Skip to main content

Xbox Series X, i giochi first-party funzioneranno anche su Xbox One

(Image credit: Microsoft)

C’era una volta in cui l’uscita di una nuova console significava essere tagliati fuori dalle ultime e più entusiasmanti uscite, riservate alle console più costose. Stando alle parole di Microsoft, pare che non sarà il caso di Xbox Series X, dal momento che i nuovi giochi dovrebbero poter funzionare su tutta la famiglia di console.

In un’intervista con MCV, Matt Booty, capo di Xbox Game Studios, ha dichiarato che “così come avviene su PC, tutti i nostri giochi che usciranno nel corso dei prossimi due annetti potranno essere giocati su tutta la famiglia di dispositivi Xbox”. Il desiderio di Booty è di “far sentire di avere fatto un buon investimento a chiunque voglia entrare nel mondo Xbox, che sia oggi o con Series X, e far capire che abbiamo preso un impegno in termini di contenuti”.

La dichiarazione non viene fuori completamente a sorpresa, comunque. Nel periodo precedente allo svelamento della nuova console, Microsoft (così come Sony con PS5) ha enfatizzato il suo supporto per la retrocompatibilità e l’iniziativa Xbox Play Anywhere ha mostrato il suo impegno nel rendere i titoli first-party di Xbox disponibili anche su Windows 10. Anche l’approccio al cross-play su Xbox One X è stato un indizio in tal senso.

Play Anywhere

Comunque, fino ad oggi non era chiaro se Microsoft stesse preparando esclusive first-party propriamente dette per il lancio di Xbox Series X.

È già stato confermato che uno dei giochi più attesi per Xbox Series X, Halo Infinite, sarà in grado di girare su Xbox One, Xbox Series X e Windows 10. Ora sappiamo che questo sarà l’approccio per tutte le altre esclusive first-party. Almeno per un po’.

I commenti di Booty suggeriscono che ci potrebbe essere un’inversione di tendenza tra un paio di anni, ma questo approccio darà ai giocatori Xbox del tempo per la transizione alla nuova generazione di console, piuttosto che spingerceli a forza senza tante cerimonie.

Anche se i nuovi giochi funzioneranno su tutte le piattaforme Xbox, Microsoft sta comunque pensando di enfatizzare il beneficio di giocarle sulla più potente tra i dispositivi della famiglia, l’Xbox Series X. Secondo Booty l’approccio sarà quello di “scegliere una o sue IP sulla quali concentrarci e assicurarci che siano pronte per il lancio della console, avvalendosi di tutte le nuove caratteristiche. E per noi questa IP sarà Halo, il che è una grande opportunità”.

“È la prima volta in più di 15 anni che avremo un Halo come titolo di lancio per una nuova generazione di console. E il team di sviluppo incaricato del progetto farà decisamente di tutto per sfruttare al meglio le potenzialità di Xbox Series X.”

Vale la pena di chiedersi comunque se tutto questo sarà abbastanza. L’approccio forward-compatibile di Microsoft sicuramente avvantaggerà molti giocatori che potranno passare alla generazione di console successiva con maggiore calma, ma di certo toglie qualche incentivo all’upgrade immediato, specialmente per gli utenti che sono passati solo recentemente a Xbox One X. Come minimo manterrà alte le vendite del software a prescindere dalla base di installazione della console su cui questo gira.

Né Xbox Series X, né PS5 hanno delle date di uscita certe al momento ma soltanto indicative. Possiamo aspettarci che la nuova generazione di console comincerà quindi in tempo per le feste natalizie del 2020.