Skip to main content

Gli utenti di Windows 7 si rifiutano di eseguire l'aggiornamento a Windows 10

Image credit: TechRadar
(Image credit: TechRadar)

Gli utenti di Windows 7 non sembrano voler rinunciare al loro sistema operativo nonostante l'imminente scadenza del supporto, almeno stando dall'ultimo report di una società di analisi.

Le statistiche di NetMarketShare per il mercato OS desktop di aprile hanno mostrato che Windows 10 ha guadagnato un po' di terreno, passando dal 43,62% al 44,1%, essenzialmente un aumento di mezzo punto percentuale, un aumento abbastanza modesto per quanto non trascurabile.

Tuttavia Windows 7 non ha ceduto terreno al nuovo sistema operativo Microsoft, la migrazione sembra provenire da piattaforme esterne a Windows (l'utilizzo dei Mac è in declino). Windows 7 è sceso di pochissimo, passando dal 36,52% di marzo al 36,43% di aprile; una variazione di appena lo 0,09% (molto vicino ai margini di errore statistico). 

Inoltre dobbiamo ricordarci che, mentre Windows 7 ha perso utenza l'anno scorso, all'inizio del 2019 il vecchio sistema operativo è aumentato di quasi lo 0,3%, arrivando al 37,19%, sempre secondo NetMarketShare.

In altre parole, a dicembre 2018 l'utilizzo di Windows 7 si è attestato al 36,9%, e da allora ha registrato un lieve calo arrivando al 36,43%, un calo di neanche mezzo punto percentuale durante l'intero anno.

 Attenzione!

Tutto questo sta accadendo mentre Microsoft sta iniziando a segnalare in maniera sempre più evidente che il supporto del vecchio sistema operativo terminerà a gennaio 2020. Questo sta avvenendo in diversi modi: sollecitando gli utenti a effettuare l'aggiornamento a Windows 10 e, più recentemente, con i messaggi che dichiarano che "il supporto per Windows 7 sta per terminare".

C'è una relativa urgenza dato che all'inizio del prossimo anno Microsoft non fornirà più aggiornamenti di sicurezza e supporto per Windows 7. Questo potrebbe esporre a rischi tutti tutti gli utenti a causa dei buchi nel codice e exploit che rimarranno nel sistema operativo.

Tuttavia, questo non ha impedito a molte persone di rimanere con Windows XP oltre la data di scadenza di sicurezza dato che si tratta di un sistema operativo molto amato, e lo stesso è vero per Windows 7. Inoltre molte persone non vedono di buon occhio certe sfaccettature di Windows 10, in passato sono state molte le polemiche sul fronte della privacy. Con tutta probabilità assisteremo allo stesso scenario anche in questo caso. Questo si tradurrà in opportunità per malware e altri malintenzionati di penetrare in PC che non sono adeguatamente difesi.

In ogni caso, se state pensando di passare a Windows 10, abbiamo una guida completa su come prepararvi alla fine del ciclo vitale di Windows 7 proprio qui. 

Via Softpedia