Skip to main content

"Windows 10 è un disastro" ex ingegnere attacca la dirigenza di Microsoft

Microsoft
(Immagine:: Shutterstock)

Windows 10 ha avuto grossi problemi con gli ultimi aggiornamenti, e le nuove versioni sembrano causare più problemi di quanti ne risolvano.

Un ex dipendente di Microsoft sta attribuendo la colpa ai manager dell'azienda, così come all'incapacità del CEO, Satya Nadella, di liberarsene. 

James Whittaker, un ex ingegnere informatico molto rispettato, ha scritto un lungo post riguardo la sua carriera, dove si legge che "ha attraversato tre diverse versioni dell'azienda, ognuna profondamente ispirata ma tragicamente difettosa nel suo particolare stile”

Le tre versioni di Microsoft di cui parla Whittaker corrispondono ai tre AD che hanno gestito l'azienda: Bill Gates, Steve Ballmer e ora Satya Nadella. 

Whittaker elogia Nadella per alcuni dei cambiamenti che ha apportato a Microsoft ma si lamenta del fatto che Nadella non sia stato in grado di liberare la compagnia dalle "persone che hanno prosperato sotto la gestione tossica di Microsoft" e stanno emulando la leadership imperfetta di Gates e Ballmer. 

"Entrambi erano so-tutto-io, convinti che nessun dipendente, per quanto sveglio, fosse al livello del loro intelletto", spiega Whittaker, "perpetuarono il loro comportamento tossico circondandosi quasi esclusivamente di manager che li emulavano" e che "ciò ha creato una monocultura gestionale di arrogante mascolinità". 

Questi "incapaci", come li descrive Whittaker, sono ancora in giro per l'azienda e sono il motivo della "tradizione di software noioso e difettoso con aggiornamenti costantemente inadeguati" di Windows.

Le menti dietro Windows Phone

Secondo Whittaker "Un manager esperto si trasferisce in un nuovo gruppo di prodotti e il suo team lo segue", quando un nuovo dipendente si unisce al team e ha un problema con la gestione del team, o evidenzia i difetti di un progetto, i membri del team serrano i ranghi eliminando ogni critica. 

Nadella è riuscito a cambiare alcuni aspetti di Microsoft, ma con Windows "ha semplicemente riorganizzato le persone che già c'erano. Invece di seguire il suo programma sul cambio culturale, ha semplicemente scambiato il personale tra Windows e Windows Phone ". 

Il problema, come spiega Whittaker, è che "le stesse persone che non furono in grado, nel corso di un decennio, di elaborare una strategia vincente per il mobile sono state improvvisamente incaricate di elaborare una strategia vincente per il desktop". 

Windows Phone è uno dei maggiori errori di Microsoft, quindi se alcune delle persone che stavano dietro quell'errore - e che sono troppo testardi per imparare dai propri errori - sono ora responsabili di Windows 10, porteranno solo problemi al O.S. in futuro. 

Whittaker ha aggiunto, "il retaggio del passato è abbastanza forte da soffocare la cultura di domani".

Via ZDNet (Si apre in una nuova scheda)

Matt Hanson
Managing Editor, Computing and Entertainment

Matt is TechRadar's Managing Editor for Computing and Entertainment, looking after two of the best, and most exciting, channels on the site. Having written for a number of publications such as PC Plus, PC Format, T3 and Linux Format, there's no aspect of technology that Matt isn't passionate about, especially computing and PC gaming. Ever since he got an Amiga A500+ for Christmas in 1991, he's loved using (and playing on) computers, and will talk endlessly about how The Secret of Monkey Island is the best game ever made. He's also a huge film and TV fan and Marvel geek, and his favorite recent film is Dune.