Skip to main content

PS5 avrà un controller simile a quello di Google Stadia?

(Image credit: Shutterstock)

Sony ha appena rivelato qualche nuovo dettaglio riguardante la PS5, tra cui la conferma della data di uscita per un controller PS5. Ma non è tutto, sembra che la compagnia abbia ancora qualche asso nella manica. 

Secondo un brevetto pubblicato dalla World Intellectual Property Organization a settembre, Sony sta sviluppando un "controller che permetta all'utente di interagire con un server di un sistema di cloud gaming" (via Techtastic).

In altre parole si tratta di un controller per cloud gaming che funziona come un normale gamepad, ma ha il beneficio di essere connesso direttamente al WiFi, migliorando l'efficienza dell'input e potenzialmente sbloccando nuovi tipi di funzioni.

Nel brevetto si legge: "Il controller comunica direttamente con un dispositivo che garantisce l'accesso alla rete, che connette il controller al server senza passare per un dispositivo client".

"Il server riceve e processa gli input per renderizzare il video del gameplay che viene trasmesso tramite la rete al display che si trova sulla stessa rete del controller"

PS Now o PS5?

(Image credit: Sony)

Nonostante sia possibile che questa tecnologia stia venendo sviluppata per la PS5, e possa essere un elemento chiave del controller PS5, è più probabile che Sony la utilizzi per il servizio di gaming in streaming PlayStation Now.

Sony ha recentemente abbassato il prezzo dell'abbonamento a PS Now per dare filo da torcere a l'Xbox Games Pass, ma potrebbe anche trattarsi di un piano a lungo termine per migliorare e investire in PS Now in modo da metterlo in una posizione tale da poter concorrere con servizi come Google Stadia.

Tutto questo ci suona famigliare

(Image credit: Future)

A proposito di Google Stadia, il design del controller di Sony è molto simile a quello di Google.

Il controller di Stadia è un dispositivo con funzionalità Wi-Fi creato interamente dall'hardware team di Google che vi permetterà di ottenere il massimo dal servizio di streaming quando uscirà verso la fine di quest'anno.

Non avrete bisogno del controller per usare i servizi di streaming, ma servirà comunque per sbloccare funzioni ad un livello successivo che Google sta integrando nel servizio di streaming, come aiuto in-game tramite l'assistente di Google, il tasto "Condividi" che fa partire una sessione di stream su YouTube Gaming in modo che gli altri vi guardino mentre giocate. 

Se anche Sony deciderà di intraprendere questa strada con il suo nuovo controller, allora potremmo avere un'esperienza di gaming molto più immersiva in futuro.