Skip to main content

Elden Ring: le migliori armi per iniziare

Potete iniziare a costruire il vostro micidale arsenale sin dalle prime ore di gioco

Elden Ring
(Image: © Bandai Namco Entertainment)

In questa mini guida dedicata a Elden Ring vi daremo dei consigli utili su dove trovare le migliori armi per iniziare. 

I fan dei titoli di FromSoftware sanno bene che per procurarsi armi potenti in giochi come Dark Souls e Bloodborne non è necessariamente richiesto spingersi troppo oltre nella trama. 

A volte, minime deviazioni dal percorso principale sono sufficienti per mettere le mani su veri e propri gioielli, che vi permetteranno di massimizzare le vostre possibilità di successo per buona parte del gioco. 

Elden Ring vanta un elenco di armi a disposizione che si spinge persino oltre quello di Dark Souls. E molti di questi oggetti unici ed estremamente utili possono essere recuperati già nella prima decina di ore di gioco. 

A differenza dei suoi predecessori, Elden Ring è un RPG che massimizza le possibilità offerte dall’open world. Se un boss o una determinata area si rivelano troppo ostici per il vostro attuale livello, l’enorme mappa vi permetterà di prendervi una tregua e gironzolare per location e altri territori extra.

Questi cambi di percorso non sono utili soltanto per salire di livello e confrontarvi con nemici più accessibili, ma soprattutto perché sono spesso ricche di armi, materiali, incantesimi e accessori che vi potranno tornare di grande aiuto al momento opportuno.

Per chi di voi non fosse abituato a questo genere di giochi cosi appaganti ma al tempo stesso punitivi, la seguente guida a come procurarsi armi particolarmente potenti nelle prime ore di gioco potrà essere un buon supporto per farsi strada nel difficile mondo dell’Interregno muniti di un arsenale a disposizione vario e affidabile.

Elden Ring: le migliori armi iniziali e dove trovarle

Lama gemella

Elden Ring

(Image credit: Elden Ring)
  • Tipologia: doppia lama 
  • Parametri richiesti: Forza 10, Destrezza 18 
  • Danno di base: 119 
  • Scaling di base: Forza D, Destrezza D 
  • Peso: 7.0 
  • Abilità speciale: Taglio rotante 
  • Dove trovarla: Rovine incenerite dal drago, Sepolcride 

Usando quest’arma, i fanatici di FromSoftware non potranno non pensare a Dark Souls 2, primo titolo a inaugurare le spade a lama doppia. Altri esemplari di tale categoria saranno rinvenibili solo molto avanti nel gioco, quindi approfittatene e recuperatela il prima possibile. 

La lama gemella è un’ottima scelta per chi predilige i combattimenti corpo a corpo. Il raggio d’azione è piuttosto ampio per trattarsi di una spada leggera, e se usata a due mani le sue sferzate sono a dir poco micidiali: i suoi attacchi a raffica daranno ai vostri nemici poco tempo per reagire.

L’abilità di base prevede un potente attacco roteante, ottimo per inaugurare un duello. Utilizzare questo genere di armi con mostri più impegnativi richiede una certa abitudine, ma per affrontare i nemici di base delle terre di Sepolcride la Lama Gemella si rivelerà un ottimo alleato.

La troverete nelle Rovine incenerite dal drago, in un forziere all’interno di un sotterraneo. Per raggiungerla, dovrete far compiere a Torrente un doppio salto e scavalcare le mura di un edificio in rovina.

Reduvia

Elden Ring

(Image credit: Elden Ring)
  • Tipologia: pugnale 
  • Parametri richiesti: Forza 5, Destrezza 13, Arcano 13 
  • Danno di base: 79 
  • Scaling di base: Forza E, Destrezza D, Arcano D 
  • Peso: 2.5 
  • Abilità speciale: Lama di sangue Reduvia 
  • Dove trovarla: Sconfiggete Nerijus dito insanguinato, Sepolcride 

Questo pugnale seghettato ricoperto di sangue non ha una gittata particolarmente generosa, ma la sua abilità speciale, la Lama di sangue Reduvia vi consentirà di dilaniare le carni dei vostri nemici lanciando contro di loro getti di sangue a medio raggio. Le raffiche consumano pochi PA e, oltre a poter essere eseguite in rapida successione, causano facilmente sanguinamento. 

Considerata la limitatezza del suo raggio d’azione, si tratta di un’arma particolarmente utile per chi fa maggior affidamento sulle schivate, piuttosto che sulle parate ma, essendo disponibile già dai primissimi minuti di gioco, è ottima per fare un po’ di pratica con l’effetto sanguinamento. 

I parametri richiesti per equipaggiarlo sono piuttosto ragionevoli e richiedono un leggero investimento in Arcano che non condizionerà eccessivamente la traiettoria della vostra build.

