Skip to main content

Star Wars, l'era delle trilogie è giunta al termine

(Immagine:: Lucasfilm/Disney)

In una lunga intervista rilasciata a Vanity Fair (Si apre in una nuova scheda) che approfondisce in modo dettagliato il franchise e le sue numerose ramificazioni televisive, il produttore di Star Wars, Kathleen Kennedy, ha parlato dei piani futuri per un ritorno sul grande schermo mettendo in discussione due grandi progetti. 

Spoiler alert: I futuri film di Star Wars saranno molto diversi da quelli visti finora.

L'ultimo film di Star Wars uscito al cinema è Star Wars: Episodio IX - L'ascesa di Skywalker del 2019, che ha concluso la trilogia iniziata con Star Wars: Il Risveglio della Forza del 2015. Da allora, il franchise si è spostato in gran parte sul piccolo schermo prima con The Mandalorian, poi con The Book Of Boba Fett e, a breve, con Obi-Wan Kenobi (tutti disponibili su Disney Plus).

Ci sono diversi progetti in fase di sviluppo, ma Kennedy ha detto che l'approccio sarà diverso rispetto al passato: la formula della trilogia che ha fatto da base per il franchise appartiene al passato.

"Evito di usare ancora la parola trilogie perché Star Wars è molto più incentrato sulla narrazione persistente", ha detto Kennedy.

Il pezzo indica che il prossimo film di Star Wars sarà diretto da Taika Waititi, lo stesso regista di Thor: Love and Thunder, mentre la sceneggiatura verrà affidata a Krysty Wilson-Cairns, scrittrice di 1917. Rogue Squadron, che sarà supervisionato da Patty Jenkins, regista di Wonder Woman, è invece più lontano. 

Quando sono arrivate le domande dirette sui tanto discussi film di Star Wars di Kevin Feige e di Rian Johnson, autore di The last Jedi, Kennedy non ha detto niente di rassicurante.

Brutte notizie...

La trilogia di Johnson, a quanto pare, è "in pausa". Kennedy che ha dichiarato che: "Rian è molto impegnato con Knives Out e con l'accordo stipulato con Netflix". 

Per quanto riguarda il film di Feige, sembra che i lavori siano ancora in alto mare: "Mi piacerebbe vedere la sua proposta", ha detto Kennedy parlando di Feige, "ma al momento no, non c'è nulla di specifico".

Per quanto riguarda gli altri film di Star Wars, Kennedy non si è sbilanciato, limitandosi a dire: "Abbiamo una tabella di marcia". 

Kennedy ha poi aggiunto che la lentezza nello sviluppo dei nuovi film, almeno in parte, si deve alle enormi aspettative che gravano sulla produzione: "Penso che sia venuto meno il divertimento nel fare questi colossal. Il business, la posta in gioco, tutto ciò che è stato diventato il cinema negli ultimi 10 anni o giù di lì. C'è una sorta di spontaneità e di divertimento che dobbiamo cercare di preservare".

Il futuro di Star Wars è lo streaming?

Se parliamo di futuro prossimo, probabilmente si.

Il successo ottenuto da Il Risveglio della Forza,  Gli ultimi Jedi e L'ascesa di Skywalker è dovuto a un mix di vecchio e nuovo, con attori del calibro di Harrison Ford, Carrie Fisher e Mark Hammill affiancati da un nuovo cast. Non si può usare questa ricetta due volte, non prima che Adam Driver, Daisy Ridley e John Boyega siano molto, molto più vecchi. 

Kennedy sembra intenzionato a produrre un nuovo film di Star Wars ogni tot anni, distribuendolo singolarmente piuttosto che avviare un ciclo annuale incessante, un po' come fatto con Rogue One

Per ora, in pratica, gran parte dei contenuti di Star Wars saranno legati a Disney Plus e verranno trasmessi sulla piattaforma streaming, mentre i film al cinema usciranno con minora frequenza rispetto agli anni passati.

Tom Goodwyn
Senior Entertainment Editor

Tom Goodwyn is TechRadar's Senior Entertainment Editor. He oversees TechRadar’s coverage of the best TV shows, documentaries and movies across streaming services, theaters and beyond. Based in London, he loves nothing more than spending all day in a movie theater, well, he did before he had two children… 

Con il supporto di