Nvidia GTX 1080 Ti potrebbe tornare sulle scene

Nvidia
(Immagine:: Future)

Nvidia potrebbe riportare in commercio la  GTX 1080 Ti, in un tentativo di arginare le difficoltà dovute alla carenza di chip. Un problema che sta colpendo molte diverse industrie, non solo quella delle schede video

Il ritorno della 1080 Ti comunque non è una notizia ufficiale. Arriva da Harukaze5719 (Si apre in una nuova scheda), che ha notato un post sul forum coreano Quasarzone (Si apre in una nuova scheda) dove si suggerisce il ritorno del vecchio modello Pascal. 

Che cosa è successo? Un utente ha mandato in riparazione la sua GTA 1080 Ti marchiata EVGA, e ne ha ricevuta in cambio una nuova fiammante. Questo marchio offre tre anni di garanzia, quindi non avrebbe molto senso produrre nuove schede nel 2021, a meno che appunto Nvidia non abbia avviato di nuovo la produzione dei chip necessari. 

Inoltre, di recente Nvidia ha già fatto la stessa cosa con le GTX 1050, GTX 1650 ed RTX 2060, sempre per offrire alternative alla carenza di modelli RTX 3000. 

Comprare una scheda di quattro anni fa sarebbe una soluzione accettabile per chi sta invece cercando di comprare una RTX 3080? Non proprio, ma per un giocatore che ha proprio bisogno di una nuova scheda, forse anche una GTX 1080 Ti potrebbe andar bene. Le prestazioni di questa scheda, tuttavia, sono ancora discrete e potrebbe bastare per un po' di tempo, finché non sarà possibile comprare uno dei nuovi modelli. 

Resta comunque l'incognita del prezzo: ammesso e non concesso che la RTX 1080 Ti torni in commercio, quanto sareste disposti a pagarla? Di sicuro ci aspettiamo un sensibile taglio del prezzo di listino, ma poi i prezzi reali potrebbero diventare ridicolmente alti - come già sta succedendo con molti altri prodotti di recentei. 

Nvidia per ora non ha rilasciato commenti ufficiali. 

Via: PCGamesN (Si apre in una nuova scheda)

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.