Skip to main content

Recensione Moto G9 Plus

Uno smartphone competitivo

Moto G9 Plus
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Moto G9 Plus vanta un ampio display e un'autonomia impressionante, ma non ha nulla che lo faccia distinguere dalla concorrenza. Detto ciò, non possiamo che lodarne il rapporto qualità-prezzo.

Pro

  • Schermo ampio e luminoso
  • Autonomia
  • Comparto fotografico

Contro

  • Manca la ricarica wireless
  • Prestazioni
  • Manca il supporto alla rete 5G

Se cercate uno smartphone conveniente, dovreste dare un’occhiata a Moto G9 Plus, a Moto G9 Play e Moto G 5G Plus. Il mercato degli smartphone di fascia bassa offre numerose opportunità.

Moto G9 Plus, in particolare, costa circa 300 euro e offre uno schermo ampio e luminoso, un’autonomia notevole e un discreto comparto fotografico. Se cercate tali caratteristiche nel vostro nuovo smartphone, allora tenete in considerazione questo modello; come potete immaginare, sono stati fatti alcuni compromessi per diminuirne il prezzo.

Il dispositivo non offre funzionalità premium come la ricarica wireless o l'impermeabilità IP68 e le prestazioni complessive sono nella media. Il comparto fotografico non è terribile, ma non è niente di speciale e lo schermo è inferiore ai pannelli OLED dei modelli di fascia media. Inoltre, non supporta la rete 5G.

Quando si effettua un acquisto, occorre considerare le proprie esigenze e trovare il prodotto con il miglior rapporto qualità-prezzo, e riteniamo che Moto G9 Plus possa soddisfare la maggior parte dei consumatori in cerca di uno smartphone di fascia bassa. Da anni, Motorola produce smartphone di qualità e con un prezzo competitivo e Moto G9 Plus segue tale tradizione.

Forse il vero problema sta proprio nell’eccessiva concorrenza: Samsung Galaxy A51, Oppo A9 2020 e Xiaomi Redmi Note 9S sono solo alcuni dei dispositivi che cercano di ritagliarsi un posto in questo segmento di mercato.

A un prezzo ancora più basso c’è il Nokia 5.3, mentre pagando un po' di più, si può optare per il Google Pixel 4a. La scelta non manca dunque e nessuno di questi prodotti è terribile.

Tutto sommato, se cercate uno smartphone di fascia bassa, possiamo consigliarvi Moto G9 Plus: in quasi tutte le aree chiave offre un buon rapporto qualità-prezzo.

Disponibilità e prezzo

  • Disponibile a circa 300 euro
  • Buon rapporto qualità-prezzo 

Moto G9 Plus è disponibile da ottobre, senza SIM e sbloccato, sui principali rivenditori; costa circa 300 euro. 

Moto G9 Plus

(Image credit: Future)

Design

  • Pulsante di accensione con lettore per le impronte digitali integrato
  • Qualità costruttiva solida
  • Pulsante dedicato per Google Assistant

Siamo abituati al design degli smartphone di fascia bassa Motorola e Moto G9 Plus non ci ha sorpreso: sfoggia uno schermo grande e luminoso circondato da cornici un po’ spesse e presenta un corpo leggermente pesante e ingombrante.

Il pannello posteriore è in plastica lucida, come molti Moto G degli ultimi anni.

Il design non è terribile: non lo scambierete per un modello premium, ma è ben assemblato e si sente solido in mano. L’ampio display rende difficile, ma non impossibile, l’uso con una sola mano, purché le vostre mani siano abbastanza grandi; G9 Plus non è il classico dispositivo compatto da infilare in tasca.

Siamo lieti che l’azienda abbia inserito un jack audio da 3,5 mm e un pulsante dedicato per Google Assistant.

Sul bordo inferiore, c’è una porta USB-C per la ricarica e il trasferimento dati, oltre a un altoparlante mono. Il bilanciere del volume e il pulsante di accensione si trovano sul lato destro: quest’ultimo integra un lettore per le impronte digitali; non siamo grandi fan di tale design, poiché rende il pulsante più difficile da trovare e premere, inoltre la scansione non è sempre affidabile in tali casi. La buona notizia è che il lettore di G9 Plus funziona bene.

