Skip to main content

Apple, i lavoratori preferiscono licenziarsi che tornare in ufficio

Logo Apple
(Image credit: Sukrita Rungroj / Shutterstock)

Per i dipendenti Apple, la possibilità di lavorare da casa a tempo indeterminato è molto importante, come indicato da un sondaggio condotto all'interno dell'azienda. Inoltre, è stato evidenziato che alcuni lavoratori sarebbero intenzionati a dimettersi, se costretti a tornare in ufficio.

Secondo la notizia condivisa da The Verge, quando il sondaggio è stato somministrato a giugno, quasi il 90% dei partecipanti si è dichiarato pienamente concorde con l'affermazione "Le opzioni di lavoro flessibile sono un argomento molto importante per me".

A differenza dei precedenti sondaggi creati dalla dirigenza Apple, questo sondaggio è stato inviato in un canale Slack, affinché i dipendenti potessero discutere sul lavoro da remoto in modo autonomo. Sebbene i risultati dimostrino che alcuni lavoratori desiderano avere sempre la possibilità di lavorare da casa, al sondaggio ha partecipato solo una piccola parte dei 147 dipendenti della casa produttrice degli iPhone.

Quando è stata chiesta l'opinione circa la frase :"Mi preoccupa il fatto che alcuni dei miei colleghi dovranno lasciare Apple a causa della mancanza di opzioni di lavoro flessibile", oltre la metà (58,5%) degli intervistati ha affermato di essere pienamente d'accordo, mentre il 36,7% ha dichiarato di temere di dover presentare le dimissioni a causa della mancanza di flessibilità.

O lavoro da casa o niente

Al termine del sondaggio, i dipendenti Apple hanno inviato i risultati al CEO Tim Cook e al SVP of Retail and People Deirdre O'Brien, insieme a un video con testimonianze personali di 24 membri dello staff, che hanno spiegato perché le opzioni di lavoro da remoto sono così importanti per loro.

Tuttavia, proprio come Microsoft, anche Apple ritiene che il futuro sia incentrato sul lavoro agile, o ibrido, in cui è prevista una parte di lavoro da remoto e una in presenza. Infatti l'azienda ha inviato un video su tale modello ai propri dipendenti, due settimane dopo la consegna dei risultati del sondaggio Nel video, Apple dichiara che "la collaborazione in presenza è essenziale" sia per la propria cultura che per il futuro. Ciò ha particolarmente senso considerando che l'azienda ha investito 5 miliardi di dollari per la creazione della nuova sede centrale, nota come Apple Park, a Cupertino, California. Non ci stupisce dunque la posizione dell'azienda, che vorrebbe vedere più spesso i propri dipendenti nei nuovi uffici.

A dicembre dell'anno scorso, Apple aveva dichiarato che i dipendenti non sarebbero tornati in ufficio prima dell'estate, e da allora l'azienda ha aggiornato i propri piani. A partire da settembre 2021, infatti, i dipendenti torneranno negli uffici Apple tre giorni alla settimana, di lunedì, martedì e giovedì, mentre potranno lavorare da remoto il mercoledì e il venerdì.

Dovremo attendere per vedere se Apple deciderà di soddisfare le richieste di alcuni dei suoi dipendenti o se sceglierà di andare avanti con il modello ibrido/agile.

Fonte: The Verge