Per ottenerlo, dovrete sconfiggere Nerijus dito insanguinato fuori dalla Grotta di Acquafosca, a Sepolcride. Un’impresa accessibile anche per chi è appena venuto fuori dal tutorial, soprattutto se considerate che Yura, cacciatore di dita insanguinate, interverrà nel duello per aiutarvi.  

Lunavelata

Elden Ring

(Image credit: Elden Ring)
  • Tipologia: katana 
  • Parametri richiesti: Forza 12, Destrezza 18, Intelligenza 23 
  • Danno di base: 73 fisico, 87 magico 
  • Scaling di base: Forza E, Destrezza D, Intelligenza C 
  • Peso: 6.5
  • Abilità speciale: Chiaro di luna fugace  
  • Dove trovarla: sconfiggete il Drago di Magma nella Galleria di Gael, Caelid 

La Lunavelata si è dimostrata sino ad ora una delle armi preferite dai fan. Non solo per l’aspetto raffinato e suggestivo conferitole dalla lucentezza della scintipietra, ma soprattutto perché possiede una delle abilità speciali più efficaci (nonché belle da vedere in azione) del gioco. 

Ricorrendo al chiaro di luna fugace infatti, potrete sfoderare questa katana magica molto rapidamente e scatenare una potente onda di luce che travolgerà i vostri nemici. Similmente a quella del Reduvia, anche l’abilità special della Lunavelata è ottima per sferrare attacchi a media distanza. 

I giocatori che hanno già intrapreso il loro secondo viaggio in Elden Ring (NG+) e che hanno amato la Lunavelata nel primo gioco potranno in pochissimo tempo mettere le mani sul secondo esemplare della katana magica e godersi tutta la spettacolare potenza di quest’arma in power stance (l’effetto aggiunto che si ottiene equipaggiando contemporaneamente due armi uguali).

Per aggiudicarvela, dovrete sconfiggere il Drago di Magma che troverete alla fine della Galleria di Gael, al confine tra Sepolcride e le Terre di Caelid. È uno scontro più difficile rispetto a quello con Nerijus dito insanguinato, ma avrete a disposizione un Luogo di Grazia proprio davanti all’arena del boss che vi permetterà di studiare meglio le mosse di un nemico dopotutto prevedibile. 

Anche i parametri richiesti sono più esigenti del pugnale intriso di sangue, soprattutto se considerate i 23 punti di Intelligenza necessari per equipaggiarla, ma è un (piccolo) sacrificio che vi ripagherà abbondantemente.

Spadone

Elden Ring

(Image credit: Elden Ring)
  • Tipologia: Spadone
  • Parametri richiesti: Forza 31, Destrezza 12
  • Danno di base: 164 
  • Scaling di base: Forza C, Destrezza E
  • Peso: 23.0
  • Abilità speciale: Impronta (montante)
  • Dove trovarla: confine tra Sepolcride e Caelid      

La spada colossale ispirata all’universo di Berserk è una vera e propria manna dal cielo per chi predilige le build da mischia: vi permetterà di stordire praticamente ogni genere di nemico e anche nella sua forma base il danno iniziale è elevatissimo. 

I 31 punti richiesti per il parametro forza non sono poi così sorprendenti. È un’arma pensata unicamente per chi punta tutto sulla dirompenza dell’attacco fisico e, nonostante l’intervallo tra un colpo e l’altro è piuttosto lungo (come per la maggior parte delle spade colossali), lo Spadone si fa facilmente perdonare dotandovi di un’abilità speciale che attutisce l’impatto dei colpi avversari per poi sferrare un potente fendente di reazione verso l’alto. 

Altro pregio è l’interessante scaling forza, che se sfruttato a dovere può trasformare buona parte dei vostri attacchi in mosse letali.  

Per ottenerla, dovrete spingervi al confine tra Sepolcride e le Terre di Caelid. Tuttavia, non dovrete allontanarvi troppo: lo Spadone è riposto nel forziere di una carovana abbandonata, sorvegliato soltanto da alcuni segugi zombie.

Bastone di scintipietra di Azur

Elden Ring

(Image credit: Elden Ring)
  • Tipologia: bastone
  • Parametri richiesti: Forza 10, Intelligenza 52
  • Danno di base: 24
  • Scaling di base: Forza D, Intelligenza B    
  • Peso: 4.0
  • Abilità speciale: Nessuna
  • Dove trovarla: Chiesa del Cuculo, Liurnia dei laghi   

Se siete degli incantatori, è probabile che farete affidamento su questo bastone per buona parte del gioco. Utilizzando i vostri incantesimi con quest’arma consumerete qualche PA in più, ma in cambio avrete un tempo di lancio notevolmente ridotto. Combinandolo con il Talismano dell’icona di Radagon, il mix si rivelerà micidiale.

