Skip to main content

Microsoft potrebbe avere un modo intelligente per impedire a Surface Neo di surriscaldarsi

(Image credit: Microsoft)

Microsoft ha un'idea brillante per fornire un raffreddamento più efficace ai suoi prodotti: sfruttare la cerniera che unisce le due sezioni dei dispositivi a doppio schermo o dei laptop.

L’azienda sta esplorando l'idea di far funzionare una camera a vapore, che già viene comunemente utilizzata per il raffreddamento dei computer, da una sezione all'altra di un laptop, come indicato da un brevetto che è stato individuato in Free Patents Online (via Windows Latest).

Detto brevetto descrive una "camera di vapore che si estende dalla prima porzione alla seconda porzione attraverso l’area della cerniera". In altre parole, nel caso di un notebook tradizionale, la camera di vapore passerà dalla base allo schermo attraverso la cerniera. 

Amico flessibile

Il documento descrive un metodo grazie al quale la camera di vapore proposta non subirà alcuna deformazione dopo ripetute flessioni (apertura e chiusura del dispositivo), ma trasferirà comunque una quantità di calore sufficiente a fornire un efficace sollievo a una base con problemi di temperatura.

Altri metodi come l'uso di un "dispositivo di trasferimento di calore monofase" realizzato in rame o grafite potrebbero fornire un efficace trasferimento di calore attraverso la cerniera, ma dovrebbero affrontare problemi di stress e deformazione a causa della flessione ripetuta che verrebbe esercitata su di loro giorno dopo giorno.

Mentre questo concetto sembra essere più mirato ai laptop - quindi potremmo potenzialmente vedere questa invenzione usata nel prossimo Surface Laptop o Surface Book - i dispositivi a doppio schermo, come il Surface Neo in arrivo, affrontano sfide simili. Sebbene il Surface Neo possa essere costituito da due schermi, solo una di quelle sezioni del display conterrà la CPU e dovrà quindi affrontare gli stessi problemi, o quasi, della base di un laptop tradizionale.

In un laptop normalmente il calore del processore viene generato sulla base, e questo facilmente implica un contesto poco ventilato. L’idea di sfruttare la superficie e posizione dello schermo, ampia e ben più ventilata, è sicuramente interessante.

Infatti, Microsoft menziona persino che i dispositivi HMD (head-mounted display), ovvero headset come HoloLens, potrebbero trarre vantaggio da questa tecnologia che fornisce un migliore raffreddamento, consentendo potenzialmente componenti hardware più potenti in questi dispositivi (che hanno ancora più problemi di spazio rispetto ai laptop).

Ricordiamo che Microsoft sta semplicemente esplorando e studiando questo concetto, e solo perché quest'idea è stata brevettata non significa che lo vedremo in un prodotto finito