Skip to main content

Recensione Samsung Galaxy Note 9

Un solido top di gamma, l’unico con il pennino incluso

Samsung Galaxy Note 9
Image credit: TechRadar

Fotocamera Note 9: foto di prova 

Abbiamo testato la fotocamera del Note 9 in modo approfondito per una settimana, mettendolo a confronto con altri cinque smartphone.  

  1. Samsung Galaxy Note 9
  2. Note 8
  3. S9 Plus
  4. iPhone X
  5. Google Pixel 2
  6. Huawei P20

Il Note 9 è senza dubbio tra i migliori, così com’è chiaro il passo avanti rispetto al Note 8 o anche rispetto all’S9 Plus. Questo perché l’intelligenza artificiale riconosce bene la scena e regola i parametri di conseguenza. Non è perfetto - in un caso ha reso gialle le luci degli edifici - ma in generale si ottengono più dettagli quando c’è poca illuminazione.  

Immagine 1 di 7

I selfie con poca illuminazione possono risultare troppo morbidi, e l’applicazione vi avvisa della possibile sfocatura. Vediamo un secondo scatto.  

Immagine 2 di 7

Allontanare un po’ lo smartphone ha permesso di raccogliere più luce con il sensore da 12 MP. Nonché di far stare più elementi nell’inquadratura.  

Immagine 3 di 7

Con scarsa illuminazione il sensore posteriore da 12 MP enfatizza le zone scure, come se stessimo usando Lightroom in tempo reale.  

Immagine 4 di 7

Le foto ben illuminate sono nitide. Non eccessivamente come a volte è capitato con lo Huawei P20.  

Immagine 5 di 7

Scattare da un’auto in movimento ha mostrato che la fotocamera del Galaxy Note 9 può essere veloce quando serve.  

Immagine 6 di 7

Usando il teleobiettivo siamo riusciti a individuare un orso (il punto scuro a sinistra, tra gli alberi). Lo zoom è 2x, meno di quanto offra Huawei sul P20 Pro e i modelli successivi.  

Immagine 7 di 7

Un’altra foto dell’orso, più al centro. Se c’è una cosa che vorremmo vedere migliorata nel prossimo modello, è il teleobiettivo, soprattutto in considerazione di ciò che offre Huawei.  

Immagine 1 di 2

Note 9 photo

Il Samsung Galaxy Note 9 ha fatto fotografie migliori con scarsa illuminazione rispetto a iPhone X. La nuvolosa notte newyorkese e il taxi in movimento hanno creato un effetto gradevole.  

Immagine 2 di 2

iPhone X photo

iPhone X ha immortalato la scena notturna, ma non altrettanto bene. I blu e i rossi non sono altrettanto brillanti, e anche gli altri colori sono più spenti.  

 Ritratto

Immagine 1 di 6

Note 9 photo

Immagine 2 di 6

Note 8 photo

Note 8

Immagine 3 di 6

Galaxy S9 Plus photo

Galaxy S9 Plus

Immagine 4 di 6

iPhone X photo

Immagine 5 di 6

Google Pixel 2 photo

Google Pixel 2

Immagine 6 di 6

Huawei P20 Pro photo

Huawei P20 Pro – senza Modalità Ritratto automatica

Scarsa Illuminazione

Immagine 1 di 6

Note 9 photo

Notate l’orologio in cima al Grand Central Terminal. Non è bruciato come con quasi tutte le altre fotocamere, compreso Galaxy S9 Plus e Note 8  

Immagine 2 di 6

Note 8 photo

Note 8

Immagine 3 di 6

Galaxy S9 Plus photo

Galaxy S9 Plus 

Immagine 4 di 6

iPhone X photo

Immagine 5 di 6

Google Pixel 2 photo

Google Pixel 2

Immagine 6 di 6

Huawei P20 Pro photo

Questa fotografia fatta con Huawei P20 Pro è fin troppo nitida, quasi un ritratto 3D.

