Skip to main content

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti avvistata in un nuovo leak

GPU
(Image credit: Shutterstock)

Chiunque avesse dubitato dell'esistenza della discussa Nvidia GeForce RTX 3060 Ti, dovrà ricredersi. Sono state divulgate online alcune immagini che confermano ormai definitivamente l'arrivo di una GPU Ampere più economica.

Tramite un leak esclusivo del sito web VideoCardz, sono state mostrate alcune immagini che sembrerebbero appartenere a una Gigabyte Eagle OC RTX 3060 Ti e che appaiono abbastanza convincenti.

Secondo le immagini, la RTX 3060 Ti o quantomeno la versione prodotta da Gigabyte sembra essere una GPU compatta, probabilmente un'ottima scelta per chi vuole assemblare un PC da gaming in formato ridotto.

Inoltre, la scheda presenta un dissipatore a due ventole e, come per le altre GPU Gigabyte Eagle OC, il modello offrirebbe la possibilità di effettuare l'overclock, con un possibile vantaggio in termini di prestazioni sui modelli non OC.

La Gigabyte Eagle OC Nvidia RTX 3060 Ti sembra avere un connettore a 8 pin, pertanto non dovrete usare adattatori particolari per collegarla all'alimentazione. L'immagine suggerisce anche che il TDP dovrebbe aggirarsi intorno ai 200 W.

Immagine 1 di 4

Nvidia RTX 3060 Ti leaks

(Image credit: Videocardz.com)
Immagine 2 di 4

Nvidia RTX 3060 Ti leaks

(Image credit: Videocardz.com)
Immagine 3 di 4

Nvidia RTX 3060 Ti leaks

(Image credit: Videocardz.com)
Immagine 4 di 4

Nvidia RTX 3060 Ti leaks

(Image credit: Videocardz.com)

Specifiche

È stata immortalata anche la confezione, che sembra confermare che la RTX 3060 Ti sarà equipaggiata con 8 GB di memoria GDDR6, proprio come la RTX 3070.

Secondo indiscrezioni precedenti, la RTX 3060 Ti potrebbe avere 4.864 CUDA core, 152 Tensor core e 38 RT core, e dovrebbe avere un prezzo che parte da poco meno di €400 euro.

Prevediamo che arrivi abbastanza presto, anche pare che sia stata rimandata al 2 dicembre. In ogni caso, la data è alquanto vicina, pertanto se la RTX 3060 Ti esiste davvero, e pare proprio che sia così, non dovremo aspettare molto per testarne a fondo le prestazioni.