Skip to main content

5 buone ragioni per comprare uno smartphone economico (e non uno costoso)

Samsung Galaxy S22 Bora Purple with other colors
(Immagine:: Future / Lance Ulanoff)

Quando si è alla ricerca di un nuovo smartphone, uno dei criteri più importanti per la scelta è certamente il prezzo. Tuttavia siamo dell’idea che, anche se state pensando di acquistare un telefono di fascia alta, dovreste comunque valutare un modello tra gli smartphone più economici.

Forse questo non è un consiglio che vale anche per voi, ma continuate a leggere perché vi daremo 5 ragioni valide per scegliere un'alternativa economica.

1. Rapporto qualità prezzo

Ebbene si, il prezzo conta. Magari avete già messo da parte i soldi che vi servono per l’acquisto o forse state pensando di fare delle rate, ma scegliendo un modello meno costoso potreste avere più denaro a disposizione per comprare dell’altro, come ad esempio accessori o abbonamenti telefonici, o semplicemente per…risparmiare.. In più, e questo è il punto di forza della nostra tesi, sappiate che un telefono da 400€ non è due volte meglio di uno da 200€ e un telefono da 800€ non è due volte meglio di uno da 400€. Più si sale di fascia di prezzo, più si paga un “bonus premium”. Una cifra occulta, non legata al valore del modello, che va a influire anche notevolmente sul conto finale. Gli smartphone economici, al contrario, hanno prezzi più legati al loro reale valore e quindi un miglior rapporto qualità prezzo.

2. Più autonomia

Gli smartphone più costosi montano hardware decisamente più potente rispetto a quelli più economici. Inoltre, possiedono display più grandi ed energivori e a parità di diagonale, gli schermi dei telefoni più raffinati hanno una migliore risoluzione, maggiore luminosità e frequenze di refresh superiori. In più, i SoC più costosi mettono a disposizione un maggior numero di core e frequenze di funzionamento più alte, cosa che rende i loro consumi notevolmente più elevati. Queste caratteristiche sono utili ma non indispensabili per il funzionamento del telefono. Rinunciando a un hardware più ricercato si riesce spesso ad ottenere un notevole bonus autonomia, utile per staccarsi dalla presa elettrica per un tempo maggiore. Molti telefoni di fascia medio bassa, in particolar modo quelli cinesi, offrono grandi batterie e hardware più economico capace (talvolta) di garantire un’autonomia anche doppia rispetto ai modelli flagship di molti marchi.

3. Maggiore robustezza

Fateci caso, i telefoni più costosi sono anche più belli e ricercati. È chiaro, quando si spende molto si pretende anche un design più evoluto, con superfici più belle da vedere e materiali più piacevoli a tatto e vista, come il vetro. Inoltre possiedono spessori notevolmente ridotti che migliorano l’estetica del prodotto. Tutto ciò va però a scapito della robustezza. Vi ricordate il Nokia 3310 a forma di mattoncino e realizzato in banalissima plastica grigia? Era praticamente indistruttibile. Potete dire lo stesso di qualsiasi smartphone di fascia alta? Senza arrivare a fare un paragone diretto con il vecchio Nokia, gli smartphone più economici sono realizzati di semplice plastica, e sono molto meno sensibili a urti e cadute. E mal che vada, si dovessero rompere, i ricambi e la sostituzione rimarrebbero ugualmente molto più accessibili.

4. Temperature

Gli smartphone di fascia alta montano processori più potenti e tipicamente più potenza significa anche più calore. Se i modelli più economici probabilmente non vanno bene per certi compiti, come ad esempio giocare o fare montaggi video al volo, il miglior compromesso potrebbe trovarsi nei modelli di fascia media. Forse la grafica non sarà così spettacolare, ma è praticamente certo che avrete una maggiore autonomia scegliendo l’opzione più economica. Il consumo, e di conseguenza la durata della batteria degli smartphone costosi, può essere davvero imbarazzante se si mette il processore sotto torchio con attività più GPU-intensive e tutto ciò porta ad avere telefoni particolarmente calorosi soprattutto d'estate, quando le temperature si alzano notevolmente

5. Più opzioni di sblocco

Quando si va a una festa di gran gala è (quasi) sempre necessario indossare uno smoking, mentre per andare in pizzeria con gli amici andrà bene qualsiasi tipo di abbigliamento. Ecco un paragone che troviamo azzeccato per descrivere come sui telefoni di fascia alta difficilmente è possibile scegliere tipologia e posizionamento dello scanner d’impronte. In questo momento, infatti, vanno per la maggiore i sensori nascosti sotto il display. Tecnologicamente il risultato è fantastico e probabilmente piaceranno a molti, ma certamente non piaceranno a tutti. Sui telefoni di fascia media e bassa, sarà più semplice trovare un sensore nella posizione che viene più comoda al tipo di utilizzo che ne fate. Alcune persone hanno mani enormi, mentre altre hanno mani poco più grandi di quelle di un bambino, perciò non sempre il miglior sensore è necessariamente quello più costoso.