Skip to main content

Windows 11 è fatto apposta per i gamer: ecco perché

Windows 11
(Image credit: Microsoft)

Microsoft ha svelato ufficialmente Windows 11 e, come molti di noi sospettavano, sarà probabilmente una manna dal cielo per tutti i giocatori attivi su PC.

Infatti, con il nuovo sistema operativo, atteso per fine 2021, arriveranno diverse funzionalità, nuove e migliorate: da un'interfaccia utente rivista e corretta all'introduzione dei widget, passando per un app store maggiormente funzionale.

Vediamo dunque cosa c'è in serbo per i gamer! Sembra che Microsoft stia lavorando per rendere Windows 11 la migliore piattaforma per i giochi su computer e non mancano le novità di rilievo da questo punto di vista.

Ecco le migliori fra quelle che abbiamo potuto osservare.

Windows 11

(Image credit: Microsoft)

Xbox Game Pass integrato

Questa è la novità più importante: se avete un abbonamento a Xbox Game Pass Ultimate, troverete la libreria del Game Pass integrata in modo nativo in Windows 11. Dunque, avrete accesso a centinaia di giochi, sfogliandoli come se fossero parte del vostro sistema operativo.

Xbox Game Pass è già disponibile sui PC Windows, ma l'attuale app del servizio non è il massimo, soprattutto dal punto di vista della gestione dei download e dei percorsi di installazione. Ci auguriamo che la nuova libreria integrata del Game Pass possa ovviare a tali inconvenienti.

Inoltre, se siete abbonati al Game Pass Ultimate, avrete accesso anche a Xbox Cloud Gaming sul vostro computer. In altri termini, anche se disponete di un notebook non troppo performante, potrete godervi al massimo i giochi AAA del Game Pass, proprio come su un PC gaming di fascia alta, ma dovrete disporre di una buona connessione a Internet.

Windows 11

(Image credit: Microsoft)

AutoHDR

Se disponete di un monitor relativamente moderno, probabilmente potreste godere di un certo livello di HDR, che migliora la luminosità di picco delle scene arricchendone i colori. Una funzione alquanto standard sui moderni TV e sulle console gaming, ma che si sta facendo strada lentamente anche su PC. Il problema è che su computer il supporto all'HDR è relativamente ridotto, tuttavia con Windows 11 la situazione dovrebbe cambiare.

Infatti, il nuovo sistema operativo Microsoft aggiungerà la funzione AutoHDR a diversi titoli, anche quelli che non lo supportano a livello nativo. A condizione che un gioco si basi su DirectX 11 o versioni successive, l'HDR automatico applicato durante la fase di rendering darà una nuova luce più moderna anche ai titoli datati. Qui sopra potete vedere una dimostrazione dell'AutoHDR proposta da Microsoft sul classico Skyrim. AutoHDR è già attiva sulle console Xbox e, se le prestazioni sono in linea con le aspettative, potrebbe essere una funzione molto interessante.

Windows 11

(Image credit: Microsoft)

Supporto "DirectStorage" per gli SSD più veloci

Un'altra funzione mutuata in parte da Xbox Series X e Series S è DirectStorage, che gestisce le ultime funzioni degli SSD NVMe per velocizzare i giochi riducendo i tempi di caricamento. Per semplificare, la tecnologia riduce il carico della CPU inviando le risorse direttamente dagli SSD alle schede grafiche.

Anche se la funzione è senz'altro degna di nota, occorre tenere presente che Microsoft ha dichiarato che i PC Windows 11 "Ottimizzati per DirectStorage" devono essere configurati con hardware e driver specifici, per poter usufruire della tecnologia. In altri termini, il vostro PC deve essere dotato di una scheda madre compatibile, con SSD NVMe PCIe 3.0 o 4.0. Di conseguenza, il possibile numero dei PC compatibili si restringe abbastanza.

Windows 11

(Image credit: Microsoft)

Supporto delle app Android

Se avete uno smartphone o un tablet Android, potreste essere in grado di godervi le vostre app e i vostri giochi preferiti in modo nativo su Windows 11. Il nuovo sistema operativo, infatti, eseguirà app Windows e Android, senza bisogno di usare hack o software di terzi.

Tuttavia, c'è un piccolo "cavillo": infatti non potrete usare Google Play Store per le app Android. Piuttosto, sarà necessario affidarsi all'app store di Amazon. Purtroppo, dunque, il pool delle app possibilmente compatibili scende da quasi 4 milioni a poche centinaia di migliaia. Inoltre, se avete acquistato un'app tramite Google, dovrete riacquistarla su Amazon. In ogni caso è meglio di niente, e se avete già delle app sul vostro account Amazon, è possibile che saranno utilizzabili anche su Windows.

Gerald Lynch

Gerald is the Executive Editor for TechRadar, taking care of the site's home cinema, gaming, smart home, entertainment and audio output. He loves his gaming, but don't expect him to play with you unless your console is hooked up to a 4K HDR screen and a 7.1 surround system. Based out of TechRadar Towers, London, Gerald was previously Editor of Gizmodo UK. He dreams of the day when he can pop on a VR headset and meet Lawnmower Man-era Pierce Brosnan. Sadly, Pierce doesn't share the dream.