Skip to main content

Come scattare ritratti professionali su iPhone e Android

Come scattare ritratti professionali su iPhone e Android
(Image credit: Damien Demolder)

I ritratti sono tra le fotografie più popolari fatte da smartphone. In questa guida vi mostreremo come applicare i giusti effetti per trasformare i vostri ritratti in foto dall’aspetto professionale, sia da smartphone Android che da iPhone. 

Le ragioni per cui uno smartphone si presta bene a questo genere di scatto sono molteplici: una di queste è la modalità Ritratto, che è possibile utilizzare per ottenere un soggetto con lo sfondo sfocato, cioè quell’effetto bokeh che le macchine fotografiche creano come effetto naturale delle lenti. Gli smartphone invece sono limitati dal punto di vista delle ottiche, ma troviamo spesso due, tre o anche più obiettivi. Offrono lunghezze focali diverse, e si possono combinare per ottenere effetti creativi variegati. Un telefono è inoltre un dispositivo che abbiamo sempre in tasca o in borsa ed sempre pronto a qualsiasi scatto artistico possa venirci in mente.

I consigli di questa guida provengono direttamente da due fotografi professionisti che fanno sia uso di smartphone Android che iPhone, il che li rende validi per qualsiasi modello.


1. Mantenete le distanze 

Il fotografo professionista Damien Demolder fa uso di una varietà di fotocamere diverse, ma ha una predilezione speciale che utilizza con gli smartphone in diversi generi di fotografia.

Come scattare ritratti professionali su iPhone e Android

(Image credit: Damien Demolder)

"La maggior parte degli smartphone ha obiettivi grandangolari che sono generalmente considerati inadatti per la ritrattistica (a meno che non si stia optando per un approccio più alternativo)" - afferma il fotografo. 

"Lo zoom è una buona opzione, a patto di non perdere troppa qualità durante lo scatto. Bisogna anche evitare la distorsione del viso della persona per il troppo zoom, tenendo la giusta distanza e includendo più ambiente nello sfondo", aggiunge.

“I ritratti non devono essere scattati da 30 cm di distanza. Posizionatevi più indietro – magari contando quattro passi – così da avere un’inquadratura proporzionata. Potete anche eseguire uno scatto più da vicino, ma assicuratevi di mantenere il telefono in posizione perfettamente verticale e livellata: questo aiuterà anche ad evitare le distorsioni. Se il vostro smartphone è dotato di un obiettivo più lungo oltre al sensore principale, assicuratevi di usarlo quando scattate più da vicino.”

2. Sperimentate con le modalità 

L’app della fotocamera solitamente ha diverse modalità che possono fare la differenza, se sfruttate adeguatamente. Oltre alla modalità Ritratto, sia su iPhone che su Android è possibile regolare rapidamente il livello di sfocatura dello sfondo ed aggiungere effetti di luce post scatto, tramite Google Foto o altre app per l’editing.

Come scattare ritratti professionali su iPhone e Android

(Image credit: Damien Demolder)

Secondo Damien Demolder è a volte utile approfondirle, cambiando manualmente le modalità durante lo scatto. 

"I produttori di smartphone generalmente si esaltano un po’ con il contrasto e la saturazione del colore perché pensano che tutti desiderino delle foto con più impatto", dice. 

"Esplorate le modalità di scatto disponibili nella fotocamera del vostro telefono e sperimentate. Potrebbe infatti capitare di avere una modalità 'Ritratto' che produrrà meno contrasto e colori più moderati, usatela. Se sono presenti anche i controlli manuali, riducete il contrasto e la saturazione del colore."

Ma sperimentare le modalità disponibili significa anche scegliere fra quelle che non usereste nella situazione in cui vi trovate. "A volte una modalità "notte" può essere utile in condizioni normali per ridurre il contrasto con una gamma dinamica accentuata", afferma Damien Demolder.

