Skip to main content

AMD Ryzen 7000 promette una rivoluzione delle velocità in boost

An AMD Ryzen 7 5800X3D
(Image credit: Future)

Il prossimo processore di punta di AMD della serie Zen 4 potrebbe avere una velocità di clock di gran lunga superiore rispetto al predecessore, potenzialmente capace di raggiungere in boost i 5,7 GHz, mentre le altre CPU della serie Ryzen 5000 riceveranno un trattamento proporzionalmente simile, sempre che le ultime indiscrezioni si rivelino fondate.

Come segnalato da VideoCardz (opens in new tab), le fonti sarebbero ben due, ovvero Wccftech (opens in new tab) e Expreview (opens in new tab) sul video di condivisione di video cinese Bilibili. Di conseguenza, dobbiamo adottare una cautela ancora maggiore del solito, dal momento che tali fonti non sono sempre affidabili al 100%. Detto questo, le specifiche condivise sono coerenti fra le due origini, di conseguenza, vale la pena comunque prenderle in considerazione per un attimo.

La teoria è che AMD stia per lanciare quattro processori, per iniziare, all'interno della serie Ryzen 7000, ovvedro Ryzen 9 7950X, Ryzen 9 7900X, Ryzen 7 7700X e Ryzen 5 7600X, dato in linea con un leak precedente. E se da un lato il numero di core dovrebbe rimanere invariato rispetto alle controparti della serie Ryzen 5000, le velocità di clock subiranno un incremento non indifferente.

Il modello di punta Ryzen 9 7950X (a 16 core) dovrebbe girare con un clock di base di 4,5 GHz e velocità in boost di 5,7 GHz, un grosso passo avanti rispetto alle attuali 5950X, con un aumento di rispettivamente 1,1 GHz e 800 MHz.

Per quanto riguarda Ryzen 9 7900X (12 core), sembra che AMD punti a un clock di base di 4,7 GHz e 5,6 GHz in boost, anche qui un bel salto rispetto a 5900X, che presenta clock di 3,7 GHz e 4,8 GHz. Entrambi i chip top di gamma dovrebbero avere un TDP di 170 W di default (un dato citato da AMD stessa in precedenza), ma dovrebbero arrivare a  230 W con il boost al massimo (questo è il PPT nominale, ovvero il consumo energetico massimo consentito).

Passando alla fascia mid-range, Ryzen 7 7700X (8 core), dovrebbe raggiungere i 4,5 GHz di clock di base e 5,4 GHz in boost, mentre Ryzen 5 7600X (6 core) dovrebbe raggiungere in boost i 5,3 GHz. Entrambi i chip dovrebbero avere un TDP di 105 W (e un PPT di 142 W).


Analisi: salgono i clock, ma c'è un ma

Sapevamo già che AMD avesse dei grossi piani per le velocità di clock nei processori Zen 4, anche in base ai vari rumor che si susseguono da tempo.

Inoltre, Team Red ha già mostrato un'anteprima di un Ryzen 9 7950X che raggiunge i 5,5 GHz in boost su tutti i core. Di conseguenza, la possibilità di vedere un boost massimo di 5,7 GHz sulle prossime CPU di punta non è così assurdo, tuttavia occorre rimanere scettici per via delle fonti non sempre attendibili.

Se fosse vero, dovremmo aspettarci dei risvolti negativi: per gestire queste velocità di boost con AMD Zen 4, è possibile che l'overclock risulti limitato o del tutto impossibile da effettuare. Infatti, Wccftech suggerisce che, così come l'overclock sia da escludere con le Ryzen 7 5800X3D, ci sarà un limite di voltaggio anche per i chip Ryzen 7000 per impedire l'OC, ma resta tutto da vedere.

Tuttavia, se le previsioni si rivelassero corrette, non si tratterebbe tanto di una cattiva notizia. Certo, gli appassionati di overclock resteranno delusi, ma c'è da dire che si tratta di un'ottima occasione per chiunque non abbia mai fatto OC di godersi velocità di clock elevate senza dover metter mano sui valori delle CPU.

I chip AMD Ryzen di nuova generazione non sono gli unici a promettere grandi velocità di clock come standard, dato che circolano indiscrezioni anche sulle CPU Intel Raptor Lake, secondo cui dovrebbero raggiungere i 5,7 GHz o 5,8 GHz. D'altronde i primi campioni sono già stati individuati, con overclock a 6 GHz e oltre in varie occasioni.

Però, la differenza rispetto a AMD è che, in una sola generazione, Intel dovrebbe eseguire un balzo evolutivo impressionante in termini di velocità di clock (sia base che boost, praticamente di 1 GHz) e se le indiscrezioni saranno fondate, si tratta di un dato estremamente interessante. Senza contare che Intel Alder Lake offre già un boost di 5,5 GHz sulle attuali flagship.

Ma, se è vero Intel sia avanti con Alder Lake al momento, sembra che AMD si prepari a fare un ritorno in grande stile con Ryzen 7000 e la nuovissima architettura Zen 4. Dunque, possiamo aspettarci uno scontro praticamente ad armi pari o quasi con il prossimo chip Raptor Lake alla fine dell'anno (sebbene sia possibile che le Zen 4 arrivino prima).

Marco Doria
Marco Doria

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.

With contributions from