Skip to main content

iPhone 13 vs Google Pixel 6: il nostro confronto

Google Pixel 6 vs iPhone 13
(Image credit: Google, Apple)

Con il Pixel 6, Google ha introdotto sul mercato uno smartphone che combina caratteristiche premium e un prezzo più abbordabile.

E il rivale naturale di questo smartphone è iPhone 13, dato che entrambi i dispositivi sono caratterizzati da specifiche di tutto rispetto e un cartellino al di sotto dei modelli di fascia Pro.

Entrambi gli smartphone, poi, sono i migliori rappresentanti dei rispettivi sistemi operativi mobili, ovvero Android 12 e iOS 15. Dunque lo scontro è sia sul piano hardware che su quello software.

E, considerato che entrambi i modelli sono già sul mercato da qualche tempo, abbiamo avuto modo di testarli a fondo: ecco dunque il nostro confronto. 

Google Pixel 6 vs iPhone 13: prezzo e disponibilità

Il Pixel 6 ha raggiunto gli scaffali il 28 ottobre 2021, con un prezzo di partenza di €649. Tuttavia, non è stato disponibile per l'acquisto in Italia fino all'inizio di febbraio 2022. Ora la gamma Pixel 6 è acquistabile dal nostro Paese tramite il Google Store, sebbene ci siano dei problemi di disponibilità limitata. Pixel 6 Pro risulta già esaurito, e il prossimo restock generale è previsto per maggio.

iPhone 13, invece, è arrivato un mese prima, il 24 settembre 2021, con un prezzo di partenza di €939.

Dunque Pixel 6 è significativamente meno costoso di iPhone 13, sebbene Apple offra una gamma più completa di modelli.

Google Pixel 6 vs iPhone 13: design

Il Google Pixel 6 è più voluminoso dell'iPhone 13, con un formato di 158,6 x 74,8 x 8,9 mm. Le dimensioni di iPhone 13 sono invece di 146,7 x 71,5 x 7,65 mm, e risulta più leggero del rivale Android, con i suoi 174 grammi di peso rispetto ai 207 del Pixel 6.

Anche il modulo fotocamera contribuisce al senso di maggiore ingombro del Pixel 6, tuttavia il dispositivo Google vanta un design più "fresco" e originale, con finitura bicolore, inoltre il modulo stesso che occupa l'intera larghezza del device, per un notevole colpo d'occhio.

La "camera bar", come viene chiamata da Google, sebbene interessante dal punto di vista estetico, può destare qualche perplessità circa la resistenza ai danni.

Immagine 1 di 2

Google Pixel 6 – Kinda Coral

(Image credit: Google)
Immagine 2 di 2

iPhone 13

(Image credit: TechRadar)

La forma simmetrica, però, garantisce la massima stabilità del Pixel 6 quando resta appoggiato su una superficie. Il modulo fotocamera dell'iPhone 13, invece, è più voluminoso e lo rende un po' traballante.

In generale, però, il design di iPhone 13 resta accattivante, pur non discostandosi dall'iPhone 12 dell'anno precedente. L'unica differenza degna di nota è il notch ridotto del 20%, sebbene Pixel 6 presenti un foro centrale che rende il suo notch ancora più piccolo.

Però, a controbilanciare questo piccolo neo, iPhone 13 offre Face ID, mentre Pixel 6 sfrutta ancora un sensore impronte digitali sul display più tradizionale, per l'autenticazione biometrica.

Entrambi i dispositivi hanno la classificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere. iPhone 13 monta sulla parte anteriore una copertura in Ceramic Shield in nano-cristalli, mentre il Pixel 6 è dotato di una protezione del display Gorilla Glass Victus.

L'audio è ottimo su tutti e due gli smartphone, in particolare abbiamo apprezzato il bilanciamento offerto dagli altoparlanti del Pixel 6, ma anche l'iPhone 13 si difende bene.

Google Pixel 6 vs iPhone 13: display

iPhone 13

(Image credit: TechRadar)

Il display del Google Pixel 6 è un OLED da 6,4 pollici con risoluzione FHD+ (2.400 x 1.080 pixel). Sebbene più grande, risulta meno nitido dello schermo OLED Super Retina XDR da 6,1" dell'iPhone 13, che offre una risoluzione di 2.532 x 1.170.

