Skip to main content

Recensione Amazon Fire 7 (2019)

Un tablet basilare e ancora più economico

Image credit: TechRadar
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

State cercando un tablet per leggere un libro di sera, guardare un video su YouTube ogni tanto e fare shopping? Con un budget di circa €55 non potrete sbagliare: l'acquisto giusto è Amazon Fire 7 (2019). Se volete però guardare film o leggere anche in pieno sole allora dovrete rivolgere lo sguardo a qualcosa di più.

Pro

  • Economico
  • Robusto
  • Fantastico per Kindle

Contro

  • Schermo SD
  • Scarsa autonomia
  • Software lento

Economico. Questa è la prima parola che ci viene in mente quando pensiamo ad Amazon Fire 7 (2019) e a circa €50 è esattamente quello che è. Proprio per questo non aspettatevi di confrontarlo con qualcosa a livello del nuovo iPad Pro 11 da circa €800.

Siamo su un altro livello qui, quello orientato all’economicità e a clienti attenti al prezzo che desiderano un tablet solo per leggere un libro e, ogni tanto, guardare un video su YouTube e fare shopping.

Siamo stati molto specifici nel descrivere cosa può fare Amazon Fire 7 (2019) perché per tenere il prezzo competitivo Amazon è dovuta scendere a qualche compromesso. Più di uno in verità.

Il risultato è un tablet economico, perfetto per chi vuole un'esperienza di lettura simile a quella di Kindle ma con i pregi e i difetti del sistema operativo Fire OS di Amazon.

Amazon Fire 7 (2019) prezzo e disponibilità

  • Disponibile su Amazon
  • Prezzo a partire da €55

Annunciato a metà maggio e disponibile dai primi di giugno 2019, Amazon Fire 7 (2019) ha un prezzo di partenza di circa €55, lo stesso del suo predecessore, un dato incredibile visto che alla fine dei conti è più veloce e dispone di più memoria di archiviazione.

Il prezzo sale poi di circa €10 se volete 32 Gb di spazio invece dei 16 standard.

Design

  • Robusto
  • Confortevole da tenere con una sola mano
  • Il lato superiore è troppo “affollato”

Amazon Fire 7 (2019) sembra avvolto in un case Otterbox Defender da quanto è spesso e ricoperto di gomma, il che non è una brutta cosa.

Il dispositivo sembra essere molto robusto, capace di sopravvivere senza problemi alla caduta dal tavolo o da un mobile di cucina, e per romperlo si dovrà proprio volerlo.

Attorno allo schermo si nota una cornice di dimensioni notevoli. Magari non sarà bella da vedere ma il suo esserci ha un perché: serve per afferrarlo meglio mentre si legge in viaggio ed evita di toccare per sbaglio lo schermo facendo scorrere le pagine avanti o indietro. Non sappiamo se Amazon abbia voluto che fosse così ma è certamente un dettaglio apprezzabile, ironicamente parlando. 

Anche in questo caso il produttore ha deciso di non adottare l’ormai onnipresente USB-C ma di affidarsi a un ormai superato connettore Micro USB posizionato nella parte superiore del tablet. Non sarebbe stato male vedere adottato l’ormai standard mondiale nelle connessioni USB anche su Amazon Fire (2019), ma per €55 possiamo anche sopportare di dover usare un altro cavetto oltre a quelli già disseminati per casa.

Andando alla ricerca di altri aspetti relativi al design, troviamo uno schermo LCD con tecnologia IPS da sette pollici sul fronte e uno slot microSD nascosto sotto uno sportellino a scomparsa sulla destra. Questo potrebbe portare a credere che Amazon Fire (2019) sia resistente all’acqua ma credeteci, non lo è.

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: Future)

In alto troviamo i controlli del volume, un jack da 3,5 mm per le cuffie e il tasto per l’accensione/spegnimento, il tutto insieme al connettore micro USB. Quindi? Il risultato è che, con tutto collegato, il lato superiore è davvero molto affollato.

Posizionare i controlli del volume nella parte superiore del dispositivo è una delle peggiori decisioni che un produttore possa prendere.

Durante la nostra prova abbiamo “ringraziato” almeno tre o quattro volte chi ha sistemato connettori e controlli sullo stesso lato, soprattutto mentre cercavamo di abbassare, o meglio silenziare, il volume della pubblicità.

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: Future)

Il resto non è male. Amazon Fire (2019) ci dà l’idea di essere robusto e si tiene bene anche con una sola mano e per molto tempo. In più è piccolo e leggero da permetterci di portarlo dappertutto.

Al bar per un caffè? Basta metterlo in tasca e via. Si torna al lavoro? Basta infilarlo nella ventiquattrore. Una deviazione per lo shopping? Nel vano portaoggetti in macchina ci sta senza problemi.

Display

  • Schermo di bassa qualità
  • Difficile da vedere in piena luce

Non siamo cattivi se diciamo che Amazon Fire 7 (2019) ha uno dei peggiori schermi mai montati su un tablet, ma è una cosa a cui ci si può arrivare senza problemi: è un dispositivo da €55, quindi non ci si può aspettare qualcosa in più rispetto a uno schermo da 7 pollici IPS con risoluzione 1024 x 600.

Magari questo display è lontano da quanto potreste aspettarvi per vedere al meglio un video su YouTube o giocare per ore al vostro gioco preferito, ma non avrete alcun problema a leggere. Il testo sullo schermo è chiaro, ben definito ma, nonostante la sua luminosità, fa fatica a visualizzare bene i contenuti se esposto alla luce diretta del sole.

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: Future)

Detto questo, se il vostro scopo è leggere in spiaggia durante le vacanze in Costa del Sol, vi consigliamo di orientarvi su un e-reader come Amazon Kindle Oasis. La sua tecnologia e-ink è decisamente superiore negli ambienti molto luminosi grazie a una retroilluminazione davvero potente usata per combattere i riflessi.

Abbiamo provato a vedere un episodio di Stranger Things su Amazon Fire 7 (2019), ma ci siamo arresi dopo 10 minuti. Solo per iniziare, i colori erano sbiaditi e i dettagli si facevano fatica a vedere.

Se a casa siete abituati a un televisore HDTV, per non parlare di uno schermo 4K, vi accorgerete della differenza in un istante. Mettete il tutto assieme all’altoparlante mono e avrete la ricetta per ottenere l’esatto opposto del paradiso multimediale a cui aspirate.

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar (Image credit: Future)

Nonostante questo non abbiamo avuto problemi a guardare qualche video su YouTube, forse perché non  siamo abituati a particolari esperienze multimediali su questa piattaforma.

In qualsiasi caso, collegando un paio di cuffie o spostandosi in una stanza silenziosa non avrete alcun problema nel seguire Cracco illustrare i suoi segreti nella preparazione della carbonara (ovviamente senza panna e col guanciale).

Amazon Fire 7 (2019), comunque, è un dispositivo ottimo per farvi leggere l’ultimo romanzo di John Grisham a casa, in metropolitana o sull’aereo.

L’unica cosa che dovrete fare, se volete proseguire la lettura all’esterno, è prendere un ombrello e uscire. Proseguendo, si tratta pur sempre di un dispositivo da una cinquantina d’euro e si è dovuto scendere a qualche compromesso quindi, se volete vedere film o leggere in spiaggia o al sole beh, pensate a qualcosa di diverso.