Skip to main content

Windows 7 è al capolinea ma Microsoft Security Essentials tiene duro

(Image credit: Shutterstock)

Windows 7 non sarà più supportato a partire dal 14 gennaio 2020, tuttavia il colosso di Redmond ha dichiarato che continuerà ad aggiornare Microsoft Windows Essentials (MSE) ossia l’antivirus incluso in Windows 7.

In precedenza l’azienda aveva pubblicato una nota stampa in cui dichiarava: “Il sistema operativo Windows 7 non sarà più protetto da MSE dopo il 14 gennaio 2020. Microsoft Security Essentials è un software esclusivo per Windows 7 e segue lo stesso ciclo di vita vita utile del sistema operativo per gli aggiornamenti”.

Microsoft Security Essential continuerà a essere aggiornato 

La precedente dichiarazione dunque metteva in guardia gli utenti di Windows 7 riguardo la sicurezza del proprio PC non più garantita, eppure adesso l’azienda sembra aver cambiato idea.

Presso una sessione AMA (ask me anything) tenuta sul forum dell’azienda, Woody Leonhard, un collega di Computerword ha chiesto: “Confermate che Microsoft smetterà di supportare definitivamente Microsoft Security Essentials dopo il 14 gennaio 2020? Anche pagando per il supporto esteso?”.

Mike Cure, un ingegnere di Microsoft, ha risposto così: ”MSE continuerà a essere aggiornato anche dopo il 14/01/2020”.

Cure ha anche citato uno dei passaggi delle FAQ: “MSE continuerà a ricevere aggiornamenti proprietari anche dopo il 14 gennaio 2020, tuttavia la piattaforma MSE non sarà più aggiornata”.

Ora, come scritto dallo stesso Woody, la situazione è alquanto confusa, al punto che lo stesso Cure ha promesso di correggere la nota in merito al servizio ESU il prima possibile.

Queste sono buone notizie per gli utenti di windows 7 che si affidano all’antivirus di Microsoft, in quanto questo per ora continuerà a ricevere gli aggiornamenti.

Purtroppo sconsigliamo in ogni caso di continuare ad usare un sistema operativo non più supportato e di passare a Windows 10 o Linux.

Via Computerworld