Skip to main content

OnePlus, attacco informatico a nomi, e-mail e indirizzi degli utenti

(Image credit: Future)

Per la seconda volta in due anni OnePlus è stata vittima di un attacco hacker da parte di un’entità non autorizzata, compromettendo quindi la sicurezza e la riservatezza degli indirizzi di spedizione e degli indirizzi e-mail.

Le informazioni relative ai pagamenti sono fortunatamente al sicuro e non sono state esposte durante l’attacco, afferma OnePlus, e nessuno degli account è stato violato dagli offensori.

“Ci siamo assicurati di prendere le adeguate precauzioni per fermare l’attacco e rafforzare la sicurezza” afferma OnePlus in un’e-mail inviata agli utenti interessati dall’attacco. “Al momento, stiamo lavorando con le autorità per approfondire le investigazioni relative all’incidente e per proteggere i vostri dati.”

Se non avete ricevuto alcuna e-mail potete presupporre che non ci sia stato alcun accesso non autorizzato ai dati del vostro account; ma, come sempre, meglio prevenire che curare. 

Come procedere da qua

Se avete già avuto a che fare con OnePlus in passato, è importante che in futuro facciate attenzione ad eventuali attacchi di phishing che potrebbero venirvi inviati- si tratta di e-mail fraudolente che indirizzano a siti web falsi cercando di convincere i malcapitati a inserire i propri dati finanziari.

Considerando che al momento dei malintenzionati potrebbero essere in possesso del vostro nome e del vostro indirizzo e-mail e di spedizione, questi tentativi di phishing potrebbero dare l’idea di essere attendibili. Assicuratevi sempre di controllare dove venite indirizzati dalle e-mail che ricevete, e tenete sempre aggiornato il software del vostro browser per minimizzare le possibilità di cadere in trappola.

“OnePlus non vi chiederà mai la vostra password personale, e i dati di pagamento vanno inseriti solo ed esclusivamente sotto la tutela della pagina di pagamento del sito web OnePlus o di uno dei nostri partner”, dice OnePlus.

In merito a questo attacco, OnePlus è attualmente affiancata da “una delle migliori piattaforme di sicurezza”, e sta per lanciare un programma che si appresta a scovare e sistemare eventuali bug presenti nel sistema. Per avere più informazioni in merito all’accaduto potete consultare le  FAQ ufficiali .