Tuttavia, la differenza è quasi del tutto impercettibile. Abbiamo testato anche lo schermo del Pixel 6 Pro, che offre una risoluzione QHD, e solo osservando lo schermo molto da vicino si può percepire qualche differenza rispetto allo schermo del modello base.

Pixel supera il rivale Apple in fluidità, comunque. Infatti lo smartphone Google vanta un refresh rate dello schermo di 90 Hz, il 50% più veloce rispetto all'iPhone 13, il cui display è fermo a 60 Hz.

Ci spiace un po' vedere che Apple non abbia voluto premere l'acceleratore sulla tecnologia dello schermo, soprattutto se consideriamo che iPhone 13 Pro arriva a 120 Hz.

Anche dal punto di vista dei colori, lo schermo del Pixel 6 sembra più vivace della controparte Apple.

Google Pixel 6 vs iPhone 13: fotocamere

iPhone 13

(Image credit: TechRadar)

Tutti e due gli smartphone implementano sistemi a doppia fotocamera migliorati ma molto diversi fra loro.

Google ha fatto notevoli passi avanti sul Pixel 6, con un sensore grandangolare da 50 MP 1/1,31" con apertura f/1.85. I pixel prodotti sono di 1,2 μm, sebbene impieghi una tecnica di pixel-binning per l'acquisizione efficace dei pixel più grandi nelle immagini da 12,5 MP.

Abbiamo notato che il Pixel 6 scatta foto migliori rispetto all'iPhone 12 Pro dell'anno scorso, con cui l'iPhone 13 condivide molti elementi. Tuttavia anche Apple ha apportato delle migliorie alle fotocamere, infatti l'iPhone 13 monta un sensore grandangolare da 12 MP in grado di generare pixel di 1,7 µm, accompagnati da un'apertura f/1.6.

Entrambi i modelli montano sensori ultra-grandangolari da 12 MP. Sul Pixel 6 l'apertura è f/2.2, mentre sull'iPhone 13 è f/2.4. Tuttavia, se volete anche un teleobiettivo dedicato, dovrete optare per le versioni Pro.

Google e Apple sono entrambi maestri dell'elaborazione delle immagini. I rispettivi software, infatti, integrano e potenziano notevolmente l'hardware sottostante.

La nuova modalità di movimento di Pixel 6 mescola effetti diversi, per catturare soggetti circondati da elementi in movimento oppure generare scie luminose intorno a questi ultimi.

Apple offre gli stili fotografici, che consentono di cambiare il tono fondamentale di uno scatto senza ricorrere a filtri di bassa qualità.

Quest'anno, però, Google mira a sottrarre a Apple il trono per i video. Entrambi gli smartphone registrano video 4K a 60 fps, tuttavia, Google aggiunge le funzioni IA grazie al chip Tensor.

La modalità Live HDR+ promette di migliorare colori e toni, mentre la funzione di potenziamento della voce isola il parlato dal rumore di fondo.

Apple, però, non è rimasta ferma a guardare. La modalità cinematografia consente di cambiare la messa a fuoco in una scena, anche dopo le riprese. Inoltre, modifica automaticamente il focus in base al punto della direzione dello sguardo del soggetto.

Google Pixel 6 vs iPhone 13: specifiche e prestazioni

Google Pixel 6

(Image credit: Future)

Secondo Google, il chip Tensor è in grado di tenere testa ai rivali su Android come Qualcomm Snapdragon 888 in termini di prestazioni pure. Ma a noi sembra più un'iperbole, da quel che abbiamo visto. L'A15 Bionic di Apple, invece, si difende molto bene secondo i criteri di misurazione tradizionali.

Il chip Apple è molto veloce, tanto che sui test multi-core di Geekbench 5 ha ottenuto una media di 4688 punti, contro i 2837 del Pixel 6.

Naturalmente un chip non va giudicato solo dalla pura potenza di CPU e GPU. Google si è impegnata a fondo nell'evidenziare le capacità di apprendimento automatico del chip Tensor, che mostra il suo potenziale sulla gestione della fotocamera, come abbiamo avuto modo di dire in precedenza.

Inoltre, gestisce in modo ottimale tutte le attività pratiche più importanti: app, attività in multitasking, navigazione del web e gaming. Tutto funziona senza problemi sul Pixel 6.

