Skip to main content

Intel sta sviluppando schede video da 500 watt

Intel's DG1 graphics card (Image credit: Intel)

Abbiamo già un'idea ben definita di come si presenterà la GPU Intel Xe con la scheda grafica DG1 che abbiamo testato giocando a Destiny 2 al CES 2020. Nonostante le prestazioni sorprendenti di questa GPU, molto probabilmente, Intel ha in serbo una scheda grafica ancora più potente.

Digital Trends ha svelato alcuni documenti trapelati da una presentazione fatta all'inizio del 2019 e alcuni dettagli nei piani di Intel sembrano essere mutati. I dati  includono una serie di diverse schede grafiche realizzate con singoli strati combinati utilizzando la tecnologia di chip-stacking Intel Foveros. 

Il grafico mostra ben sette GPU: quattro elencate come SVD (Software Development Vehicle) e tre elencate come RVP (Reference Validation Platform). Sappiamo che la Intel Xe DG1 mostrata al CES 2020 era una versione SVD e si allineava con una delle schede elencate nella tabella. Tuttavia ci sono anche schede con architettura a due e quattro strati. 

Le schede a strato singolo hanno dei TDP (Thermal Design Power) con un range che va dai 75 ai 150 watt, ma le cose cambiano sensibilmente quando si passa alle GPU da due o quattro strati. Le schede a due strati hanno un TDP da 300W, che le colloca su un livello di assorbimento di potenza superiore rispetto alla Nvidia GeForce RTX 2080 Ti. Le schede a quattro strati salgono ulteriormente, con un TDP di 400W o 500W, valori ben più alti delle schede video AMD e Nvidia.

Come si traduce in termini di potenza

Sebbene sia chiaro che queste schede grafiche necessitano di molta potenza, non è chiaro quanto saranno effettivamente potenti.

Digital Trends ipotizza che ogni strato conterrà 128  Execution Unit (UE), offrendo al modello Intel a quattro strati un totale di 512 UE. 

Se consideriamo che la Intel Xe DG1 vista al CES 2020 era probabilmente una scheda grafica a singolo strato a basso consumo, una scheda a quattro strati potrebbe avere quattro volte le sue prestazioni. Secondo alcuni benchmark di Steve di Gamers Nexus, in Destiny 2 la DG1 ha gestito un framerate di 40-50 fps a 1080p con impostazioni grafiche basse. Quadruplicare le prestazioni potrebbe quindi voler dire offrire un'esperienza 4K accettabile se non strabiliante o forse un gioco molto più fluido a 1080p o 1440p.

In questo caso, tuttavia, il TDP da 500 W sembra davvero esagerato, dato che si può ottenere un eccellente gameplay 1080p, 1440p e persino 4K con un consumo di energia nettamente inferiore. A questo punto ci chiediamo in effetti a cosa potrebbero mai servire queste schede grafiche.

Queste GPU multi strato, del resto, potrebbero essere destinate allo sviluppo piuttosto che ai prodotti al dettaglio per i consumatori ordinari. Al momento è impossibile avere un quadro chiaro della loro effettiva capacità. Con gli eventi Game Developers Conference e GPU Tech Conference di NVIDIA in arrivo nei prossimi due mesi, tuttavia, potremmo avere più notizie nel prossimo futuro e, in caso contrario, dovremo attendere il Computex di Taipei.