Le fotocamere posteriori sono ospitate in un blocco poco pronunciato collocato nell'angolo in alto a sinistra, come sul Galaxy Note 20. Nella confezione è inclusa una cover in plastica trasparente che rende il blocco ancor meno sporgente.

Il blu marino è l’unica colorazione disponibile e il pannello posteriore in plastica lucida la esalta.

Il dispositivo non è certificato IP68, quindi fate attenzione quando siete in prossimità di piscine, vi lavate le mani o siete al mare. In genere, l’impermeabilità ad acqua e polvere è una delle caratteristiche che vengono sacrificate più spesso nei modelli di fascia bassa.

Moto G9 Plus

(Image credit: Future)

Display

  • Ampio pannello da 6,81 pollici
  • Supporto per il formato video HDR10
  • Luminosità e contrasto soddisfacenti

Moto G9 Plus vanta un ampio schermo da 6,81 pollici, uno dei più grandi in assoluto. Il pannello LCD IPS supporta il formato video HDR10, ma vanta una frequenza di aggiornamento standard di 60 Hz e una risoluzione di 1080 x 2400 pixel (Full HD+).

Il form factor da 20:9 è utile per la lettura, meno per la visione di contenuti multimediali a causa delle tipiche bande nere.

È un peccato che ci sia il foro per la fotocamera nell'angolo in alto a sinistra, ma è qualcosa con cui dovremo convivere fino all'arrivo dei sensori sotto allo schermo. Le cornici non sono sottili, ma nemmeno troppo spesse.

Il display del Moto G9 Plus è piacevolmente luminoso e nitido per qualsiasi attività: guardare video, navigare sul Web, sfogliare foto, giocare e così via. Il contrasto è buono e le immagini sono ben definite anche nelle aree più luminose e più scure dello schermo (l'HDR10 aiuta) e non è una caratteristica comune ai modelli di questa fascia di prezzo.

Lo schermo LCD non è al livello di uno OLED, ma è più che valido, soprattutto per il prezzo richiesto. Motorola sta pubblicizzando il display da 6,81 pollici come uno dei maggiori punti di forza del Moto G9 Plus e la cosa non ci stupisce.

Una frequenza di aggiornamento superiore sarebbe stata gradita, ma è una funzionalità che pochi smartphone economici vantano. Moto G9 Plus si distingue dunque per uno dei migliori (e più grandi) display tra i modelli di fascia bassa.

Moto G9 Plus

(Image credit: Future)

Comparto fotografico

  • Quattro sensori posteriori da 64 MP + 8 MP + 2 MP + 2 MP
  • Scatti rispettabili con buona luminosità
  • Anche gli scatti in condizioni di scarsa illuminazione non sono male

Motorola ha inserito quattro fotocamere posteriori nel Moto G9 Plus: una principale da 64 MP, una ultra-grandangolare da 8 MP, una di profondità da 2 MP e una macro da 2 MP. Manca dunque un teleobiettivo e si possono registrare video in 4K a 30 fotogrammi al secondo. Sul lato anteriore, c’è una fotocamera da 16 MP; quest’ultima e l’obiettivo principale posteriore supportano l’elaborazione HDR degli scatti.

Nonostante la configurazione da quattro obiettivi, Moto G9 Plus offre prestazioni al più accettabili. Coloro che acquistano smartphone di fascia bassa, di solito, non hanno molte pretese per la fotocamera, ma è una di quelle aree in cui si può fare un bel salto di qualità, sborsando 50/100 euro in più. Il comparto fotografico posteriore di Moto G9 Plus è comunque all’altezza di quelle della concorrenza.

Sfortunatamente, la nostra giornata di test fotografici è stata particolarmente grigia e cupa, ma il dispositivo è stato comunque in grado di catturare scatti accattivanti: paesaggi e primi piani sono buoni e l’elaborazione HDR riesce a esaltare le aree più scure e chiare dell'immagine.

