferimento di un file da 320MB a 8.25MB/s, mentre l'iPad arriva a 10.5MB/s.

La differenza non è esagerata, anche se nel caso di file più pesanti si risparmierebbero parecchi minuti. Con gli accessori giusti, per un creativo o una persona che utilizza un Mac o un PC professionale per lavoro, la differenza si farebbe sentire di più.

Purtroppo è molto improbabile che troveremo una porta USB-C sui nuovi iPhone 14, per tutte le ragioni elencate sopra. Ciò non toglie che sarebbe un reale progresso che renderebbe i futuri iPhone molto appetibili per chi cerca un dispositivo che sia davvero Pro.

Senza considerare un altro fattore importante, ovvero che USB-C sta divendando lo standard comune in tutto il mondo per la maggior parte dei dispositivi. Non doversi più procurare accessori compatibili con la porta Lightning e utilizzare lo stesso cavo per tutti i dispositivi semplificherebbe di netto la vita degli utenti.

Giulia Di Venere è Editor Senior per TechRadar Italia e lavora con orgoglio al progetto da quando è nato.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è una grande appassionata di cinema, libri, cucina e cinofilia.

Da sempre considera la scrittura lo strumento più efficace per comunicare, e scrivere per fare informazione, ogni giorno, è per lei motivo di grande soddisfazione.

Copre una grande varietà di tematiche, dagli smartphone ai gadget tecnologici per la casa, gestendo la pubblicazione dei contenuti editoriali e coordinando le attività della redazione.

Dalla personalità un po’ ambivalente, ama viaggiare tanto quanto passare il tempo libero nella tranquillità della propria casa, in compagnia del suo cane e di un buon libro.

Con il supporto di