Skip to main content

CES 2020, il Bluetooth LE Audio è stato uno degli annunci più promettenti

(Image credit: Bluetooth SIG)

Lo standard Bluetooth è il protocollo di trasmissione wireless diffuso ormai da anni su milioni di dispositivi in tutto il mondo: dalle cuffie sino agli speaker, dai sistemi audio per le auto sino alle tecnologie smart per la casa.

Per questo è decisamente significativo il fatto che al CES 2020 sia stata annunciata una nuova tecnologia da parte del Bluetooth Special Interest Group (SIG), l’organizzazione che si occupa di sviluppare i nuovi standard in questo campo.

La versione annunciata alla fiera della tecnologia di Las Vegas si chiama Bluetooth LE Audio e userà il nuovo codec LC3 per migliorare non solo la qualità del suono ma anche per consumare meno batteria. Secondo quanto illustrato dal SIG, inoltre, questa tecnologia permetterà di collegare decine di dispositivi contemporaneamente.

Sia Bluetooth LE che il suo LC3 affiancheranno gli standard tradizionali e il loro codec SBC. Secondo le previsioni del SIG, vedremo questa nuova tecnologia sui dispositivi nell’arco dei prossimi due anni.

Consumi più bassi e migliore compressione dei dati

L’aspetto più innovativo del Bluetooth LE è il codec LC3 che è in grado di comprimere e decomprimere i dati in maniera più efficiente rispetto a quello SBC. Questo significa che i processori Bluetooth wireless potranno funzionare senza consumare troppe risorse.

Sempre secondo il SIG, la tecnologia Bluetooth LE e il suo LC3 offriranno una qualità audio decisamente migliore rispetto a quella disponibile con lo standard attuale.

I consumi ridotti renderanno, ad esempio, questa nuova tecnologia perfetta per i dispositivi di ascolto assistito (che secondo il SIG avranno presto il Bluetooth), permettendo alle persone che soffrono di problemi di udito di connettere gli apparecchi acustici più facilmente e in maniera diretta ai televisori e agli smartphone.

Un altro dei vantaggi offerti da questo nuovo formato è quello di poter connettere più cuffie a un singolo dispositivo. Il SIG spiega che sarà più facile vedere aeroporti, bar, palestre, cinema e sale conferenze offrire un canale Bluetooth pubblico al quale sarà possibile connettere con facilità i propri dispositivi. Una delle possibili applicazioni, ad esempio, sarà la trasmissione simultanea di contenuti audio in lingue differenti.

(Image credit: Bluetooth SIG)

Bluetooth migliori, dispositivi migliori

Verrebbe da chiedersi perché tutto questo sia stato annunciato proprio al CES 2020. La risposta è semplice: il SIG deve convincere i produttori di elettronica di consumo ad adottare questo nuovo standard Bluetooth. Se questo non accadrà, infatti, nessuno di questi vantaggi innovativi troverà una qualche applicazione lasciando questa tecnologia un semplice prototipo.

Naturalmente, basandoci sulle esperienze passate, l’adozione del nuovo standard Bluetooth estenderà i propri vantaggi alle prestazioni dell'intero dispositivo che lo supporterà permettendo di ridurre, ad esempio, il consumo di batteria di ben il 50% rispetto ai dispositivi attuali proprio grazie al codec LC3 e al Bluetooth LE Audio.

Solo il tempo ci dirà quando questo standard sarà effettivamente adottato dai produttori e quanto ci vorrà perché possa essere diffuso su tutti i dispositivi. Considerati però i vantaggi che offrirà e il fatto che potrà tranquillamente coesistere con il Bluetooth tradizionale, lo standard LE Audio verrà con molta probabilità adottato come previsto dal SIG sulla maggior parte dei dispositivi wireless entro i prossimi due anni.