Skip to main content

Galaxy S20, tutte le novità del Samsung Unpacked

Samsung Unpacked
(Image credit: Samsung)

Ora che il Samsung Unpacked 2020 è terminato, possiamo fare il punto su tutte le novità che sono state svelate, non solo sui nuovi dispositivi, ma anche sui servizi e molto altro.

L'evento riguardava principalmente la presentazione dei nuovi Samsung Galaxy S20 e l'inaugurazione di un nuovo anno di successi tecnologici nel mondo della telefonia mobile. Ma abbiamo scoperto anche molto altro.

Di seguito riportiamo le più interessanti novità dell’Unpacked 2020. Inizieremo con le grandi novità sul nuovo Samsung per poi spaziare sulle notizie attinenti.

(Image credit: Samsung)

1. Samsung Galaxy S20 avrà una versione 4G, ma non negli Stati Uniti 

Una delle principali novità tanto esaltate per questa nuova linea di smartphone è la compatibilità 5G per tutti i modelli. In tutti i Paesi, esclusi gli Stati Uniti, sarà possibile acquistare la versione 4G dei modelli S20 e S20 Plus.

I consumatori americani non avranno altra scelta che acquistare la versione 5G di questi telefoni, perchè a quanto pare le versioni americane saranno bloccate sul solo utilizzo del 5G, indipendentemente dagli operatori telefonici o dalla stessa Samsung, scelta probabilmente effettuata per spingere i consumatori ad abbracciare la nuova generazione di reti mobili.

(Image credit: Samsung)

2. Sistemi 5G multi-frequenza in arrivo 

I nuovi telefoni sono ottimi indicatori per determinare la funzionalità della rete. In questo caso, il Samsung Galaxy S20 Plus e il Samsung Galaxy S20 Ultra sono entrambi compatibili con le reti mmWave e le frequenze 5G (probabilmente sub-6). Ciò significa che, a differenza del Samsung Galaxy S10 5G dell'anno scorso, i nuovi telefoni compatibili con il 5G non saranno compatibili solo con un tipo di rete.

Ciò dovrebbe aiutare la diffusione del 5G e incentivare le reti che utilizzano diverse bande di frequenza. Il tipo di frequenza mmWave è veloce, ma trasmette in un'area molto ristretta, spesso a pochi isolati dal ripetitore. Le frequenze sub-6 non offrono velocità elevate, ma si espandono in un'area più ampia, il che è ottimo per le regioni suburbane e rurali con una bassa densità di popolazione.

(Image credit: Samsung)

3. I nuovi foldable sono pronti per il mercato 

Ci piace la possibilità di poter trasformare un telefono di dimensioni normali in un dispositivo con uno schermo quasi delle dimensioni di un phablet, ma in questo caso stiamo parlando di un telefono pieghevole che, quando chiuso, “dimezza” le sue dimensioni per i consumatori con le tasche più strette. Il Motorola Razr ha avuto l’opportunità di riscattarsi sostituendosi al suo vecchio omonimo per i nostalgici dei telefoni a conchiglia, ma anche Samsung si è gettata nella mischia e adesso pensiamo che il mercato dei nuovi foldable a conchiglia potrebbe iniziare a crescere.

Sembra addirittura che il Samsung Z Flip abbia evidenziato alcuni dei punti deboli del Razr, con una batteria più potente, uno schermo interno più grande costruito in vetro, Android 10 e, soprattutto, un prezzo più basso (anche se di poco).  

(Image credit: Samsung)

4. I nuovi Samsung S20 potrebbero supportare i giochi per Xbox 

Questo è stato uno dei tanti annunci che potrebbero esservi sfuggiti durante l’Unpacked. Il direttore del compartimento Strategy di Samsung, David Park, ha affermato che l’azienda è in collaborazione con Microsoft per “un'esperienza di gaming in streaming basata su cloud".

Sembra somigliare al progetto di xCloud, e un portavoce di Microsoft ha confermato a CNET che questa collaborazione è un importante passo avanti nel mondo dei servizi di gaming in streaming. Dato che abbiamo visto xCloud funzionare su smartphone all'E3 2019, non sarebbe una sorpresa se i nuovi Samsung Galaxy S20 fossero tra i primi a presentare il servizio. In ogni caso, sapremo di più su questa collaborazione più avanti nel 2020. 

(Image credit: Samsung)

5. I nuovi Samsung Galaxy avranno accesso a contenuti extra su Netflix 

Un dirigente del noto servizio di streaming ha dichiarato sul palco dell’Unpacked che i nuovi smartphone Samsung Galaxy avranno accesso a contenuti extra su Netflix. In particolare, questi contenuti riguarderanno serie popolari come Narcos, Elite e Netflix is a Joke.

Alcuni di questi contenuti saranno registrati proprio con il nuovo Samsung S20, ma saremo in grado di accedervi solo attraverso Samsung Daily e Samsung Channels.

(Image credit: Samsung)

6. La serie Samsung Galaxy S20 sarà la prima ad avere la funzione Live Caption (se non consideriamo i Pixel di Google) 

Un altro annuncio che potreste esservi persi riguardava il fatto che i Samsung Galaxy S20 saranno i primi telefoni non Pixel a ottenere la tanto attesa funzione Live Caption. Questa feature permette di visualizzare i sottotitoli di video e audio prodotti in tempo reale.

È una funzione nativa di Google Pixel 4, ed è impressionante che i Samsung siano riusciti ad ottenerla prima di qualsiasi altro dispositivo Android. 

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

7. Niente jack per le cuffie

Ora che Samsung Galaxy S20 ha finalmente fatto il suo debutto ufficiale, possiamo confermare le indiscrezioni che si erano accumulate negli scorsi mesi: questa nuova generazione di smartphone top di gamma non avrà il jack per le cuffie.

La maggior parte dei grandi marchi ha da tempo abbandonato l’ingresso da 3,5 mm nei propri smartphone, e ora potrebbe essere davvero arrivata la fine per il tanto amato jack audio.

(Image credit: Samsung)

8. Potrebbe essere l’ultimo top di gamma sotto i 1000 dollari 

La soglia dei 1000 dollari è una trovata prettamente americana, data la variabilità dei costi tra i vari Stati. Anche se era un limite che sembrava significativo anni fa, oggi le case produttrici continuano a spingere i nuovi smartphone verso prezzi minimi sempre più alti. Il Galaxy S20 in Italia avrà un prezzo di partenza di 929 euro per la versione 4G, e probabilmente sarà l’ultimo della sua categoria. Presto ci ritroveremo con soli smartphone da 1000 e più dollari.

Con il debutto di smartphone pieghevoli come il Samsung Galaxy Fold, che costa circa il doppio rispetto al prezzo base dell’S20, sembra che ci siano tutti i presupposti per superare le soglie minime a cui ci eravamo abituati.