Skip to main content

AMD Threadripper 3990X: 128 thread sono troppi per Windows 10 Pro

AMD Ryzen Threadripper 3990X
(Image credit: AMD)

Il Threadripper 3990X di AMD è senza dubbio un potentissimo processore desktop di fascia alta, con 64 core e 128 thread; ebbene, a quanto pare, Windows 10 Pro non è in grado di gestirli tutti, forse perchè sono troppi.

Come probabilmente già saprete, Windows 10 Home non può operare con più di 64 core (o thread), ma Windows 10 Pro può presumibilmente gestire 128 thread, almeno secondo le specifiche ufficiali del sistema operativo 

In realtà, come è già stato evidenziato nella recensione di Anandtech, quando si esegue Windows 10 PRO con un processore Threadripper 3990X il sistema operativo separa i suoi 128 thread in due gruppi da 64 thread. In pratica è come se il sistema operativo “vedesse” due differenti socket, ovvero due CPU da 64 core distinte e separate.

Purtroppo non ci troviamo di fronte a un semplice problema di errata lettura di un componente hardware da parte del sistema operativo: la divisione del 3990X in due differenti CPU ha sicuramente un impatto negativo sulle prestazioni in un contesto reale.

Potrebbe succedere che un programma venga lanciato utilizzando soltanto i thread presenti in un gruppo, e anche se si tratta di un'applicazione multithread,  quest’ultima potrebbe essere in grado di accedere solo a quei 64 thread appartenenti a quel gruppo, riducendo di fatto quelle che potrebbero essere le prestazioni effettive se venissero impiegati tutti i 128 thread.

Il risultato finale, secondo Anandtech, è che si notano "molti rallentamenti in alcuni benchmark", anche se disabilitando la funzione SMT (il simultaneous multithreading) il problema viene risolto. Ovviamente utilizzare “solo” 64 thread non sarebbe del tutto sensato, in quanto significa limitare le potenzialità del 3990X.

Troppi thread

Questo inconveniente è davvero un serio problema da prendere in considerazione? Ad essere sinceri Microsoft non si aspettava che i sistemi attuali, che utilizzano Windows 10 Home o Pro, potessero disporre di processori con più di 64 thread, il che è comprensibile in una certa misura. 

Vale la pena sottolineare però, che coloro che possono permettersi il prezzo richiesto per il Threadripper 3990X - vale a dire circa 4000 euro - probabilmente non saranno troppo preoccupati di dover spendere un centinaio di euro in più (o giù di lì) per passare da Windows 10 Pro a Windows 10 Pro per Workstation.

Quest'ultima è la versione di Windows progettata per PC di fascia alta, ovvero macchine estremamente potenti, ed è in grado di riconoscere tutti i thread che il 3990X ha da offrire (Windows 10 Enterprise va bene anche in quest’ottica,se ve lo state chiedendo). Anche gli utenti Linux non avranno nessun problema con la gestione dei numerosi thread.

In realtà, in base ad alcuni commenti che abbiamo letto su Ars Technica (che fanno sempre riferimento alla recensione di Anandtech), Windows 10 Pro ha appena ricevuto un aggiornamento che gli permette di vedere correttamente il 3990X con tutti i suoi fantastici 128 thread.

Quindi questo problema potrebbe essere in procinto di essere già archiviato, ma in ogni caso è sempre opportuno prendere queste notizie con le pinze in attesa di un riscontro ufficiale.

Nel frattempo, si diffondono sempre più notizie sui benchmark ottenuti dal Threadripper 3990X, il chip è stato overclockato a 5,5GHz e continua ad infrangere record mondiali