Skip to main content

iPhone 14 a rischio per via delle tensioni tra Cina e Taiwan

Apple iPhone 14
(Immagine:: Technizo Concept e LetsGoDigital)

L'arrivo di iPhone 14 è atteso per settembre, ma secondo le ultime indiscrezioni potrebbero verificarsi dei ritardi a causa delle tensioni Cina-Taiwan (Si apre in una nuova scheda).

Tutto è iniziato quando Nancy Pelosi, la speaker della Camera USA, ha viaggiato a Taiwan scontentando la Cina. Come alcuni già sapranno, Apple è solita affidare la produzione dei chipset a TSMC, fabbrica di semiconduttori taiwanese leader del settore. Al contempo, la Cina è il primo fornitore dei componenti destinati agli iPhone.

Apple avrebbe esortato i fornitori taiwanesi a conformarsi alla normativa cinese, etichettando i prodotti come "Made in China" per evitare ogni sorta di ritardo legato alla stretta delle ispezioni doganali cinesi.

La fornitura di materiale spedito dal Taiwan allo stabilimento Pegatron a Suzhou, in Cina, che si occupa della produzione di vari componenti destinati ad aziende americane del calibro di Microsoft, è già stata bloccata dalla dogana cinese per il controllo della documentazione. Questa deve riportare la dicitura "Made in Taiwan. China" o "Made in Chinese Taipei".

Da queste tensioni politiche ed economiche potrebbe nascere un impedimento nella produzione dei nuovi iPhone, che forse subiranno un ritardo non ancora quantificato.

Senior Content Editor and Copywriter adept in managing content creation and publication at TechRadar Italia.