"Tornano utili anche le modalità Diaframma, che permettono di sfocare lo sfondo, mettendo in risalto il soggetto. Queste tuttavia non sempre sono perfette, sperimentate con le impostazioni per trovare il limite del vostro dispositivo."

3. Prendetevi il tempo necessario 

Potreste pensare che scattare con lo smartphone non rappresenti “la vera fotografia”, e fare l’errore di “correre troppo” durante lo scatto.

La fotografa professionista Carolyn Mendelsohn, specializzata in ritratti, consiglia di cambiare approccio con lo smartphone.

Come scattare ritratti professionali su iPhone e Android

(Image credit: Carolyn Mendelsohn)

"Uso le stesse regole che userei per scattare un ritratto con la mia reflex o un'altra fotocamera", afferma. "Assicuratevi di dedicare del tempo ad inquadrare e comporre. Pensate attentamente a come volete inquadrare lo scatto: preferite un primo piano su testa e spalle o volete aggiungere più ambiente?"

"Con una reflex o una mirrorless posizionereste il punto di messa a fuoco sugli occhi del soggetto. È esattamente lo stesso con un telefono. Potete assicurarvi che abbiate messo a fuoco toccando gli occhi del soggetto".

4. Regolate l’esposizione 

L’illuminazione è molto importante nello scatto di ritratti. Uno smartphone può a volte riprodurre un’immagine dalla tonalità spenta, quando l’ambiente ha un’illuminazione mista e c’è molto contrasto nella scena. Agire attraverso le impostazioni disponibili nello smartphone migliora drasticamente l’esposizione, ma a volte potrebbe essere necessario cambiare l’inquadratura e la propria posizione. 

Come scattare ritratti professionali su iPhone e Android

(Image credit: Carolyn Mendelsohn)

“Cercate sempre la luce e tentate di capire come questa funziona con il soggetto. Nonostante la foto sopra sia soltanto un’istantanea, vengono applicati gli stessi principi" consiglia il fotografo. 

"In questo caso viene illuminato il viso del soggetto - ed ho anche pensato alla composizione dello scatto per dare il contesto di un viaggio in treno. Con i ritratti si cerca spesso di ottenere una luce soffusa nel viso, evitate quindi ombre forti o contrasti. Posizionare il soggetto su uno sfondo scuro funziona spesso bene", aggiunge.

“È possibile anche usare la compensazione dell'esposizione. Su iPhone, dopo aver toccato l’inquadratura per impostare la messa a fuoco (solitamente sugli occhi), comparirà una piccola icona a forma di sole. Trascinatela verso il basso se c’è troppa luce e verso l'alto se invece c’è né meno, fino ad ottenere un risultato più equilibrato. Un'impostazione analoga è disponibile anche su Android".

5. Rifinite lo scatto con l’editing 

Facendo uso di buone app di fotoritocco dopo lo scatto, potrete finalizzare il risultato per ottenere un ottimo ritratto. 

Come scattare ritratti professionali su iPhone e Android

(Image credit: Damien Demolder)

"Faccio sempre uso di qualche forma di post-elaborazione nel telefono per rifinire un ritratto", dice Damien Demolder. "Le mie app preferite sono Photoshop e Pixlr (sopra), perché veloci da usare e complete di tutti i controlli necessari.”

“Le uso per ridurre il contrasto aumentando le ombre e abbassando le luci, mentre per controllare il colore, di solito, riduco  la saturazione e aumento la vividezza. Le app offrono anche una bella serie di filtri per ottenere effetti caldi o texture - ed è anche possibile regolarne l’intensità dell’effetto." 

Potete notare i risultato dell’effetto tramite lo slide sotto.

"Mi piace anche agire leggermente sulla tonalità pura dei neri, in modo da ottenere ombre non troppo profonde. Riesco a farlo su Pixlr attraverso il filtro Monochrome, riducendone l’intensità a circa il 3%, il che è più che sufficiente ottenere l’effetto che voglio" aggiunge infine.



Redattore TechRadar