Apple sarà costretta a creare un iPhone con batteria rimovibile

Apple iPhone 14 lock screen
(Immagine:: Future / Lance Ulanoff)

All'inizio del 2022 Apple ha introdotto il programma di riparazione self-service, che consente di riparare una serie di dispositivi a autonomamente. Tra le riparazioni possibili c'è la sostituzione della batteria dell'iPhone, una procedura di routine che potrebbe essere utile per molti vecchi iPhone. Ma sostituire la batteria non è facile, infatti è necessaria un'attrezzatura specializzata di Apple per eseguire il lavoro, di conseguenza molti preferiscono portare il telefono da un professionista.

Ma cosa succederebbe se Apple realizzasse un iPhone con una batteria facile da sostituire? L'Unione Europea potrebbe obbligare Apple, e tutti gli altri produttori di smartphone e dispositivi a batteria, a garantire che gli utenti possano sostituire le batterie da soli con facilità.

L'UE infatti ha già imposto ad Apple di apportare modifiche significative all'iPhone più rapidamente di quanto avrebbe voluto, con l'obbligo di dotare i futuri iPhone di una porta USB-C entro il 2024. A questa imposizione, Apple potrebbe rispondere creando un iPhone completamente senza porte.

Un iPhone di questo tipo non trarrebbe vantaggio dal fatto di rendere la batteria sostituibile dall'utente: uno dei lati positivi della realizzazione di un iPhone senza porte è che il dispositivo diventerebbe impermeabile. In questo caso, smontare l'iPhone a casa per sostituire la batteria non sarebbe una grande idea.

In ogni caso, potrebbero mancare anni all'approvazione di una legge del genere. La nuova proposta legislativa dell'UE (Si apre in una nuova scheda) mira a ridurre gli sprechi e a migliorare l'esperienza d'uso dei dispositivi a beneficio dell'utente finale.

Per ora, il Parlamento e il Consiglio dell'UE hanno raggiunto solo un accordo provvisorio su tutti i tipi di batterie: 

"Le norme concordate copriranno l'intero ciclo di vita delle batterie e si applicheranno a tutti i tipi di batterie vendute nell'UE: batterie portatili, batterie SLI (che forniscono energia per l'avviamento, l'illuminazione o l'accensione dei veicoli), batterie per mezzi di trasporto leggeri (LMT) - che forniscono energia per la trazione di veicoli a ruote come scooter e biciclette elettriche, batterie per veicoli elettrici (EV) e batterie industriali."

L'UE desidera che le batterie siano più facili da rimuovere e sostituire e che i consumatori siano meglio informati, spiega il comunicato stampa. I produttori come Apple avranno 3 anni e mezzo di tempo per conformarsi alla nuova legge:

In altre parole, Apple potrebbe avere tempo fino alla fine del decennio per rendere la batteria dell'iPhone più facile da sostituire. Il problema maggiore potrebbe essere rappresentato da dispositivi più piccoli, come gli AirPods. Questi infatti sono noti per l'impossibilità di sostituire la batteria, diventando di fatto inutilizzabili quando questa si esaurisce.

La nuova legge, tuttavia, non riguarda solo l'iPhone o gli AirPods. Riguarda tutti i dispositivi o i veicoli alimentati a batteria. L'obiettivo generale della proposta dell'Unione Europea è quello di rendere le batterie più sicure per l'ambiente. I produttori dovranno inoltre raccogliere le batterie usate e riciclare vari metalli da utilizzare in altre batterie.

Giulia Di Venere

Giulia Di Venere è Editor Senior per TechRadar Italia e lavora con orgoglio al progetto da quando è nato.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è una grande appassionata di cinema, libri, cucina e cinofilia.

Da sempre considera la scrittura lo strumento più efficace per comunicare, e scrivere per fare informazione, ogni giorno, è per lei motivo di grande soddisfazione.

Copre una grande varietà di tematiche, dagli smartphone ai gadget tecnologici per la casa, gestendo la pubblicazione dei contenuti editoriali e coordinando le attività della redazione.

Dalla personalità un po’ ambivalente, ama viaggiare tanto quanto passare il tempo libero nella tranquillità della propria casa, in compagnia del suo cane e di un buon libro.