Se desiderate scattare immagini per i social media, G9 Plus non vi deluderà. I livello di dettaglio è adeguato, il rumore non è un grosso problema e anche la velocità dell'otturatore è buona. Il sensore ultra-grandangolare è sempre utile, tuttavia cattura immagini meno nitide.

Nel complesso, il comparto fotografico posteriore è nella media e le prestazioni sono simili anche in condizioni di scarsa illuminazione: i risultati sono buoni, ma non di più. Siamo contenti che anche i telefoni economici siano arrivati ​​al punto in cui le riprese notturne non siano un completo disastro, ma sono lontani anni luce dalle prestazioni dei top di gamma, come iPhone 12 Pro.

Moto G9 Plus è dotato di una modalità notturna dedicata in grado di illuminare anche le aree più scure, ma serve un polso fermo. L'elaborazione è un po' approssimativa rispetto ai migliori algoritmi di Google, Apple e Samsung, ma occorre tenere a mente il prezzo dello smartphone: di solito, tali scatti sono accettabili e questo è sufficiente.

Gli scatti macro sono stati altalenanti, anche se abbiamo ottenuto più successi che disastri. Lavorando un po’ sulle impostazioni, Moto G9 Plus può catturare alcune foto impressionanti, in particolare in una bella giornata luminosa e all'aperto.

Moto G9 Plus

(Image credit: Future)

Immagini campione

Immagine 1 di 11

Moto G9 Plus camera sample

Moto G9 Plus è stato testato in una giornata cupa e piovosa, ma ha retto bene. (Image credit: Future)
Immagine 2 di 11

Moto G9 Plus camera sample

La modalità grandangolare perde alcuni dettagli e fedeltà cromatica, ma è comunque utile. (Image credit: Future)
Immagine 3 di 11

Moto G9 Plus camera sample

I primi piani hanno un bell'aspetto e possono essere messi a fuoco rapidamente. (Image credit: Future)
Immagine 4 di 11

Moto G9 Plus camera sample

L'elaborazione HDR fa un lavoro decente nel bilanciare le foto. (Image credit: Future)
Immagine 5 di 11

Moto G9 Plus camera sample

Non c'è lo zoom ottico, ma lo zoom digitale è adeguato. (Image credit: Future)
Immagine 6 di 11

Moto G9 Plus camera sample

Con una buona illuminazione, Moto G9 Plus può ottenere delle immagini molto belle. (Image credit: Future)
Immagine 7 di 11

Moto G9 Plus camera sample

Anche con molto contrasto, Moto G9 Plus bilancia bene i colori. (Image credit: Future)
Immagine 8 di 11

Moto G9 Plus camera sample

Questa è una ripresa notturna complicata: la modalità notturna aiuta, ma non abbastanza. (Image credit: Future)
Immagine 9 di 11

Moto G9 Plus camera sample

Con un’adeguata illuminazione, è possibile scattare foto decenti anche senza la modalità notturna. (Image credit: Future)
Immagine 10 di 11

Moto G9 Plus camera sample

I dettagli vengono meno nelle scene molto buie. (Image credit: Future)
Immagine 11 di 11

Moto G9 Plus camera sample

Uno scatto con la modalità notturna abilitata: è molto più luminoso, ma il livello di dettaglio non aumenta molto. (Image credit: Future)

Specifiche e prestazioni

  • Processore Snapdragon 730G 
  • Prestazioni quotidiane soddisfacenti
  • Android 10 

Moto G9 Plus monta il processore Qualcomm Snapdragon 730G, un chip di fascia media, abbinato a 4 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione.

Può eseguire Android senza problemi, ma non aspettatevi prestazioni fulminee: il dispositivo fatica con i giochi più impegnativi, sia nei caricamenti che nel frame rate, ma li eseguirà.

Motorola ha incluso uno slot per schede microSD nel caso in cui si desideri espandere ulteriormente lo spazio di archiviazione, sebbene 128 GB dovrebbero essere sufficienti per le esigenze della maggior parte degli utenti. Su Geekbench 5, G9 Plus ha ottenuto 540 punti nel test in single-core, 1690 in quello multi-core e 1129 in OpenCL; più o meno, è al livello dell'Oppo Reno 2, che monta lo stesso chip.

