Skip to main content

iPad Pro 2020 dovrebbe essere solo l'1% più veloce della versione 2018

iPad Pro 2020
(Image credit: Apple)

iPad Pro 2020 vanta un chipset A12Z Bionic “pompato” anche se, secondo i primi benchmark, risulta essere in fondo non molto più veloce del chip A12X Bionic che si trova nell’iPad Pro 11 (2018) e iPad Pro 12.9 (2018).

In particolare, il nuovo iPad Pro sarebbe solo dell'1% più veloce rispetto ai vecchi modelli che sta sostituendo, come risulta da un elenco sul sito Web di benchmarking AnTuTu e fatto notare per la prima volta da MySmartPrice.

Ci sono alcune buone notizie, tuttavia, se analizziamo più a fondo i parametri di riferimento. La versione base dell’iPad Pro 2020 ha 12 GB di spazio di archiviazione ed arriva a 6 GB di RAM (in precedenza, Apple aveva equipaggiato tutte le versioni con 4 GB, tranne la versione top di gamma da 1 TB del modello iPad Pro 12.9 2018, che ha 6 GB).

Notiamo anche che la velocità della GPU del nuovo iPad Pro sono paragonabili a quelle di un laptop. Questo è positivo per le app di giochi 3D e, in un prossimo futuro, per le funzionalità AR più avanzate. 

I punti di forza del nuovo iPad Pro 2020 

Apple ha affermato che il nuovo chipset A12Z Bionic "garantisce a iPad Pro le massime prestazioni di sempre in un iPad" grazie alla GPU a otto core del chipset, all'architettura termica potenziata e ai controller delle prestazioni ottimizzati.

Ciò che è abbastanza certo è che il chipset A12Z di Apple si comporta in modo impressionante nei test GPU e mostra miglioramenti delle prestazioni di circa il 10% rispetto alla GPU A12X a 7 core.  

Questi guadagni nel reparto grafico hanno visto il nuovo iPad Pro in vantaggio rispetto al suo predecessore in termini di prestazioni complessive, anche se marginalmente. Il modello 2020 ha ottenuto 7.12.218 punti, mentre il modello di ultima generazione ha raggiunto 7.05.585 punti. 

Ma quando si è trattato di testare CPU, UX e memoria, il nuovo chip di Apple si posiziona più indietro rispetto la CPU Bionic A12, scendendo al di sotto del SoC 2018 di oltre il 20% rispetto quest’ultima, con un punteggio di 74.998 punti contro il punteggio di 95.118 raggiunto da l'iPad Pro 2018.  

Che cosa significa tutto questo? 

Sebbene l'affidabilità di questi punteggi debba essere ancora confermata, tuttavia i test suggeriscono che l'iPad Pro 2020 è più veloce del modello 2018 in termini di prestazioni della GPU. Le sue prestazioni CPU e RAM, però, sono per lo più invariate. Nell’utilizzo giornaliero potremmo non notare alcuna differenza, il che va anche bene, perché la linea iPad Pro è comunque sempre stata piuttosto veloce.

Il fatto che non ci sia grande differenza non dovrebbe sorprendere, vista la nomenclatura simile dei due chipset: "A12". Date le piccole differenze in termini di prestazioni e il fatto che i vantaggi delle nuove fotocamere dotate di LiDAR potrebbero non essere pienamente sfruttati per un po’ di tempo, ora come ora potrebbe essere una buona idea dare la caccia a un iPad Pro scontato del 2018 prima che ne venga interrotta la produzione.

Certo, è uscito un anno e mezzo fa, ma l'iPad 2018 sarà sicuramente scontato ora che Apple ha introdotto quello che sembra essere un iPad Pro 2020 leggermente migliore. Funzionerà anche con la costosa Tastiera Magica Apple, quindi meglio risparmiare per quella piuttosto.