Il bastone di scintipietra di Azur è una di quelle armi che si ottengono relativamente presto ma vanno tenute per un po’ a prendere polvere nell’inventario: il parametro di Intelligenza richiesto di 52 è particolarmente elevato per le prime fasi di gioco. Tuttavia, se le stregonerie sono il vostro asso nella manica per sbaragliare i mostri dell’Interregno, il bastone di scintipietra di Azur è letteralmente una mitragliatrice magica.

Anche se non possiede alcuna abilità speciale, il bastone di scintipietra di Azur si appoggerà a quella dell’arma che brandite nell’altra mano, trasformando così un apparente deficit in un utile pregio di versatilità.

Lo troverete nella Chiesa del Cuculo di Raya Lucaria. Anche se per recuperarlo dovrete fare un bel po’ di zig-zag sui tetti dell’Accademia, lo sforzo sarà ampiamente ricompensato.  

Nello specifico: salite la scala della Chiesa del Cuculo che sbloccherete dopo aver completato il vostro giro all’interno dell’Accademia, superate i guerrieri e i maghi scintipietra e andate ad Est. Entrate nel portale ad arco dopo aver sconfitto il cavaliere di guardia, la troverete in terra.    

Zanna del limiere

Elden Ring

(Image credit: Elden Ring)
  • Tipologia: spadone curvo 
  • Parametri richiesti: Forza 18, Destrezza 17
  • Danno di base: 141
  • Scaling di base: Forza D, Destrezza C   
  • Peso: 11.5
  • Abilità speciale: Destrezza del limiere  
  • Dove trovarla: Sconfiggete il Cavalier limiere di Darriwill, Sepolcride 

Una delle novità di Elden Ring rispetto alle altre proposte di FromSoftware sono le carceri: delle aree di combattimento in cui sono detenuti mini-boss che, una volta sconfitti, vi garantiranno quasi sempre un’ottima refurtiva. 

Tra queste, spicca la Zanna del limiere, uno spadone curvo dalla distintiva forma ondulata che brilla sia negli attacchi da mischia che in quelli aerei. Il danno di base iniziale è estremamente generoso per trattarsi di un’arma che pesa esattamente la metà dello spadone e può essere sensibilmente incrementato grazie al buono scaling in destrezza. 

La sua abilità speciale, Destrezza del limiere, è un’abilità unica che consiste in un potente colpo rotante verso l’alto immediatamente seguito da una capriola all’indietro che vi farà allontanare dal nemico dopo averlo tagliuzzato a dovere.  

La Zanna del limiere si trova nella Galera eterna del limiere alacre, a Sud di Sepolcride, e la riceverete come premio per esservi sbarazzati del Cavalier limiere Darriwil. 

Alabarda dorata

Elden Ring

(Image credit: Elden Ring)
  • Tipologia: alabarda
  • Parametri richiesti: Forza 30, Destrezza 14, Fede 12  
  • Danno di base: 134 fisico, 87 sacro 
  • Scaling di base: Forza D, Destrezza E, Fede D 
  • Peso: 13.5
  • Abilità speciale: Voto aureo
  • Dove trovarla: Sconfiggete la Sentinella dell’albero, Sepolcride   

Di questa guida, l’alabarda dorata è sicuramente l’arma più facile da raggiungere ma di gran lunga la più difficile da ottenere. 

Non appena uscirete dal tutorial e metterete piede a Sepolcride, noterete che a pochi passi da voi si aggira un enorme cavaliere bardato d’oro, si tratta della Sentinella dell’Albero. Sconfiggere questo mini-boss alla prima occasione è forse tra le sfide più perverse mai congeniate dai giochi FromSoftware, ma salendo di qualche livello e adottando la giusta strategia sarete in grado di sbarazzarvene senza troppa fatica. 

Quando sarete pronti a far fuori la Sentinella non esitate nemmeno un istante: l’Alabarda dorata è un’arma eccezionale, soprattutto per chi ama le build ibride di Forza e Fede. 

L’attacco fisico di base è particolarmente elevato, con il danno sacro che funge da preziosa aggiunta (soprattutto contro i non morti) ad un’arma già di per sé molto potente. Lo scaling mediocre, il peso elevato e l’esigente 30 di Forza richiesto potrebbero apparentemente ridimensionare le doti di questa Alabarda, ma il tutto è efficacemente compensato dagli aggiuntivi 87 danni (base) dell’infusione sacra e da un’abilità speciale utile per tutte le occasioni.

L’abilità speciale Voto Aureo ha un’animazione iper-veloce e permette infatti di aumentare la forza d’attacco e la difesa sia di chi la equipaggia che degli alleati entro un raggio d’azione piuttosto ampio.