Nell'uso quotidiano, lo smartphone si comporta come da previsioni: c'è qualche lag occasionale nello scorrimento delle app o nel passaggio da una pagina web all’altra e alcuni millisecondi extra di tempo di caricamento qua e là, ma niente che pregiudichi l'esperienza complessiva.

Sì, non avrete la reattività di uno smartphone con uno schermo da 90 Hz o 120 Hz e un processore di fascia alta, ma se la cava bene.

Non supporta la rete 5G, il che non è un dramma: non è ancora disponibile su tutto il territorio, ma se vi serve, ci sono alcuni smartphone 5G convenienti che potete valutare, come Xiaomi Poco F2 Pro.

È una funzionalità di cui probabilmente potete fare a meno nel 2020, sarà più importante negli anni a venire e sarà probabilmente supportata anche negli smartphone economici.

Il dispositivo esegue Android 10, anziché Android 11, il che è un peccato, ma non del tutto inaspettato. La buona notizia è che Motorola non modifica molto la versione stock di Android: tutte le app di Google sono presenti e i bloatware sono pochissimi.

L’azienda ha inserito il solito widget dell'orologio sulla home page e uno sfondo animato sgargiante che sembra progettato per mostrare le qualità del display. Non ne siamo rimasti così colpiti, ma ovviamente potete rimuoverlo facilmente e personalizzare l'interfaccia Android in pochi secondi.

Moto G9 Plus

(Image credit: Future)

Autonomia

  • Batteria da 5.000 mAh
  • Quasi due giorni di utilizzo
  • Ricarica rapida da 30 W

Moto G9 Plus monta una batteria da 5.000 mAh… e si nota: durante i nostri test, lo smartphone è duranto comodamente due giorni con una singola carica, nonostante l’enorme display.

Abbiamo terminato pressoché tutti i giorni lavorativi con una notevole carica residua; Motorola è riuscita a ottimizzare al meglio il dispositivo.

Nel nostro solito test di streaming video, abbiamo ottenuto circa 10 o 11 ore di autonomia: un ottimo risultato. Abbiamo eseguito il test con lo schermo alla luminosità massima e con volume basso, quindi è possibile fare persino meglio.

Non è disponibile la ricarica wireless, come ci si aspetterebbe da un modello di questo prezzo, ma supporta la ricarica rapida da 30 W: non è la più veloce, ma è più che adeguata. Occorre circa un'ora per portare la batteria da zero a 100%. La durata della batteria è un'area in cui i recenti smartphone Motorola si sono spesso distinti, ed è uno dei motivi principali per acquistare Moto G9 Plus.

Moto G9 Plus

(Image credit: Future)

Vale la pena acquistare Moto G9 Plus?

Moto G9 Plus

(Image credit: Future)

Compratelo se...

Avete un budget limitato

Moto G9 Plus costa circa 300 euro, un prezzo inferiore a quello di molti smartphone di fascia media. Non offre un’esperienza completa, ma c’è poco di cui lamentarsi.

Volete uno smartphone con una lunga durata

La durata della batteria del Moto G9 Plus è notevole e potreste dover ricaricare il dispositivo una volta ogni due giorni, inoltre grazie alla ricarica rapida da 30 W, è sufficiente circa un’ora per portare la batteria al 100%.

Vi piacciono i grandi schermi

Pochi smartphone dispongono di un display da 6,81 pollici; non è al livello di uno OLED, ma è grande, luminoso e vanta un buon contrasto. È valido sia per giocare che guardare film.

Non compratelo se...

Potete spendere un po’ di più

Investendo altri 100 euro e optando per un modello di fascia media (anche uno della stessa Motorola), la differenza sarà evidente.

Avete bisogno di prestazioni scattanti

I 4 GB di RAM e il processore Snapdragon 730G sono adeguati per un modello di fascia bassa, ma noterete qualche rallentamento con le app e i giochi più impegnativi.

Volete usare la rete 5G

Se vivete in un’area coperta dal 5G e volete usufruirne, non vi resta che optare per uno smartphone di fascia media o alta.