Lo smartphone Google, poi, monta 8 GB di RAM rispetto all'iPhone 13 che ne offre la metà, ma vale la pena sottolineare che Android e iOS utilizzano le risorse hardware in modo del tutto differente. 

Parlando di archiviazione, il Pixel 6 è disponibile in varianti da 128 GB e 256 GB, anche se non in tutti i territori. L'iPhone 13 è disponibile in tagli da 128 GB, 256 GB, e 512 GB in tutto il mondo.

Google Pixel 6 vs iPhone 13: software

Al netto delle differenze hardware, il confronto reale fra Pixel 6 e iPhone 13 si gioca soprattutto sul software.

Tutti e due i dispositivi rappresentano al meglio i due più grandi (nonché unici) sistemi operativi mobili sul mercato: Android 12 sul Pixel 6 e iOS 15 sull'iPhone 13.

Android 12 di Google è quello che apporta maggiori novità dei due, con una nuova UI Material You che aggiunge un sistema ingegnoso di gestione dei temi e varie migliorie alle sue solide fondamenta.

Con questo non vogliamo dire che iOS 15 non sia interessante o degno di nota, ma si tratta di un aggiornamento di quanto già visto, senza grossi scossoni. Per un rinnovamento profondo di iOS dovremo aspettare ancora, a quanto pare.

Entrambi i sistemi operativo si sono "ispirati" a vicenda, al punto che tutti e due hanno raggiunto un certo livello di qualità.

Dunque, da questo punto di vista, la scelta sarà influenza più dal vostro ecosistema di preferenza, in termini di app e giochi disponibili e, ovviamente, dalla possibilità di continuare a utilizzare il software acquistato in precedenza.

Google Pixel 6 vs iPhone 13: batteria

Il Google Pixel 6 monta una batteria da 4.612 mAh, mentre l'iPhone 13 è dotata di una da 3.240 mAh.

Purtroppo questi dati non sono molto indicativi sui consumi, dato che, come dicevamo, Android e iOS gestiscono le risorse in modo diverso.

Google promette 48 ore di autonomia, anche se tramite la modalità di risparmio energetico estremo offerta da Android 12. In generale, abbiamo constatato che il Pixel 6 riesce ad arrivare a fine giornata senza troppi sforzi.

Da parte sua, Apple dichiara un aumento di 2,5 ore nell'autonomia rispetto all'iPhone 12. Da quel che abbiamo potuto vedere, l'iPhone 13 arriva a un residuo del 20% dopo una giornata intera di utilizzo.

Tuttavia, guardando ai sistemi di ricarica, c'è poco di cui entusiasmarsi in entrambi i fronti. Nessuno dei due smartphone offre il caricabatterie in dotazione, e le velocità di ricarica non sono granché.

Il Pixel 6 supporta la ricarica cablata a 30 W, un po' meglio dei 20 W di iPhone 13. Ma siamo ben lontani dagli standard di 65 o 120 W offerti da Oppo e Xiaomi.

Dal punto di vista della ricarica wireless, Pixel 6 supporta fino a 21 W, iPhone 13 fino a 15 W. Ma nel caso del Pixel 6, ciò è garantito solo con il Pixel Stand di Google, altrimenti lo smartphone supporta fino a 12 W.

iPhone 13

(Image credit: TechRadar)

Conclusione

Si tratta senza dubbio di due smartphone impressionanti e dai prezzi tutto sommato ragionevoli, con ottimi sistemi a doppia fotocamera, design eleganti e una potenza di calcolo davvero notevole.

Ci sono delle differenze, però: l'iPhone 13 ha una maggiore potenza convenzionale e offre un'autonomia maggiore.

Di contro, il Pixel 6 costa meno, ha un display più fluido e un design leggermente più fresco.

Se proprio dovessimo scegliere fra i due, opteremmo per iPhone 13, dato che nel complesso è un dispositivo più completo. Ma entrambi gli smartphone sono di altissimo livello sulle rispettive piattaforme, e alla fine la scelta fra Android e iOS si può risolvere semplicemente con la vostra preferenza in termini di sistema operativo.

shopWindowCategoryFilter
Brand
Storage Size
Colour
Price
Tutti i prezzi
comparisonDealsCount