Skip to main content

Windows 10, con l'aggiornamento 20H2 arriva il supporto al doppio schermo

(Image credit: Microsoft)

Microsoft ha presentato una nuova anteprima di Windows 10 20H1, il prossimo aggiornamento del sistema operativo previsto per l'inizio del 2020;  l’azienda ha comunicato che la build è ormai pronta e che, di conseguenza, i test sulla build 20H2 cominceranno a breve (nome in codice "Manganese").

La build di Windows 10 19033 (20H1) è stata testata sia in slow che in fast ring, sono state apportate solo alcune correzioni minori, perché, come notato, questa versione è ormai pronta.

Infatti, Microsoft ha rimosso la filigrana dalla build (che indica una build di test in anteprima) posta nell'angolo in basso a destra del desktop, ma la società aggiunge in grassetto: “Questo non significa che abbiamo finito..."

Microsoft ha anche aggiunto: “Stiamo rendendo disponibili nuove build dal nostro ramo di sviluppo. Rilasceremo build per i tester del fast ring dal ramo di sviluppo RS_PRERELEASE invece che dal ramo VB_RELEASE”.

Come accennato, 20H2 è il prossimo grande aggiornamento che verrà messo a disposizione dei tester del fast ring, e questo è anche l'aggiornamento che porterà importanti funzionalità per i dispositivi a doppio schermo come Surface Neo di Microsoft (hardware che esegue Windows 10X, una variante dell’OS progettato per supportare due schermi contemporaneamente).

Bug in abbondanza 

Naturalmente, è probabile che le prime versioni del nuovo aggiornamento contengano più bug e siano meno stabili, quindi Microsoft avverte che è necessario controllare le impostazioni di Windows Insider e passare al ring lento se si desidera usare la build 20H1.

I tester dell’anello veloce riceveranno presto il nuovo aggiornamento (presumibilmente 20H2, come notato).

È interessante notare che Microsoft ha nominato l'aggiornamento 20H1 versione 2004, quando di solito dovrebbe essere  2003 (ad esempio l'aggiornamento di primavera di quest'anno era la versione 1903, seguita dal 1909). Questo per evitare ogni possibile confusione con Windows Server 2003, a quanto pare.

Le correzioni di bug dell'ultimo minuto applicate in questa nuova build di anteprima 20H1 riguardano principalmente soluzioni per problemi di arresto anomalo, inclusa una in cui il menu Start si arrestava in modo anomalo all'avvio se un aggiornamento di Windows richiede  un riavvio.

Sebbene l'aggiornamento 20H1 stia per essere finalizzato, c'è la possibilità che possa essere rilasciato già a gennaio o febbraio, piuttosto che a primavera, come di solito accade. Detto questo, non conosciamo i programmi di Microsoft per il prossimo anno e l'azienda potrebbe semplicemente aspettare, sebbene l'aggiornamento sia pronto.