Immagine 1 di 6

Note 9 photo

Immagine 2 di 6

Note 8 photo

Note 8

Immagine 3 di 6

Galaxy S9 Plus photo

Galaxy S9 Plus 

Immagine 4 di 6

iPhone X photo

Immagine 5 di 6

Google Pixel 2 photo

Google Pixel 2 photo

Immagine 6 di 6

Huawei P20 Pro photo

Huawei P20 Pro photo

Immagine 1 di 6

Note 9 photo

Immagine 2 di 6

Note 8 photo

Note 8 

Immagine 3 di 6

Galaxy S9 Plus photo

Galaxy S9 Plus

Immagine 4 di 6

iPhone X photo

Immagine 5 di 6

Google Pixel 2 photo

Google Pixel 2 

Immagine 6 di 6

Huawei P20 Pro photo

Huawei P20 Pro 

Immagine 1 di 6

Note 9 photo

Immagine 2 di 6

Note 8 photo

Note 8 

Immagine 3 di 6

Galaxy S9 Plus photo

Galaxy S9 Plus

Immagine 4 di 6

iPhone X photo

Immagine 5 di 6

Google Pixel 2 photo

Google Pixel 2

Immagine 6 di 6

Huawei P20 Pro photo

Huawei P20 Pro

Immagine 1 di 6

Note 9 photo

Immagine 2 di 6

Note 8 photo

Note 8

Immagine 3 di 6

Galaxy S9 Plus photo

Galaxy S9 Plus 

Immagine 4 di 6

iPhone X photo

Immagine 5 di 6

Google Pixel 2 photo

Google Pixel 2

Immagine 6 di 6

Huawei P20 Pro photo

Huawei P20 Pro

Immagine 1 di 5

Note 9 photo

Immagine 2 di 5

Note 8 photo

Note 8

Immagine 3 di 5

Galaxy S9 Plus photo

Galaxy S9 Plus

Immagine 4 di 5

iPhone X photo

Immagine 5 di 5

Google Pixel 2 photo

Google Pixel 2

Teleobiettivo

Immagine 1 di 4

Teleobiettivo Note 9

Immagine 2 di 4

Note 8 telephoto lens

Note 8 telephoto lens

Immagine 3 di 4

Galaxy S9 Plus telephoto lens

Galaxy S9 Plus - teleobiettivo

Immagine 4 di 4

Teleobiettivo iPhone X

Immagine 1 di 6

Teleobiettivo Note 9

Immagine 2 di 6

Teleobiettivo Note 8

Teleobiettivo Note 8

Immagine 3 di 6

Teleobiettivo Galaxy S9 Plus

Teleobiettivo Galaxy S9 Plus

Immagine 4 di 6

Teleobiettivo iPhone X

Immagine 5 di 6

Google Pixel 2 - zoom 2x digitale

Google Pixel 2 - zoom 2x digitale

Immagine 6 di 6

Teleobiettivo 3x Huawei P20 Pro

Teleobiettivo 3x Huawei P20 Pro 

Giocare con S Pen  

Immagine 1 di 12

Scatti a distanza con S Pen

Immagine 2 di 12

Scatti a distanza con S Pen

Immagine 3 di 12

Google Pixel 2 - foto di confronto

Immagine 4 di 12

Scatti a distanza con S Pen

Immagine 5 di 12

Immagine 6 di 12

Immagine 7 di 12

Immagine 8 di 12

Immagine 9 di 12

Immagine 10 di 12

Immagine 11 di 12

Immagine 12 di 12

Altre foto fatte con Note 9

Immagine 1 di 13

Immagine 2 di 13

Immagine 3 di 13

Immagine 4 di 13

Immagine 5 di 13

Immagine 6 di 13

Immagine 7 di 13

Immagine 8 di 13

Immagine 9 di 13

Immagine 10 di 13

Immagine 11 di 13

Immagine 12 di 13

Immagine 13 di 13

Matt Swider

US Editor-in-Chief

Matt Swider is TechRadar's gadget-savvy, globe-trotting US Editor-in-Chief who leads the US team in New York City. He began his tech journalism career all the way back in 1999 at the age of 14, and first started writing for TechRadar in 2012. He's tested over 1,000 phones, tablets and wearables and commands a Twitter account of 777,000+ followers. Matt received his journalism degree from Penn State University and is never seen without his TechRadar headphones.