5G, TIM esclude Huawei dalla gara per i fornitori

(Immagine:: Pixabay)

Secondo l'Agenzia Giornalistica Italia (AGI), TIM avrebbe deciso che Huawei non deve essere presente tra i potenziali fornitori per la rete 5G in Italia e Brasile. 

Come riporta Repubblica (Si apre in una nuova scheda), il motivo di questa decisione non sarebbe di tipo politico, ma solo una scelta industriale che va nell’ottica della diversificazione dei partner. I fornitori invitati ufficialmente da TIM per la rete 5G sono: Ericsson, Nokia, Cisco, Mavenir e Affirmed Networks. Come potete vedere, si tratta di aziende europee o americane.

Huawei intanto ha risposto alle accuse fatte in merito alla presunta poca affidabilità delle sue infrastrutture, dichiarando: “Siamo convinti che la sicurezza e lo sviluppo dell’Italia digitale debbano essere supportati da un approccio basato su fatti e non da illazioni infondate”. 

“Siamo un’azienda privata, presente in Italia da 16 anni e in Europa da 20 e siamo parte della catena del valore globale. Abbiamo contribuito allo sviluppo del 3G, del 4G e ora del 5G e siamo alla guida di alcuni dei comitati di standardizzazione globali. Sicurezza, trasparenza e rispetto delle regole sono gli elementi fondamentali che ci hanno garantito la fiducia di operatori di telecomunicazioni, imprese e consumatori”.

La decisione di TIM fa seguito al ban della rete 5G di Huawei in Gran Bretagna e questo è senza ombra di dubbio un altro duro colpo per l’azienda cinese, che vede la sua reputazione diminuire.